Finestre sull'Arte - Nona puntata

Artemisia Gentileschi

Artemisia Gentileschi


Passione, fierezza e talento



Puntata 9 - 28 maggio 2010
Durata: 28'56"



Clicca qui per il download diretto


Artemisia Gentileschi è stata una grandissima artista: figlia di Orazio Gentileschi, famoso pittore amico di Caravaggio, seppe rivelare il proprio talento e riuscì a imporsi in una società chiusa, in cui le donne non avevano molte possibilità di emergere. Nota è la triste vicenda della violenza subita, una vicenda che si ripercuote nella sua arte, che diventa spesso cruda e brutale. Artemisia si mosse in ambito caravaggesco ma propose un'arte molto originale, ci ha lasciato capolavori di grande realismo e spesso anche di spiccata sensualità. Con Ilaria e Federico andiamo alla scoperta di un'artista che è riuscita a compiere nella società del Seicento un cammino moderno, libero e indipendente.

Immagine: Allegoria dell'inclinazione (particolare), 1615 circa; olio su tela, 152 x 61 cm; Firenze, Casa Buonarroti.



Approfondimenti

Artemisia Gentileschi (Roma, 1593 - Napoli 1653)

Biografia


1593 Nasce a Roma l'8 luglio dal grande pittore Orazio Gentileschi e Prudenzia Montoni.
1606 ca. Inizia il suo apprendistato artistico nella bottega del padre.
1610 ca. Esegue la sua prima opera nota, Susanna e i vecchioni attualmente conservata a Pommersfelden in Germania. La tela, pur essendo firmata e datata, è oggetto di discussioni in quanto la ragazza potrebbe essere stata aiutata in maniera decisiva da Orazio.
1611 Subisce violenza a opera del pittore Agostino Tassi, collega del padre.
1612 Si apre il processo contro Agostino Tassi, che sul finire dell'anno sarà condannato a passare cinque anni nelle galere pontificie o in alternativa all'esilio perpetuo da Roma. Tassi sceglie l'esilio ma qualche anno dopo riuscirà a rientrare a Roma. Nel mese di novembre, Artemisia sposa Pierantonio Stiattesi, artista fiorentino di modesta entità.
1614 Si trasferisce a Firenze dove gode della protezione di Cosimo II de' Medici e della moglie di questi, Cristina di Lorena.
1615 ca. Esegue l'Allegoria dell'Inclinazione di Casa Buonarroti per l'amico Michelangelo Buonarroti il Giovane, e la Conversione della Maddalena di Palazzo Pitti.
1616 Viene ammessa all'Accademia del Disegno di Firenze, dove rimane iscritta fino al 1620.
1620 Lascia Firenze e torna a Roma.
1622 Esegue il Ritratto di gonfaloniere conservato a Bologna a Palazzo d'Accursio.
1627 Si trasferisce a Venezia.
1630 Nuovo trasferimento, questa volta a Napoli, dove nello stesso anno esegue l'Annunciazione oggi conservata presso il Museo Nazionale di Capodimonte. Diventa una delle personalità artistiche più importanti della città partenopea benché esprima più volte il desiderio di tornare a Roma. All'incirca nello stesso anno esegue il famoso Autoritratto in veste di pittura.
1635 Esegue alcune opere per la cattedrale di Pozzuoli.
1636 Si trasferisce a Londra raggiungendo il padre Orazio che era stato chiamato in Inghilterra da re Carlo I su suggerimento del duca di Buckingham. Assieme al padre lavora al Trionfo della Pace e delle Arti per la Queen's House di Greenwich (oggi è conservato a Londra presso la Marlborough House).
1639 Muore Orazio e Artemisia fa ritorno a Napoli da dove non si sarebbe più mossa. Sugli ultimi anni della sua attività si sa molto poco.
1649 Esegue alcune opere per Antonio Ruffo, collezionista d'arte siciliano tra i suoi migliori committenti durante il soggiorno napoletano.
1653 L'artista si spegne a Napoli.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allieva di: Orazio Gentileschi
Guardò a: Caravaggio - Cristofano Allori
Guardarono a lei: Massimo Stanzione - Bernardo Cavallino - Giovanni Francesco Guerrieri - Giovanbattista Ghidoni - Giovan Francesco De Rosa
Principali mecenati e committenti: Michelangelo Buonarroti il Giovane - Cosimo II de' Medici - Cristina di Lorena - Carlo I d'Inghilterra

"La nota" - rubrica a cura di Ambra Grieco


La sensualità di Artemisia Gentileschi nella Danae - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!

Immagini


Opere citate nella trasmissione (facendo clic si apriranno in una pagina nuova):
Susanna e i vecchioni (1610 ca.; Pommersfelden, Graf von Schönborn Kunstsammlung)
Giuditta che decapita Oloferne (1612; Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte)
Giuditta che decapita Oloferne (1620 circa; Firenze, Uffizi)
Allegoria dell'inclinazione (1615 ca.; Firenze, Casa Buonarroti)
Conversione della Maddalena (1615 ca.; Firenze, Palazzo Pitti)
Giuditta con l'ancella (1618 ca.; Firenze, Palazzo Pitti)
Ritratto di gonfaloniere (1622; Bologna, Palazzo d'Accursio)
Ester e Assuero (1628 ca.; New York, Metropolitan Museum)
Autoritratto in veste di pittura (1630 ca.; Londra, Kensington Palace)
Trionfo della pace e delle arti (1638-39; Londra, Marlborough House)

Altre immagini:
Commons: http://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Artemisia_Gentileschi;
Web Gallery of Arts.

Libri da leggere


- Tiziana Agnati, Francesca Torres, Artemisia Gentileschi: la pittura della Passione, Selene, 2008. - Tiziana Agnati, Artemisia Gentileschi, 2001, Giunti.
- Roberto Contini, Gianni Papi, Artemisia Gentileschi, 1991, Leonardo Arte.


Mostre e musei da visitare


- Firenze, Uffizi
- Firenze, Galleria Palatina di Palazzo Pitti
- Firenze, Casa Buonarroti
- Roma, Galleria Spada
- Bologna, Palazzo d'Accursio
- Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte
- Pisa, Palazzo Blu
- Londra, Marlborough House
- Londra, Kensington Palace
- Pommersfelden, Graf von Schönborn Kunstsammlung
- New York, Metropolitan Museum
- Madrid, Prado
- Saint Louis, The Saint Louis Art Museum





I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.




Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Seicento     Rinascimento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Firenze     Novecento     Quattrocento     Genova     Roma     Riforme    

Strumenti utili