Finestre sull'Arte - Terza puntata

Tiziano

Tiziano


La grande arte veneta del Cinquecento



Puntata 3 - 8 marzo 2011
Durata: 31'07"



Clicca qui per il download diretto


Tiziano è il grande protagonista della terza puntata del 2011 del nostro podcast: nato a Pieve di Cadore tra il 1488 e il 1490, si trasferì molto presto a Venezia dove poté formarsi assieme a un altro grandissimo, il Giorgione. Trattare tutta la vasta produzione di Tiziano Vecellio in una sola puntata è cosa impossibile: per questo abbiamo deciso di parlare dei temi principali dell'arte di Tiziano (il rapporto con Giorgione, la religione, la donna, il mito, i rapporti con la corte, la ritrattistica, l'ultima fase della carriera) scegliendo per ognuno di essi un'opera rappresentativa e citandone altre importanti. Ne viene fuori un ritratto a tutto tondo dell'artista con aspetti anche insoliti e curiosi. Lasciamoci guidare da Ilaria e Federico!

Immagine: Concerto campestre (particolare), 1510 circa; olio su tela, 105 x 137 cm; Parigi, Louvre.



Approfondimenti

Tiziano Vecellio (Pieve di Cadore, 1488/90 - Venezia 1576)

Biografia


1488 ca.Tiziano nasce a Pieve di Cadore intorno a quest'anno da una famiglia benestante di amministratori pubblici. Nessuno in famiglia aveva mai svolto mestieri connessi all'arte.
1498 ca.Si trasferisce a Venezia da uno zio di nome Antonio: nella città lagunare diventerà allievo dapprima di Gentile Bellini e poi di Giovanni Bellini.
1508Giorgione è incaricato di eseguire gli affreschi del Fondaco dei Tedeschi. Tiziano è suo collaboratore: si tratta delle prime opere note dell'artista cadorino.
1510Tiziano si trasferisce a Padova.
1511Inizia a lavorare agli affreschi della Scuola del Santo.
1513Torna a Venezia, dove viene incaricato dalla Repubblica di eseguire la Battaglia di Cadore per gli ambienti di Palazzo Ducale: si tratta del suo primo incarico ufficiale.
1516Diventa pittore ufficiale della Repubblica di Venezia.
1518Termina la realizzazione dell'Assuntaper la chiesa dei Frari di Venezia, commissionatagli due anni prima. Nello stesso anno soggiorna a Ferrara per lavorare per il duca Alfonso d'Este. Nello stesso periodo viene notato dai Gonzaga di Mantova che gli affidano alcuni incarichi.
1519Gli viene commissionata la Pala Pesaro, terminata nel 1526.
Anni '20Agli inizi del decennio conosce Pietro Aretino: l'amicizia tra l'artista e il letterato sarà destinata a durare negli anni, fino alla scomparsa del toscano avvenuta nel 1556.
1525Si sposa con Cecilia Soldano.
1530Grazie anche al tramite di Pietro Aretino, Tiziano entra in contatto con l'imperatore Carlo V, per il quale eseguirà numerosi ritratti. Muore la moglie Cecilia.
1536Inizia a dipingere i ritratti dei duchi di Urbino, terminati nel 1538.
1538Dipinge la Venere di Urbino.
1540 ca.Esegue l'Incoronazione di spineconservata al Louvre.
1545In un'atmosfera di grande attesa arriva a Roma per lavorare per papa Paolo III. Conosce Giorgio Vasari ma è osteggiato da Perin del Vaga e da Sebastiano del Piombo, quest'ultimo suo rivale fin dai tempi in cui i due erano collaboratori di Giorgione.
1546Durante il viaggio di ritorno a Venezia decide di soffermarsi per qualche tempo a Firenze.
1548Compie un soggiorno ad Augusta in Germania dove era stato chiamato da Carlo V. Nel frattempo Tiziano aveva accumulato enormi ricchezze con il suo lavoro di pittore.
1550Secondo soggiorno ad Augusta. Tiziano inizia a lavorare per il futuro Filippo II di Spagna.
1551Torna definitivamente a Venezia da dove non ripartirà più se non per soggiornare nella terra natale, il Cadore.
1558Inizia a dipingere il Martirio di san Lorenzo terminato l'anno seguente. In questi anni subisce una numerosa e dolorosa serie di lutti.
1566Diventa membro onorario dell'Accademia Fiorentina del Disegno. Nello stesso anno la Repubblica di Venezia abolisce l'esenzione dalle tasse per il pittore: tuttavia Tiziano evade dichiarando entrate inferiori a quelle reali e omettendo la dichiarazione di diversi suoi possedimenti.
1572Inizia a realizzare l'Incoronazione di spine della Alte Pinakothek di Monaco di Baviera.
1576Muore a Venezia il 27 agosto. La sua ultima opera, la Pietà, verrà terminata da Palma il Giovane.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allievo di: Gentile Bellini - Giovanni Bellini
Guardò a: Giorgione
Maestro di: Palma il Giovane - Tintoretto - Paris Bordon - Simone Peterzano
Guardarono a lui: Bronzino - Luca Cambiaso - Paolo Veronese - Federico Barocci - Jacopo Bassano - Annibale Carracci - Caravaggio - Cigoli - Guercino - Bernardo Strozzi - Domenichino - Luca Giordano - El Greco - Pieter Paul Rubens - Edouard Manet - Jackson Pollock
Principali mecenati e committenti: famiglia Pesaro - Guidobaldo II Della Rovere - Filippo II di Spagna - Paolo III Farnese - Pietro Aretino

"La nota" - rubrica a cura di Ambra Grieco


Una "poesia" di Tiziano: Venere e Adone - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!

Immagini


Opere citate durante la trasmissione
Concerto campestre (1510 ca.; Parigi, Louvre)
Cristo Portacroce (1510 ca.; Venezia, Scuola Grande di San Rocco)
Nascita di Adone (1510 ca.; Padova, Musei Civici agli Eremitani)
Orfeo ed Euridice (1510 ca.; Bergamo, Accademia Carrara)
Pala Pesaro (1519-26; Venezia, Santa Maria Gloriosa dei Frari)
Madonna del coniglio (1530 ca.; Parigi, Louvre)
Martirio di San Lorenzo (1558-59; Venezia, Gesuiti)
Deposizione (1559; Madrid, Prado)
Flora (1515-18; Firenze, Uffizi)
Donna allo specchio (1512-15; Parigi, Louvre)
Amor sacro e Amor profano (1514 ca.; Roma, Galleria Borghese)
Venere di Urbino (1538; Firenze, Uffizi)
Danae Farnese (1545-45; Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte)
Ratto d'Europa (1559-62; Boston, Isabella Stewart Gardner Museum)
Il Supplizio di Marsia (1571 ca.; Kromeríž, Arcibiskupský Zámek)
Venere e Adone (1553; Madrid, Prado)
Ritratto di Filippo II (1550-51; Madrid, Prado)
Ritratto di Pietro Aretino (1545 ca.; Firenze, Palazzo Pitti)
Ritratto di gentiluomo inglese (1540 ca.; Firenze, Palazzo Pitti)
La Schiavona (1511; Londra, National Gallery)
Incoronazione di spine (1572-76; Monaco, Alte Pinakothek)
Incoronazione di spine (1540 ca.; Parigi, Louvre)
Pietà (1576; Venezia, Gallerie dell'Accademia)


Altre immagini:
Web Gallery of Arts.

Libri da leggere


Stefano Zuffi, Tiziano, Electa, 2008.
Cecilia Gibellini, Tiziano, Rizzoli, 2004.

Mostre e musei da visitare


- Venezia, Gallerie dell'Accademia
- Venezia, Santa Maria Gloriosa dei Frari
- Venezia, Scuola Grande di San Rocco
- Venezia, Chiesa dei Gesuiti
- Venezia, Palazzo Ducale
- Venezia, Galleria Franchetti alla Ca' d'Oro
- Padova, Musei Civici agli Eremitani
- Padova, Scuola del Santo
- Firenze, Uffizi
- Firenze, Galleria Palatina di Palazzo Pitti
- Roma, Galleria Borghese
- Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte
- Bergamo, Accademia Carrara
- Brescia, Santi Nazaro e Celso
- Ancona, Museo Civico
- Parigi, Louvre
- Madrid, Prado
- Londra, National Gallery
- Monaco, Alte Pinakothek
- Kromeríž, Arcibiskupský Zámek
- Vienna, Kunsthistorisches Museum
- Berlino, Staatliche Museen
- Dresda, Gemäldegalerie
- San Pietroburgo, Hermitage
- Edimburgo, National Gallery of Scotland
- Boston, Isabella Stewart Gardner Museum





I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.




Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Seicento     Rinascimento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Firenze     Novecento     Quattrocento     Genova     Roma     Riforme    

Strumenti utili