Finestre sull'Arte - Dodicesima puntata (speciale)

Giorgio Vasari

Giorgio Vasari (speciale)


I cinquecento anni del grande artista-storiografo



Puntata 12 - 30 luglio 2011
Durata: 31'09"



Clicca qui per il download diretto


Il 30 luglio del 1511 nasceva ad Arezzo il grande Giorgio Vasari: oggi Finestre sull'Arte celebra il cinquecentenario della nascita dell'artista con una puntata speciale, nella quale Ilaria e Federico ripercorrono la carriera artistica di Giorgio Vasari analizzando alcune delle sue opere più importanti e facendo riferimento, ovviamente, anche alla sua importante attività di storiografo. Giorgio Vasari è infatti considerato come uno dei primi storici dell'arte nel senso moderno del termine: durante il nostro podcast abbiamo citato tante volte le sue Vite, e per al grande pubblico è noto soprattutto per la sua monumentale opera letteraria, che vedremo in modo un po' più approfondito nello speciale di oggi. Ma Vasari fu anche un importante architetto e un pittore manierista molto prolifico: scopriamo insieme alcuni dei suoi più grandi capolavori!

Immagine: Deposizione, 1536-37 ca.; olio su tavola, 327 x 197 cm; Arezzo, Santissima Annunziata.



Approfondimenti

Giorgio Vasari (Arezzo, 1511 - Firenze, 1574)

Biografia


1511Giorgio Vasari nasce ad Arezzo il 30 luglio.
Anni '20Studia ad Arezzo con Guillaume de Marcillat, artista francese attivo ad Arezzo e specializzato nella realizzazione di opere in vetro.
1524Si trasferisce giovanissimo a Firenze (su consiglio del cardinale cortonese Silvio Passerini, tutore di Ippolito e Alessandro de' Medici) dove studia con Andrea del Sarto.
1531Insieme a Francesco Salviati compie un viaggio a Roma per studiare le opere dell'antichità classica.
1532A quest'anno risale la sua prima opera nota, la Sepoltura di Cristo conservata ad Arezzo a Casa Vasari, di committenza medicea.
1534Esegue il ritratto di Alessandro de' Medici.
1540Nel mese di ottobre Bindo Altoviti commissiona a Giorgio l'Immacolata Concezione, oggi conservata agli Uffizi.
1541Arriva a dicembre a Venezia su invito del suo amico nonché concittadino Pietro Aretino. A Venezia, oltre a realizzare le scenografie per la “Talanta” di Pietro Aretino, esegue le decorazioni di Palazzo Corner-Spinelli.
1542Torna ad Arezzo dove inizia ad affrescare gli ambienti della sua casa: l'opera sarà terminata nel 1548.
1546Si trasferisce a Roma per lavorare per il cardinale Alessandro Farnese, per il quale eseguì gli affreschi del salone del Palazzo della Cancelleria, con scene celebrative del pontificato di Paolo III Farnese. Il salone è noto anche come “sala dei cento giorni” perché Giorgio Vasari si vantava di averlo terminato proprio in cento giorni.
1550Pubblica la sua prima edizione delle Vite dei più eccellenti pittori, scultori e architetti, uno dei testi fondamentali di tutta la storia dell'arte.
1551È di nuovo a Roma dove fino al 1554 lavora insieme a Bartolomeo Ammannati, suo grande amico nonché coetaneo, a Villa Giulia.
1554Torna a Firenze al servizio di Cosimo I, che gli affida la realizzazione del Palazzo degli Uffizi, grande capolavoro di Giorgio Vasari nel campo dell'architettura. Il palazzo avrebbe dovuto ospitare uffici (da cui il nome) amministrativi. I lavori inizieranno nel 1560 e termineranno nel 1580 dopo la scomparsa di Giorgio.
1562Inizia a eseguire il grande ciclo di affreschi del Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio, con la celebrazione delle imprese di Cosimo I. I lavori saranno terminati tre anni più tardi.
1568Pubblica la seconda edizione delle Vite ampliandola con le biografie degli artisti contemporanei e con la propria autobiografia.
1570-72Esegue Perseo e Andromeda per Francesco I de' Medici.
1572Riceve l'incarico di realizzare gli affreschi per decorare la cupola di Brunelleschi del Duomo di Santa Maria del Fiore a Firenze. Tuttavia a causa della sua scomparsa avvenuta due anni più tardi non riesce a completare il lavoro e l'incarico sarà quindi assunto da Federico Zuccari.
1574Giorgio Vasari si spegne a Firenze il 27 giugno.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allievo di: Guillaume de Marcillat - Andrea del Sarto
Guardò a: Leonardo da Vinci - Michelangelo - Pontormo - Rosso Fiorentino
Maestro di: Giovanni Stradano - Jacopo Zucchi - Francesco Morandini detto il Poppi
Guardarono a lui: Tintoretto
Principali mecenati e committenti: Alessandro de' Medici - Bindo Altoviti - Pietro Aretino - Alessandro Farnese cardinale - Cosimo I granduca di Toscana - Francesco I de' Medici

"La nota" - rubrica a cura di Ambra Grieco


L'Andromeda di Giorgio Vasari - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!

Immagini


Opere citate durante la trasmissione
Sepoltura di Cristo (1532; Arezzo, Casa Vasari)
Deposizione (1536-37 ca.; Arezzo, Santissima Annunziata)
Ritratto di Alessandro de' Medici (1534; Firenze, Galleria Palatina di Palazzo Pitti)
Immacolata Concezione (1540-41; Firenze, Uffizi)
Tentazioni di san Girolamo (1541; Firenze, Galleria Palatina di Palazzo Pitti)
Allegoria della pazienza (1542; Venezia, Gallerie dell'Accademia)
Allegoria della giustizia (1542; Venezia, Gallerie dell'Accademia)
Affreschi di Casa Vasari: Sala del camino (veduta) - Trionfo della virtù sulla fortuna e sull'invidia, Sala del Camino - Camera della fama e degli artisti (veduta) - Allegoria della fama, Camera della fama e degli artisti (1542-48; Arezzo, Casa Vasari)
Affreschi del Palazzo della Cancelleria: Costruzione della Basilica di San Pietro - Paolo III distribuisce i benefici (1547; Roma, Palazzo della Cancelleria)
Affreschi del Salone dei Cinquecento: Conquista di Siena - Conquista di Porto Ercole - Battaglia di Marciano della Chiana - Battaglia di San Vincenzo - Assedio di Livorno - Assedio di Pisa (1562-65; Firenze, Palazzo Vecchio)
Fucina di Vulcano (1567-68; Firenze, Uffizi)
Perseo e Andromeda (1570-72; Firenze, Palazzo Vecchio)
Incoronazione della Vergine (1567-70; Arezzo, Badia)
Incredulità di san Tommaso (1572; Firenze, Santa Croce)

Altre immagini:
Web Gallery of Arts.

Libri da leggere


Claudia Conforti, Giorgio Vasari, Electa, 2010.
Rolland Le Mollé, Giorgio Vasari. L'uomo dei Medici, Rusconi Libri, 1998.

Mostre e musei da visitare


- Mostra: Giorgio Vasari - Santo è bello, Arezzo, Palazzo Vescovile, fino al 30 dicembre 2011 (nessun sito web)
- Mostra: Vasari, gli Uffizi, il Duca, Firenze, Galleria degli Uffizi, fino al 30 ottobre 2011 (sito web: www.unannoadarte.it/vasari)
- Mostra: Giorgio Vasari disegnatore e pittore. "Istudio, diligenza et amorevole fatica", Arezzo, Galleria Comunale di Arte Contemporanea, dal 3 settembre all'11 dicembre 2011 (nessun sito web)
- Arezzo, Casa Vasari
- Arezzo, Santissima Annunziata
- Arezzo, Badia
- Arezzo, Museo di Arte Medievale e Moderna
- Arezzo, Museo Diocesano
- Firenze, Uffizi
- Firenze, Galleria Palatina di Palazzo Pitti
- Firenze, Palazzo Vecchio
- Firenze, Santa Croce
- Firenze, Casa Vasari
- Firenze, Galleria dell'Accademia
- Roma, Palazzo della Cancelleria
- Roma, Galleria Borghese
- Roma, Città del Vaticano, Musei Vaticani
- Venezia, Gallerie dell'Accademia
- Camaldoli (AR), Monastero
- Bologna, Pinacoteca Nazionale
- Genova, Palazzo Bianco
- Pisa, Santo Stefano dei Cavalieri
- Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi
- Siena, Pinacoteca Nazionale
- Livorno, Santa Caterina
- Napoli, Museo San Martino
- Parigi, Louvre
- Budapest, Szépmûvészeti Múzeum
- Baltimora, Walters Art Museum





I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.




Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Arte antica     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Novecento     Firenze     Quattrocento     Genova     Roma    

Strumenti utili