Palazzo Albergati - La collezione Gelman

Finestre sull'Arte - Terza puntata

Antonello da Messina

Antonello da Messina


L'unione tra nord e sud nella pittura del Rinascimento



Puntata 3 - 14 marzo 2012
Durata: 30'57"



Clicca qui per il download diretto


Sappiamo poco di lui, ma quello che importa sapere più di ogni altra cosa è la sua importanza per la storia dell'arte: Antonello da Messina è stato il pittore che nel Rinascimento ha saputo far incontrare il nord e il sud della nostra penisola, dando vita a uno stile molto originale (fu probabilmente il più grande ritrattista del Quattrocento) con suggestioni provenienti anche dal resto d'Europa. Dopo aver lasciato la terra natale, la Sicilia, studiò a Napoli nella bottega di Colantonio dove ebbe modo di entrare a contatto con la pittura provenzale e con quella fiamminga, dalla quale riprese l'attenzione al dettaglio e il naturalismo. A queste caratteristiche unì le volumetrie e il rigore di Piero della Francesca e, in seguito a un viaggio a Venezia avvenuto nel 1475, anche la delicatezza dei colori veneti. E infine una curiosità: secondo la tradizione, fu Antonello da Messina il pittore che per primo introdusse in Italia la tecnica della pittura a olio!

Immagine: Madonna Salting (particolare), 1460 ca.; olio su tavola, 43 x 34 cm; Londra, National Gallery.



Approfondimenti

Antonello de Antonio detto Antonello da Messina (Messina, 1430 ca. - 1479)

Biografia


1430 ca. Antonello nasce attorno a quest'anno a Messina da Giovanni, scalpellino, e Garita.
1450 ca. Probabilmente attorno a quest'anno è a Napoli dove svolge il suo primo apprendistato presso Colantonio.
1457 Antonello viene citato in alcuni documenti: sappiamo che è presente nella sua città natale e ha già aperto una bottega.
1460 ca. Dipinge la Crocifissione di Sibiu e la Madonna Salting.
1460 Un documento attesta che Giovanni affitta un brigantino per andare a recuperare Antonello insieme ad alcuni familiari (tra cui la moglie e il figlio) ad Amantea, sulla costa della Calabria: non sappiamo tuttavia da dove tornasse il pittore né conosciamo il motivo del suo viaggio.
1465 Risulta datato a quest'anno il Cristo benedicente (noto anche come Salvator Mundi) della National Gallery di Londra, ma non sappiamo se sia stato realizzato proprio nel 1465. Attorno allo stesso anno dipinge il Ritratto d'uomo del Museo Mandralisca di Cefalù.
1470 ca. Esegue l'Ecce homo della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola di Genova.
1473 Realizza il Polittico di san Gregorio.
1474 Forse quest'anno Antonello realizza il famoso San Girolamo nello studio.
1475 Soggiorna a Venezia dove si trattiene per almeno un anno. Nello stesso anno il patrizio veneziano Pietro Bon gli commissiona la celeberrima Pala di San Cassiano.
1476 Probabilmente torna a Messina dove trascorre gli ultimi anni della sua vita. Nello stesso anno dipinge il Ritratto Trivulzio. Infine, sempre nel 1476 il duca di Milano Galeazzo Maria Sforza lo invita nella città lombarda dove forse il pittore trascorre un breve soggiorno, ma non sappiamo cosa Antonello ha fatto in città, sempre ammesso che ci sia effettivamente stato.
1478 La Scuola di San Rocco gli commissiona il San Sebastiano.
1479 Scompare a Messina nel mese di febbraio.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allievo di: Colantonio
Guardò a: Jan van Eyck - Enguerrand Quarton - Piero della Francesca - Petrus Christus - Giovanni Bellini
Maestro di: Jacobello di Antonello - Antonello de Saliba - Salvo d'Antonio - Paolo di Ciacio
Guardarono a lui: Giovanni Bellini - Vittore Carpaccio - Francesco Laurana - Bartolomeo Montagna - Giulio Campagnola - Lorenzo Lotto - Francesco Bonsignori - Jacometto Veneziano - Marco Basaiti
Principali mecenati e committenti: Pietro Bon - Scuola di San Rocco

"La nota" - rubrica a cura di Anselmo Nuvolari Duodo e Giovanni De Girolamo


Il Salvator Mundi di Antonello da Messina (di Anselmo Nuvolari Duodo) - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!

Immagini


Opere citate durante la trasmissione

San Girolamo penitente (1460 ca.; Reggio Calabria, Pinacoteca Civica)
Visita degli angeli ad Abramo (1460 ca.; Reggio Calabria Pinacoteca Civica)
Crocifissione (1460 ca.; Sibiu, Muzeul National Brukenthal)
Madonna Salting (1460 ca.; Londra, National Gallery)
Polittico di San Gregorio (1473; Messina, Museo Regionale)
Madonna col Bambino (1470-75 ca.; Firenze, Uffizi)
Cristo benedicente, noto anche come Salvator Mundi (1465-70 ca.; Londra, National Gallery)
Ecce Homo (1470 ca.; Genova, Galleria Nazionale di Palazzo Spinola)
Ritratto d'uomo (1465 ca.; Cefalù, Museo Mandralisca)
Ritratto di giovane (1475 ca.; Madrid, Museo Thyssen-Bornemisza)
Ritratto Trivulzio (1476; Torino, Museo Civico di Palazzo Madama)
Annunciata (1476 ca.; Palermo, Galleria Regionale)
Pala di San Cassiano (1475-76; Vienna, Kunsthistorisches Museum)
San Girolamo nello studio (1474 ca.; Londra, National Gallery)
San Sebastiano (1478; Dresda, Gemäldegalerie)
Pietà (1476 ca.; Madrid, Prado)


Altre immagini:
Web Gallery of Arts.

Libri da leggere


Teresa Pugliatti, Antonello da Messina. Rigore ed emozione, Kalós, 2008.
Mauro Lucco (a cura di), Antonello da Messina. L'opera completa, catalogo della mostra (Roma, 18 marzo - 25 giugno 2006), Silvana Editoriale, 2006.
Marco Bussagli, Antonello da Messina, Giunti, 2005.


Mostre e musei da visitare


- Messina, Museo Regionale
- Palermo, Galleria Regionale
- Siracusa, Galleria Regionale di Palazzo Bellomo
- Cefalù (PA), Museo Mandralisca
- Reggio Calabria, Pinacoteca Civica
- Roma, Galleria Borghese
- Firenze, Uffizi
- Genova, Galleria Nazionale di Palazzo Spinola
- Torino, Museo Civico di Palazzo Madama
- Pavia, Museo Civico Malaspina
- Milano, Castello Sforzesco
- Venezia, Museo Correr
- Sibiu, Muzeul National Brukenthal
- Londra, National Gallery
- Parigi, Louvre
- Madrid, Prado
- Madrid, Museo Thyssen-Bornemisza
- Vienna, Kunsthistorisches Museum
- Dresda, Gemäldegalerie
- Berlino, Staatliche Museen
- Anversa, Koninklijk Museum voor Schone Kunsten
- New York, Metropolitan Museum





I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.



Galleria Continua

Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Patrimonio     Politica e beni culturali     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Quattrocento     Riforme     Ottocento     Cinquecento     Firenze     Genova     Settecento     Roma    

Strumenti utili