Palazzo Albergati - La collezione Gelman

Finestre sull'Arte - Dodicesima puntata

Correggio (Antonio Allegri)

Correggio (Antonio Allegri)


"Pittore singularissimo"



Puntata 12 - 10 agosto 2012
Durata: 30'25"



Clicca qui per il download diretto


"Pittore singularissimo" lo definì Vasari, e Antonio Allegri, meglio noto come "Correggio" dalla cittadina dove nacque nel 1489, è davvero uno dei pittori più singolari della storia dell'arte. Partito osservando gli esiti della pittura di Andrea Mantegna, da cui derivò il segno aspro (che diventerà poi morbido e delicatissimo grazie all'incontro con Leonardo da Vinci e Raffaello) nonché l'illusionismo prospettico, seppe rielaborare le diverse fonti dalle quali trasse suggestioni per ricavarne uno stile molto originale e innovativo, che ha reso il Correggio uno dei geni della pittura, non solo del Cinquecento. Con le sue decorazioni ad affresco è stato fonte di ispirazione per gli artisti barocchi, i suoi dipinti a tema religioso sono tra i più intimi e raffinati di sempre, e quelli a tema mitologico lo hanno fatto diventare un maestro dell'erotismo, sempre elegante e mai scontato. Con Ilaria e Federico percorriamo un panorama su alcuni dei capolavori che hanno reso grande Antonio Allegri.

Immagine: Adorazione dei Pastori (La Notte) (particolare), 1525-30 ca.; olio su tavola, 256 x 188 cm; Dresda, Gemäldegalerie.



Approfondimenti

Antonio Allegri detto il Correggio (Correggio, 1489 - 1534)

Biografia


1489 Antonio Allegri nasce a Correggio da Pellegrino, commerciante, e Bernardina Piazzoli.
1500 ca. Probabilmente attorno a quest'anno inizia ad apprendere i primi rudimenti di pittura dallo zio Lorenzo, pittore di modesta importanza.
1503 ca. Attorno a quest'anno è a Modena dove studia con il pittore Francesco Bianchi Ferrari.
1504 ca. Si reca a Mantova (non sappiamo tuttavia l'anno esatto) dove apprende la pittura di Andrea Mantegna.
1507 Viene tradizionalmente fatto risalire a quest'anno l'esordio di Antonio, nella cappella funeraria del Mantegna: il grande pittore veneto era scomparso l'anno precedente.
1511 L'artista è certamente a Mantova dove ha contatti con Francesco Mantegna, figlio di Andrea.
1513 Probabilmente quest'anno inizia a dipingere l'affresco del refettorio del monastero di Polirone a San Benedetto Po, poco lontano da Mantova.
1514 Nella città natale gli viene commissionata la Madonna di San Francesco.
1515 ca. Gli studiosi ipotizzano attorno a quest'anno un viaggio del Correggio a Roma, dove ha l'occasione di vedere le opere di Raffaello e Michelangelo.
1518 È chiamato a Parma da Giovanna da Piacenza, badessa del monastero di San Paolo: l'artista riceve l'incarico di decorare la Camera della Badessa.
1520 Sposa Girolama Merlini de' Braghetis. Nello stesso anno gli viene commissionata la realizzazione della decorazione ad affresco della cupola di San Giovanni Evangelista a Parma, che sarà terminata nel 1523.
1521 Nasce il suo primo figlio Pomponio, che diventerà pittore.
1522 Inizia a dipingere l'Adorazione dei Pastori nota anche come La Notte. A seguito della fama ottenuta per la cupola di San Giovanni Evangelista, ottiene il prestigioso incarico di decorare ad affresco la cupola del Duomo di Parma: il tema è l'Assunzione della Vergine e l'opera sarà completata nel 1530.
1524 Nasce la figlia Francesca Letizia. Nello stesso anno Antonio si trasferisce a Parma.
1526 Anno di nascita della terzogenita, Caterina Lucrezia. L'anno seguente Girolama darà alla luce Anna Geria.
1527 Inizia a dipingere L'Educazione di Cupido e Venere e Amore spiati da un satiro, le sue prime opere mobili a soggetto mitologico.
1528 Dipige la Madonna col Bambino e santi meglio nota come Il Giorno.
1530 Su commissione di Isabella d'Este esegue due dipinti, l'Allegoria della virtù e l'Allegoria del vizio. Nello stesso anno il duca Federico II Gonzaga gli commissiona il ciclo degli amori di Giove.
1534 Scompare a Correggio il 5 marzo.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allievo di: Francesco Bianchi Ferrari
Guardò a: Andrea Mantegna - Lorenzo Costa - Giorgione - Leonardo da Vinci - Raffaello - Michelangelo
Maestro di: Bernardino Gatti - Pomponio Allegri - Giovanni Giarola - Francesco Maria Rondani
Guardarono a lui: Parmigianino - Altobello Melone - Antonio Begarelli - Girolamo Mazzola Bedoli - Luca Cambiaso - Giorgio Gandini del Grano - Paolo Veronese - Federico Barocci - Federico Zuccari - Ludovico Cardi - Guido Reni - Giovanni Lanfranco - Giovan Battista Gaulli detto il Baciccio - Carlo Maratta - Bartolomeo Guidobono - Aureliano Milani - Stefano Magnasco - Carlo Cignani
Principali mecenati e committenti: Giovanna da Piacenza - Isabella d'Este - Federico II Gonzaga

"La nota" - rubrica a cura di Anselmo Nuvolari Duodo e Giovanni De Girolamo


La fortuna del Ratto di Ganimede dopo Correggio (di Giovanni De Girolamo) - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!
La notte, uno dei dipinti più belli del Correggio (di Ambra Grieco) - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!


Immagini


Deposizione (1510 ca.; Mantova, Museo Diocesano)
Sacra Famiglia con san Giovannino (1510 ca.; Mantova, Museo Diocesano)
Architettura (1513-14 ca.; San Benedetto Po, Monastero di Polirone)
Madonna con Bambino e santi (1511 ca.; Modena, Galleria Estense)
Natività con santa Elisabetta e san Giovannino (1512 ca.; Milano, Pinacoteca di Brera)
Madonna col Bambino e san Giovannino (Madonna Bolognini) (1514-17 ca.; Milano, Castello Sforzesco)
Adorazione dei Magi (1517-18 ca.; Milano, Pinacoteca di Brera)
Decorazione della cupola (1518-19 ca.; Parma, Camera della Badessa)
San Giovanni Evangelista a Patmos (1520-24; Parma, San Giovanni Evangelista)
Assunzione della Vergine (1526-30; Parma, Duomo)
Adorazione dei Pastori o "La Notte" (1525-30 ca.; Dresda, Gemäldegalerie)
Madonna con Bambino e santi o "Il Giorno" (1528 ca.; Parma, Galleria Nazionale)
Madonna in Adorazione del Bambino (1526 ca.; Firenze, Uffizi)
Educazione di Cupido (1527-28 ca.; Londra, National Gallery)
Venere e Amore spiati da un satiro (1527-28 ca.; Parigi, Louvre)
Giove e Io (1531-32 ca.; Vienna, Kunsthistorisches Museum)
Ritratto di Dama (1520 ca.; San Pietroburgo, Hermitage)
Ritratto d'uomo (1525 ca.; Milano, Castello Sforzesco)


Altre immagini:
Web Gallery of Arts.


Libri da leggere


  • Leandro Ventura, Correggio, Giunti, 2006
  • Giuseppe Adani, Renza Bolognesi, Correggio. Pittore universale, Silvana Editoriale, 2005


Mostre e musei da visitare


  • Parma, Galleria Nazionale
  • Parma, Duomo
  • Parma, Camera della Badessa
  • Parma, San Giovanni Evangelista
  • Modena, Galleria Estense
  • Mantova, Museo Diocesano
  • Milano, Pinacoteca di Brera
  • Milano, Castello Sforzesco
  • Pavia, Pinacoteca Malaspina
  • Firenze, Uffizi
  • Roma, Galleria Borghese
  • Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte
  • San Benedetto Po (MN), Monastero di Polirone
  • Parigi, Louvre
  • Vienna, Kunsthistorisches Museum
  • Dresda, Gemäldegalerie
  • Londra, National Gallery
  • Budapest, Szépmuvészeti Múzeum
  • San Pietroburgo, Hermitage
  • Washington, National Gallery






I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.



Galleria Continua

Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Patrimonio     Politica e beni culturali     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Quattrocento     Riforme     Cinquecento     Ottocento     Firenze     Genova     Novecento     Arte medievale    

Strumenti utili