La nuova stagione de La Grande Arte al Cinema vedrà protagonisti Leonardo, Raffaello e Modigliani


Da settembre al via la nuova stagione de La Grande Arte al Cinema: protagonisti Leonardo da Vinci, Amedeo Modigliani e Raffaello.

Riparte da settembre la nuova stagione de La Grande Arte al Cinema, il progetto originale Nexo Digital che porta nelle sale cinematografiche italiane l’arte e i luoghi della cultura. In questa nuova edizione 2020-2021 saranno protagonisti Leonardo da Vinci, Amedeo Modigliani, Pompei e Raffaello.

Si inizierà il 21, 22 e 23 settembre con Una notte al Louvre: Leonardo da Vinci, offrendo agli spettatori l’occasione unica di ammirare da vicino le opere di Leonardo conservate nel celebre museo parigino. Sarà una passeggiata notturna nelle sale del Louvre, accompagnati dai curatori della mostra dedicata al genio, Vincent Delieuvin e Louis Frank. La retrospettiva, la prima del Louvre, dedicata alla produzione dell’artista nella sua totalità, dimostra come Leonardo abbia elevato la pittura al di sopra di tutte le altre ricerche e in che modo la sua indagine sul mondo fosse al servizio di un’arte la cui ambizione suprema era quella di dar vita ai suoi dipinti. È la prima volta che il museo parigino viene presentato in un film documentario proiettato in oltre sessanta paesi con traduzioni in trenta lingue. Quattro notti di riprese e una squadra di trenta tecnici hanno reso possibile la realizzazione del docu-film diretto da Pierre-Hubert Martin. I testi sono a cura di Catherine Sauvat e Pierre-Hubert Martin, con la supervisione dei curatori congiunti. La narrazione è stata affidata a Coraly Zahonero, membro della Comédie-Française.

 In occasione del centenario della scomparsa di Amedeo Modigliani, sarà proiettato il 12, 13 e 14 ottobre il docu-film Maledetto Modigliani, prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital, diretto da Valeria Parisi e scritto con Arianna Marelli su soggetto di Didi Gnocchi. Il film racconta un artista d’avanguardia diventato un classico contemporaneo, una vita e un talento oltre la leggenda. Dalla Livorno delle origini, patria dei Macchiaioli, alla Parigi di Picasso e di Brancusi, centro della modernità: un segno unico, tra primitivismo e Rinascimento italiano. Nel racconto di una biografia breve e intensa anche la storia di amori non consumati, tumultuosi, drammatici. Con donne dalle personalità estremamente contemporanee: la poetessa Anna Achmatova, la giornalista Beatrice Hastings, la pittrice Jeanne Hébuterne. Il docu-film s’ispira anche alla mostra Modigliani – Picasso. The Primitivist Revolution, curata da Marc Restellini e in programma all’Albertina di Vienna, ed è arricchito dalle immagini di opere esposte sia all’Albertina, sia alla National Gallery of Art di Washington, nei musei e nelle collezioni di Parigi e nella grande mostra Modigliani e l’avventura di Montparnasse del Museo della Città di Livorno. 

Il 9, 10 e 11 novembre sarà la volta di Pompei. Eros e mito, prodotto da Sky, Ballandi e Nexo Digital, in collaborazione e con il contributo scientifico del Parco Archeologico di Pompei. Un viaggio indietro nel tempo di duemila anni in un docu-film che racconta i miti e i personaggi che hanno contribuito all’immortalità di questo sito. Dalla storia d’amore tra Bacco e Arianna al rapporto tra Leda e il Cigno, dalla sete di sangue soddisfatta dalle lotte dei gladiatori alla disperata ricerca dell’immortalità di Poppea Sabina, Il film analizza i miti, le leggende e gli aspetti più segreti della città. Ad accompagnare gli spettatori in questo viaggio sarà una narratrice d’eccezione: Isabella Rossellini, diretta da Pappi Corsicato, che mostrerà come i miti e le opere ritrovate abbiano ammaliato e influenzato artisti come Pablo Picasso e Wolfgang Amadeus Mozart. 

Infine, il 14, 15 e 16 dicembre si andrà nel Rinascimento con il docu-film Raffaello. Il giovane prodigio, diretto da Massimo Ferrari e prodotto da Sky, in occasione dei cinquecento anni dalla morte dell’artista. Il film intende raccontare l’urbinate partendo dai suoi ritratti femminili. La madre, l’amante, la committente, la dea: le protagoniste della vita di Raffaello permettono di narrare il pittore da una nuova prospettiva e di indagare sulla sua continua ricerca della bellezza assoluta. Dalla Galatea alla Muta, dalla Dama con Liocorno alla Velata fino alla Fornarina. Il documentario pone l’accento sulla metamorfosi artistica del pittore e sulla sua capacità di evolvere continuamente la propria arte senza mai ripetersi. A enfatizzare il racconto, l’utilizzo di animazioni grafiche che, ispirandosi alle classiche illustrazioni in bianco e nero e mediante un linguaggio evocativo e onirico, danno forma ai momenti chiave della vita di Raffaello in cui mito, leggenda e realtà si intersecano. 

La Grande Arte al Cinema è un progetto originale ed esclusivo di Nexo Digital.  Per l’autunno 2020 la Grande Arte al Cinema è distribuita in esclusiva per l’Italia da Nexo Digital con i media partner Radio Capital, Sky Arte, MYmovies.it, ARTE.it e in collaborazione con Abbonamento Musei. 

La nuova stagione de La Grande Arte al Cinema vedrà protagonisti Leonardo, Raffaello e Modigliani
La nuova stagione de La Grande Arte al Cinema vedrà protagonisti Leonardo, Raffaello e Modigliani


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER