Il Rosario di Cagnaccio di San Pietro entra nella Collezione Cavallini Sgarbi


Un nuovo capolavoro entra a far parte dal 21 aprile della Collezione Cavallini Sgarbi, esposta al Castello Estense di Ferrara fino al 3 giugno. 

Si tratta dell’opera "Il Rosario" realizzata da Cagnaccio di San Pietro, firmata e datata tra il 1932 e il 1934.

Protagonisti sono la moglie dell’artista, le figlie e la suocera in atteggiamento di attesa; sullo sfondo c’è il mare. Pregano con il rosario in mano la restituzione del figlio, marito e padre.

L’opera è stata esposta nel 1934 alla Biennale di Venezia, nel 1935 alla Quadriennale di Roma, nel 1936 alla Galleria Trieste.

Cagnaccio di San Pietro nacque a Desenzano del Garda nel 1897. Fu allievo a Venezia di Ettore Tito, mescolò il sacro e il profano, con attenzione particolare al mondo degli umili e degli innocenti.

Per info: www.castelloestense.it

Orari: Da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 17.30; sabato e domenica dalle 9.30 alle 18.

 

Il Rosario di Cagnaccio di San Pietro entra nella Collezione Cavallini Sgarbi
Il Rosario di Cagnaccio di San Pietro entra nella Collezione Cavallini Sgarbi

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter: niente spam, una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!








Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Arte antica     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Barocco     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Genova     Roma    

Strumenti utili