A Firenze un ciclo d'incontri per celebrare il cinquecentenario della morte di Leonardo e della nascita di Cosimo de' Medici


In occasione dei cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci e dalla nascita di Cosimo I de’ Medici, l’Opera di Santa Maria del Fiore propone un ciclo di incontri, a cura di Antonio Natali e Sergio Givone, dal titolo Umanesimo e Maniera moderna. Dieci le conferenze, la prima delle quali il prossimo 15 gennaio alle ore 17 a cura di Luca Bagnoli che parlerà di La fabbriceria di Santa Maria del Fiore tra storia, diritto e azienda

Nel 2019 ricorrono due cinquecentenari importanti per la storia di Firenze: la morte di Leonardo da Vinci e la nascita di Cosimo I de’ Medici. I due avvenimenti datano alla primavera inoltrata del 1519. Il 2 maggio moriva ad Amboise Leonardo e il 12 giugno a Firenze nasceva Cosimo. “Per Leonardo (di cui riesce facile presagire l’incalzare delle celebrazioni in ogni luogo), afferma Antonio Natali, le letture si volgeranno ai pensieri, vale a dire alle trame e ai contenuti illustrati. Saranno i pensieri a prevalere sulla lingua figurativa; della quale, d’altra parte, comunque si ragionerà. Di Cosimo I sarà invece commentato lo spessore intellettuale che informò il suo collezionismo archeologico. Essendo poi, tutt’e due – Leonardo e Cosimo – protagonisti (ancorché in àmbiti distinti) della cultura fiorentina fra umanesimo e ’maniera modernà, s’è pensato fosse opportuno prevedere anche ragionamenti che dessero conto di quelle disposizioni ideologiche, peraltro concettualmente correlate”. 

Il ciclo di incontri si terrà presso l’Antica Canonica di San Giovanni a Firenze (Piazza San Giovanni 7), dal 15 gennaio al 21 maggio 2019, il martedì alle ore 17.00. L’ingresso è gratuito, senza prenotazione, fino a esaurimento posti. 

La seconda conferenza di Antonio Natali si terrà il 29 gennaio e avrà come titolo Leonardo, Vasari e la nascita della ‘maniera moderna’. Il 12 febbraio sarà la volta di Gigetta Dalli Regoli con Un pittore agli esordi e una giovane poetessa: Leonardo e Ginevra de’ Benci, mentre il 26 febbraio Vincenzo Farinella parlerà di Leonardo e l’Antico. Il 12 marzo Andrea Baldinotti con Nobiltà e Bellezza: la Dama con l’Ermellino di Leonardo da Vinci. Leonardo e il concetto vasariano della “grazia” sarà il tema della sesta conferenza di Timothy Verdon il 26 marzo; mentre il 9 aprile Marino Biondi con Destino dell’Umanesimo. Il 23 aprile Sergio Givone con Forma e deformazione dall’Alberti a Leonardo, il 7 maggio Fabrizio Paolucci con Sotto il segno dell’Antico: il collezionismo archeologico di Cosimo I. Infine l’ultimo appuntamento, il 21 maggio 2019, sarà con Gianluca Garelli e l’Umanesimo oltre l’Umanesimo.

Per informazioni: Tel. 055 2302885
Email: eventi@operaduomo.firenze.it

Immagine: Lapidarium, Maestranze Fiorentine, Mensola con testa maschile (Museo dell’Opera del Duomo)

 

A Firenze un ciclo d'incontri per celebrare il cinquecentenario della morte di Leonardo e della nascita di Cosimo de' Medici
A Firenze un ciclo d'incontri per celebrare il cinquecentenario della morte di Leonardo e della nascita di Cosimo de' Medici

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter: niente spam, una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!








Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Barocco     Quattrocento     Firenze     Genova     Roma    

Strumenti utili