Oltre cento scatti di cinque grandi fotografe per riflettere sull'identità della donna


Soggetto nomade è la mostra che il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato inaugurerà sabato 22 giugno, alle ore 18.30, presso il Centro Internazionale di fotografia di Palermo: attraverso oltre cento fotografie di cinque grandi fotografe italiane, la rassegna intende stimolare una riflessione sull’identità e sulla rappresentazione della soggettività femminile in un ventennio cruciale nel nostro Paese.

Per la prima volta verranno riunite le fotografie di Paola Agosti, Letizia Battaglia, Lisetta Carmi, Elisabetta Catalano e Marialba Russo, realizzate tra la metà degli anni Sessanta e gli anni Ottanta, restituendo da angolazioni diverse il modo in cui la soggettività femminile è vissuta, rappresentata e interpretata in un periodo di grande cambiamento sociale per l’Italia. Anni di transizione dalla radicalità politica all’edonismo, anni di piombo ma anche anni di grande partecipazione e conquiste civili, avvenute principalmente proprio grazie alle donne e alle loro battaglie.

Una riflessione sull’identità della donna e sulla sua rappresentazione: dai ritratti genovesi di Lisetta Carmi alle attrici, scrittrici e artiste di Elisabetta Catalano, le fotografie sul movimento femminista di Paola Agosti, le donne e le bambine di una Sicilia sfigurata dalla mafia di Letizia Battaglia e infine gli uomini che per un giorno assumono l’identità femminile nel carnevale di piccoli centri della Campania esplorati da Marialba Russo.

Pur appartenenti a generazioni diverse, ognuna delle fotografe presentate in mostra si è confrontata con le trasformazioni sociali della società italiana, originando riflessioni personalissime sull’immagine della donna.

La fotografia è in questi anni strumento per eccellenza per rappresentare una nuova centralità del corpo della donna e delle sue trasformazioni, delle esperienze personali, del rapporto tra memoria privata e storia collettiva. 

Le fotografie in mostra documentano un periodo di circa vent’anni: testimonianza dell’emergere di nuove urgenze espressive che offrono uno sguardo delle donne sulle donne e sulla loro identità.

La mostra è a cura di Cristiana Perrella e Elena Magini ed è visitabile fino al 22 settembre 2019.

Immagine: Letizia Battaglia, La bambina con il pallone, quartiere la Cala, Palermo, 1980

Oltre cento scatti di cinque grandi fotografe per riflettere sull'identità della donna
Oltre cento scatti di cinque grandi fotografe per riflettere sull'identità della donna

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

Strumenti utili