Genova, apre la Fondazione Pallavicino, con sede in uno dei Rolli. Sarà diretta da Vittorio Sgarbi


Domani 4 luglio 2019, a Genova, apre un nuovo istituto culturale, la Fondazione Pallavicino: è una onlus che avrà sede in Palazzo Pallavicino (o Palazzo Interiano Pallavicino), uno dei palazzi dei Rolli, che si affaccia sulla centralissima piazza Fontane Marose. La direzione artistica è stata affidata a Vittorio Sgarbi mentre alla presidenza ci sarà Domenico Pallavicino, e scopo della neonata fondazione è quello di tutelare e presentare al pubblico la memoria della famiglia Pallavicino, antica dinastia genovese il cui ramo principale, tra il Sei e il Settecento, diede alla Repubblica ben tre dogi. Il pubblico potrà dunque visitare le sale del palazzo, dove si conservano opere di artisti come Bernardo Strozzi, Anton Maria Maragliano, Simone Cantarini, Vittorio Corcos, Giuseppe Zuccarelli e molti altri, e conoscere la storia di una delle famiglie più illustri della storia cittadina.

Il Palazzo, noto anche come Palazzo Paolo e Nicolò Interiano o, come detto sopra, Palazzo Interiano Pallavicino (gli Interiano furono infatti i primi proprietari nonché i committenti dell’edificio: lo fecero costruire tra il 1565 e il 1567 affidando il progetto all’architetto Francesco Casella), è uno dei più noti e imponenti del sistema dei Rolli (figura, peraltro, in tutte le liste antiche dei Rolli), e ne parlò anche il grande Rubens nella sua raccolta sui palazzi genovesi. In passato fu anche di proprietà di altre famiglie: i Negrone, i Centurione, i Grimaldi. Uno dei tratti caratteristici del palazzo è la sua facciata, interamente dipinta da Lazzaro e Pantaleo Calvi con un programma iconografico teso a celebrare la figura di Nicolò Interiano, che era stato anche governatore della repubblica (in facciata, accanto ai finestroni, si ammirano le raffigurazioni delle quattro virtù cardinali, ovvero la Prudenza, la Giustizia, la Temperanza e la Fortezza).

“I palazzi appartenenti alle antiche e nobili famiglie genovesi”, ha dichiarato l’assessore alla cultura del Comune di Genova, Barbara Grosso, “sono spesso ricchi di opere d’arte: tesori che devono essere salvaguardati, conservati e valorizzati, anche esponendoli al pubblico. E questo è proprio lo scopo della Fondazione Pallavicino, la quale promuove la divulgazione della memoria dell’omonima famiglia genovese, una delle più antiche casate feudali del Nord Italia che diede lustro alla nostra città. L’apertura di Palazzo Pallavicino, con le collezioni stabili e la proposta di due o tre mostre annuali di arte antica anche di interesse genovese nelle sale espositive del Palazzo o in altre sedi istituzionali, potranno rappresentare un virtuoso esempio di sinergia tra pubblico e privato, per implementare l’offerta culturale cittadina a vantaggio dei genovesi e dei turisti”.

Nella foto: una delle sale di Palazzo Pallavicino

Genova, apre la Fondazione Pallavicino, con sede in uno dei Rolli. Sarà diretta da Vittorio Sgarbi
Genova, apre la Fondazione Pallavicino, con sede in uno dei Rolli. Sarà diretta da Vittorio Sgarbi

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

Strumenti utili