Napoli, le migrazioni sono protagoniste del progetto “Migrations” di Francesca Di Bonito


Dal 16 agosto al 2 settembre 2019, il PAN Palazzo delle Arti di Napoli ospita Migrations, un progetto artistico multimediale di Francesca Di Bonito (Napoli, 1978). Migrations è un’esperienza artistica che analizza i fenomeni di spostamento e trasformazione degli esseri viventi. Un progetto multimediale, visivo e plastico sui flussi ciclici a cui sono sottomessi i corpi biologici e sociali.

Il tema delle migrazioni, al centro del progetto, è osservato da un punto di vista antropologico, come condizione evolutiva necessaria all’adeguamento umano in un mondo in continuo divenire, composto dagli inesorabili cicli naturali della vita ma anche dai costanti e mutevoli flussi geo-politici dettati dalle condizioni socio-economiche mondiali. I cicli biologici (corpi viventi) e gli spostamenti delle popolazioni (corpi sociali) si ritrovano in uno stesso movimento, mossi da pulsioni naturali e imperative che si interpenetrano.

La ricerca artistica espressa attraverso il progetto è quindi finalizzata a una riforma dei modelli di pensiero rispetto alla tematica dell’immigrazione che viene osservata come espressione temporale di una contingenza.

Al fine di trascrivere la nozione stessa di flusso e migrazione, il ritmo della narrazione scelto dall’artista, si costruisce intorno a composizioni visive in cui si alternano documenti scientifici, immagini documentarie, allegoriche, oniriche e simboliche. Allo stesso modo anche i formati scelti variano continuamente e alternano tagli monumentali a immagini molto piccole o di medio formato.

In occasione della mostra sarà possibile consultare il libro del progetto, pubblicato a giugno 2019. Dopo la tappa napoletana il progetto sarà in mostra ad ottobre 2019 presso L’Angle Galerie di Hendaye e a novembre 2019 in occasione del FOTOFEVER al Carrousel du Louvre di Parigi.

Francesca Di Bonito è un artista visiva nata in Italia nel 1978 e stabilitasi a Parigi nel 2004, dove attualmente vive e lavora. La sua esperienza nel fotogiornalismo unita agli studi di storia dell’arte, di fotografia e di arti plastiche, la portano ad adottare un approccio artistico che attraverso nuove forme di racconto spiega le dinamiche sociali nel contesto contemporaneo.

Il mezzo fotografico è il materiale narrativo attorno al quale si evolvono i suoi progetti. Francesca Di Bonito prende in prestito dal reportage strumenti e tecniche dei media, unendoli all’esperienza artistica e generando in questo modo una metamorfosi dell’informazione, mediante la deviazione della documentazione visiva e la sua lettura. Attraverso la sua produzione l’artista mette in discussione le dinamiche sociali al centro dei problemi contemporanei.

Per tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 081 795 8604.

Fonte: comunicato

Napoli, le migrazioni sono protagoniste del progetto “Migrations” di Francesca Di Bonito
Napoli, le migrazioni sono protagoniste del progetto “Migrations” di Francesca Di Bonito


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE







Login abbonamento online


Password dimenticata

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

Strumenti utili