La nota

a cura di Anselmo Nuvolari Duodo e Giovanni De Girolamo
La Nota "La nota" è la prima rubrica nata all'interno di Finestre sull'Arte. Fino al 2011 è stata curata da Ambra Grieco, mentre a partire dal 2012 è condotta da Anselmo Nuvolari Duodo e Giovanni De Girolamo: insieme a ogni puntata, la rubrica approfondisce alcuni aspetti legati alla vita, alla produzione o alle opere degli artisti di cui parliamo nel nostro podcast. Con Anselmo e Giovanni scopriremo curiosità e aneddoti ma troveremo anche interessanti e originali chiavi di lettura per comprendere le opere d'arte.


Fai clic sui titoli degli articoli per leggerli!


Giambattista Tiepolo: la Sala dell'Imperatore a Würzburg
Puntata 12 - 6 dicembre 2013 - di Giovanni De Girolamo

Tra i numerosi affreschi eseguiti da Giambattista Tiepolo, che resero il pittore veneziano famoso non solo in Italia ma anche in Europa, figurano quelli eseguiti per la celebre Residenza di Würzburg, in Germania, su commissione del vescovo-principe della città tedesca, Carl Philipp von Greiffenklau. In questo articolo, Giovanni ci illustra quelli della Sala dell'Imperatore, uno degli ambienti più interessanti della Residenza.



L'incisione Prevedari di Donato Bramante
Puntata 11 - 31 ottobre 2013 - di Anselmo Nuvolari Duodo

In questa puntata, Anselmo ci parla di un'incisione eseguita dall'orafo Bernardo Prevedari e ricavata da un disegno di Donato Bramante. L'opera è importante perché rappresenta intanto la prima prova artistica nota di Donato Bramante a Milano, e poi perché è una importante "traduzione" delle idee del grande artista in fatto di architettura. Nel suo interessante articolo, Anselmo ci parla della storia e delle fonti dell'incisione Prevedari e ci fornisce una completa descrizione!



Le caricature di Gian Lorenzo Bernini
Puntata 10 - 30 settembre 2013 - di Giovanni De Girolamo

Su Gian Lorenzo Bernini, uno degli artisti più famosi e studiati della storia dell'arte, è stato scritto di tutto, ma non sono in molti a conoscere un aspetto insolito della sua produzione, quello delle caricature, che si diressero verso alcuni dei più potenti personaggi della Roma pontificia del Seicento, molti dei quali erano committenti dell'artista che impersonificò la potenza e il dinamismo dell'arte barocca.



L'ultimo periodo di Pietro Perugino
Puntata 9 - 6 agosto 2013 - di Anselmo Nuvolari Duodo

Sul finire della carriera, a partire dai primi anni del 1500, il Perugino lasciò Firenze dove ormai si stava affermando il Rinascimento maturo e la sua arte non era più aggiornata, e si rifugiò nelle terre natali, in Umbria: nei dintorni di Perugia continuò a produrre opere, seppur non molto al passo con i tempi, di altissima qualità. Anselmo ci parla di alcuni di questi capolavori.



Recenti scoperte sull'arte di Baciccio
Puntata 8 - 31 luglio 2013 - di Giovanni De Girolamo

In questo articolo, Giovanni ci parla di alcune delle recenti scoperte e attribuzioni che riguardano l'arte di Giovan Battista Gaulli, meglio noto come il Baciccio o il Baciccia (il diminutivo del suo nome in genovese). Tra queste scoperte, dipinti e ritratti ma anche interessanti bozzetti tridimensionali per i grandiosi affreschi che hanno reso il Baciccio uno dei grandi nomi della storia dell'arte.



Le mensole di Nicola Pisano nel Duomo di Siena
Puntata 7 - 10 luglio 2013 - di Giovanni De Girolamo

Di recente attribuzione, le mensole del Duomo di Siena sono un lavoro poco conosciuto di Nicola Pisano ma che dà modo di vedere quale fosse la portata innovativa della sua arte, che si rifaceva a stilemi classici "innestati" sulle caratteristiche tipiche dell'arte gotica. Le mensole del Duomo di Siena, dove Nicola Pisano lavorò anche al pulpito e probabilmente alla stessa costruzione dell'edificio, rappresentano un lavoro di alta qualità e di grande naturalismo.



Lo stile di Lorenzo Lotto in cinque capolavori
Puntata 6 - 6 luglio 2013 - di Anselmo Nuvolari Duodo

Attraverso la lettura di cinque grandi capolavori di Lorenzo Lotto che vanno dagli esordi a Treviso del pittore veneziano fino agli anni Venti e al suo lungo soggiorno bergamasco, Anselmo ci propone un'analisi dello stile originalissimo e innovativo di un grandissimo pittore, a lungo dimenticato dalla critica e oggi giustamente posto tra i grandi nomi della storia dell'arte italiana.



L'arte di Mattia Preti
Puntata 5 - 15 giugno 2013 - di Anselmo Nuvolari Duodo

Anselmo ci racconta, attraverso alcune delle opere esposte alla mostra "Il Cavalier Calabrese Mattia Preti", che si tiene alla Reggia di Venaria Reale fino al 15 settembre, l'arte del grande Mattia Preti, formatosi sugli esempi di pittori caravaggeschi come Bartolomeo Manfredi e Valentin de Boulogne per poi "virare" verso la pittura emiliana del Guercino e infine, a fine carriera, verso la magniloquenza dell'arte barocca.



L'imperatore Rodolfo II e la sua Wunderkammer
Puntata 4 - 6 giugno 2013 - di Giovanni De Girolamo

Rodolfo II, mecenate di Giuseppe Arcimboldi oltre che di tanti altri artisti, fu un imperatore dotato di una particolare personalità che lo portava a curarsi poco della politica, ma a coltivare notevole interesse per le arti e per la scienza. Rodolfo II si ricorda anche per la costituzione di una splendida Wunderkammer di cui facevano parte gli oggetti più disparati: ce ne parla Giovanni nel suo articolo!



Altichiero nella cappella di San Giacomo a Padova
Puntata 3 - 3 maggio 2013 - di Giovanni De Girolamo

La più famosa realizzazione di Altichiero è la "Crocifissione" che si trova a Padova nella Cappella di San Giacomo (o di San Felice) all'interno della Basilica di Sant'Antonio. Ma questa cappella ospita diversi altri affreschi, che sono oggetto di una delle più spinose questioni attributive dell'arte trecentesca: per alcuni di questi dipinti infatti è stato anche proposto il nome di Jacopo Avanzi. Giovanni ci parla di tutto questo nel suo articolo.



Gli esordi del Pinturicchio
Puntata 2 - 8 aprile 2013 - di Anselmo Nuvolari Duodo

In questo articolo, Anselmo ci parla delle primissime fasi della carriera del Pinturicchio, soprannome di Bernardino di Betto, focalizzandosi sulla sua collaborazione con il Perugino a Roma, nella cappella Sistina (anche se è difficilissimo stabilire dove si è svolto l'intervento del giovane pittore umbro), e terminando con una citazione a Macrino d'Alba, che fu uno dei pittori più suggestionati dall'arte del Pinturicchio.



Il Rosso Fiorentino a Roma nella Cappella Cesi
Puntata 1 - 1 marzo 2013 - di Giovanni De Girolamo

Nel 1523, il Rosso Fiorentino, soprannome di Giovanni Battista di Jacopo, si recò a Roma dove lavorò nella cappella Cesi in Santa Maria della Pace, chiesa dove si trovò a confrontarsi direttamente con Raffaello e, indirettamente, con Michelangelo. Il Rosso realizzò due affreschi: la Creazione di Eva e la Cacciata dal Paradiso terrestre. Questo articolo di Giovanni, il primo della rubrica "La nota" del 2013, ci parla proprio della poco riuscita impresa romana del Rosso, con il suo appassionante incontro-scontro con i due grandi del Rinascimento.

Altre puntate

Stagione 2012 | Stagione 2011 | Stagione 2010 | Stagione 2009