Palazzo Albergati - La collezione Gelman

San Giovanni Battista

Autore: Tiziano
1530-1532 circa
Venezia, Gallerie dell'Accademia

Questo monumentale San Giovanni Battista fu eseguito da Tiziano per la chiesa di Santa Maria Maggiore a Venezia. Già nel 1557 il letterato Ludovico Dolce, nella sua opera intitolata L'Aretino, lo celebrava lodandone soprattutto il disegno e il "colorito". La figura di san Giovanni si staglia infatti imperiosa al centro del dipinto: il personaggio è accompagnato dall'agnello, suo tipico attributo, e indossa la tunica di pelle di cammello reggendo in mano il crocifisso ricavato da due canne (si tratta di oggetti che rimandano alla sua peregrinazione nel deserto). Giovanni Battista si trova in un suggestivo paesaggio boscoso. A sinistra una rupe occupa buona parte del dipinto, mentre a destra notiamo un ruscello che forma una piccola cascata e, più indietro, una rigogliosa vegetazione.

Il disegno lodato da Dolce è particolarmente evidente se osserviamo la minuziosa descrizione dell'anatomia di san Giovanni Battista: ogni singolo muscolo viene rifinito con estrema cura, e questo vale soprattutto per i muscoli in tensione (quelli del petto, il braccio destro che si leva verso l'alto, i muscoli delle gambe in appoggio). È evidente l'influenza dell'arte toscana: Tiziano, al tempo, doveva aver osservato in modo molto attento l'arte di Michelangelo, inserendosi nel dibattito sulla forma che, alla luce dei risultati ottenuti dai pittori toscani, stava interessando la pittura veneta. I colori densi e forti del paesaggio sono invece quelli tipici della tradizione del Veneto.

Il dipinto fu rimosso dalla chiesa nel 1807, a seguito delle soppressioni degli ordini religiosi. L'opera avrebbe dovuto lasciare Venezia (forse con destinazione Parigi o Milano, città dove giunsero gran parte dei dipinti requisiti durante le spoliazioni napoleoniche), ma grazie alla tenacia del restauratore Pietro Edwards, che collaborava con l'Accademia di Venezia, il dipinto riuscì a restare in laguna e andò a rimpinguare la raccolta di quelle che sarebbero divenute in seguito le Gallerie dell'Accademia.

4 luglio 2016
Per conoscere l'arte di Tiziano: https://www.finestresullarte.info/Puntate/2011/03-tiziano-vecellio.php San Giovanni Battista di Tiziano

Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"





Galleria Continua

Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Patrimonio     Politica e beni culturali     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Quattrocento     Riforme     Ottocento     Cinquecento     Firenze     Genova     Settecento     Roma    

Strumenti utili