Fioriere

Autore: Mario dei Fiori
1640-1642
Madrid, Prado

Il pittore romano Mario Nuzzi, passato alla storia dell'arte come Mario dei Fiori, si specializzò nelle nature morte floreali, genere a cui rimase fedele per tutta la carriera e di cui fu il miglior interprete nel Seicento. Dipinse per i più svariati committenti, come attestano queste Fioriere che fanno parte di una serie di nature morte floreali che gli furono commissionate per il Palacio del Buen Retiro, residenza di piacere dei sovrani spagnoli non lontana da Madrid. Le opere risalgono al 1640-1642.

In questo dipinto, oltre ai fiori più svariati (tulipani, anemoni, garofani) abbiamo anche un violino e uno scoiattolo che Mario dei Fiori ha aggiunto probabilmente per offrire al committente un ulteriore saggio delle sue elevatissime capacità imitative. Mirabili i lievi riflessi di luce che si posano sul violino e sui petali di fiori, oltre alle trasparenze del vaso che vediamo sulla destra, appoggiato sopra a una colonna tronca che richiama quella che si erge sullo sfondo (i rimandi alla classicità erano, in antico, il modo più immediato per evocare l'immagine dell'Italia).

L'opera, da sempre presente nelle collezioni dei reali di Spagna, è oggi conservata a Madrid, al Prado.

Fioriere di Mario dei Fiori

Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"






Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Quattrocento     Firenze     Riforme     Genova     Novecento     Settecento    

Strumenti utili