Maddalena penitente che adora il crocifisso

Autore: Giovanni Battista Pittoni
1730-1735 circa
Parma, Galleria Nazionale

Questa grande tela di due metri e quaranta per due che raffigura la Maddalena penitente che adora il crocifisso fu commissionata a Giovanni Battista Pittoni dai frati cappuccini di Parma attorno al 1730: era destinata a ornare, insieme a dipinti di altri esponenti della scuola veneziana del tempo (Giovanni Battista Tiepolo e Giovanni Battista Piazzetta), una delle cappelle della chiesa di Santa Maria del Tempio, dedicata proprio a Maria Maddalena e luogo di sepoltura di alcuni membri della famiglia dei duchi di Parma, i Farnese (la chiesa oggi è sconsacrata ed è sede del circolo ARCI Alfredo Zerbini).

Con toni di forte patetismo, evidenti soprattutto nell'espressione di grande sofferenza della santa e nel gesto con cui porta la mano al petto, Pittoni riesce a creare una figura tipicamente settecentesca nella sua originale fusione di plateale manifestazione di dolore ed eleganza formale (da notare anche l'ardita posa della mano che regge il crocifisso). Maria Maddalena, che si regge sulle punte dei piedi in una posa impossibile, si distingue per il suo colorito perlaceo e per i lineamenti dolci del suo corpo (non privo di una certa carica sensuale), oltre che per la delicata gamma cromatica della veste che fa risaltare la figura della protagonista contro il paesaggio cupo che si apre alle sue spalle. Occorre prestare attenzione anche agli oggetti: non soltanto al crocifisso, ma anche alla stuoia, alla catena, al libro, al teschio e alla sferza che nel loro complesso vanno a costituire un realistico brano di natura morta all'interno della composizione. Più leziosamente rococò appaiono invece i tre cherubini che appaiono nel cielo.

Secondo una plausibile ricostruzione storica, nell'Ottocento, a seguito delle soppressioni napoleoniche, il dipinto finì in Francia per poi tornare in Italia dal collezionista privato da cui la Galleria Nazionale di Parma (dove oggi l'opera si trova) l'acquistò nel 1915. Alle Gallerie dell'Accademia di Venezia si conserva anche un bozzetto.

15 giugno 2016

Maddalena penitente che adora il crocifisso di Giovanni Battista Pittoni

Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"






Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Patrimonio     Politica e beni culturali     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Quattrocento     Firenze     Riforme     Genova     Roma     Novecento    

Strumenti utili