Cena in Emmaus

Autore: Marco Marziale
1506
Venezia, Gallerie dell'Accademia

Questa Cena in Emmaus è un dipinto del veneziano Marco Marziale in cui viene raccontato il celebre episodio evangelico nel quale Gesù, dopo la resurrezione, incontra nella città di Emmaus due suoi discepoli, che non lo riconoscono: invitato dai due a fermarsi a cena con loro, viene riconosciuto nel momento in cui spezza il pane e lo benedice. Nel suo dipinto, Marco Marziale raffigura proprio il momento in cui Gesù prende il pane compiendo il gesto della benedizione.

L'opera è molto importante perché ricalca una perduta Cena in Emmaus di Giovanni Bellini dipinta per il nobile Giorgio Corner nel 1494 e nota solo da copie: la prospettiva centrale, il tavolo al centro esatto della scena, l'ambientazione in un interno, la posizione e il numero dei personaggi sono caratteristiche comuni alle due opere, ma Marco Marziale (che realizza la sua opera nel 1506: firma e data sono apposte sul cartellino attaccato alla gamba del tavolo) declina il tema secondo una diversa sensibilità. Marziale, in particolare, si dimostra artista molto più "pragmatico" di Bellini nella sua volontà di indugiare sul dato naturalistico, evidente, eccezion fatta per il Cristo, in tutti i personaggi della composizione, che mostrano evidenti connessioni con l'arte tedesca del tempo. Marziale poi insiste sulla nota esotica del dipinto sostituendo l'inserviente in ambiti orientali con un uno di colore, che osserva Cristo mentre compie il suo gesto. Ancora, è palese il gusto per le decorazioni (i tendaggi, gli abiti dei due inservienti) rese con particolare minuzia. I colori sgargianti e il segno aspro, tipici del suo stile, fanno il resto.

Il dipinto è conservato alle Gallerie dell'Accademia di Venezia dove è giunto nel 1838 con il legato di Girolamo Contarini. È stato restaurato per l'ultima volta nel 1993.

21 settembre 2017

Cena in Emmaus di Marco Marziale

Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"






Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Barocco     Cinquecento     Quattrocento     Genova     Firenze     Novecento     Riforme     Settecento    

Strumenti utili