Finestre sull'Arte - Sesta puntata

Pietro Paolini

Pietro Paolini


Pittore caravaggesco a Lucca



Puntata 6 - 16 maggio 2012
Durata: 28'06"



Clicca qui per il download diretto


Forse il suo nome non è tra quelli più noti, ma Pietro Paolini è stato uno dei più importanti (anzi, forse il più importante assieme a Orazio Gentileschi) dei caravaggeschi toscani: nato nel 1603, formatosi a Roma sotto la guida di Angelo Caroselli ma potendo vedere da vicino le opere di Caravaggio e dei suoi seguaci (su tutti Bartolomeo Manfredi), Pietro Paolini poté tornare a Lucca intorno al 1631, dopo un ulteriore soggiorno a Venezia, con un bagaglio di esperienze (incluso il classicismo bolognese e gli esiti della pittura veneta) che gli consentì di portare nelle terre natali tutte le novità della pittura che si era sviluppata a Roma pochi anni prima. Capace di dipingere opere intime quanto opere spettacolari oltre a scene di genere, fondò verso gli anni Quaranta un'Accademia (che pose un importante freno alla sua attività, in quanto si dedicò soprattutto all'insegnamento) dalla quale uscirono diversi pittori. Andiamo alla scoperta della sua arte con Ilaria e Federico!

Immagine: Martirio di sant'Andrea (particolare), 1635; olio su tela, 315 x 215 cm; Lucca, San Michele in Foro.



Approfondimenti

Pietro Paolini (Lucca, 1603 - Roma, 1681)

Biografia


1603 Pietro Paolini nasce a Lucca il 3 giugno da Tommaso e Ginevra Raffaelli.
1619 Pietro è a Roma dove studia assieme al pittore caravaggesco Angelo Caroselli: ha modo di formarsi sulla pittura di Caravaggio e dei suoi seguaci, principalmente Bartolomeo Manfredi e i caravaggeschi francesi e nordici.
1625 ca. Realizza Achille con le figlie di Licomede del Getty Museum di Los Angeles, una delle sue prime opere. Risale all'incirca allo stesso anno il Concerto bacchico del Museum of Art di Dallas.
1627 Attorno a quest'anno Pietro torna da Roma.
1629 Compie un soggiorno a Venezia dove ha l'occasione di ammirare le opere di Paolo Veronese e Tintoretto.
1631 Compie il definitivo ritorno a Lucca, da dove non si sarebbe più mosso. L'anno prima il pittore aveva perso sia il padre che la madre e, secondo il biografo Filippo Baldinucci, doveva farsi carico da solo di dieci tra fratelli e sorelle.
1633 Realizza il Matrimonio mistico di santa Caterina, conservato presso la Galleria Nazionale d'Arte Antica di Roma: si tratta della sua prima opera firmata e datata.
1634 Riceve da parte dei fratelli lucchesi Giulio e Fabio Diodati, appartenenti a una famiglia nobile, l'incarico di dipingere le due tele della Congiura contro Albrecht von Wallenstein, a cui i due fratelli avevano partecipato: oggi sopravvive un solo dipinto (l'Uccisione degli ufficiali) conservato a Lucca a Palazzo Orsetti.
1634 ca. Dipinge la Madonna del Rosario.
1635 Realizza il Martirio di sant'Andrea della chiesa di San Michele in Foro a Lucca.
1636 Per la chiesa di Santa Maria Corteorlandini a Lucca esegue la Nascita del Battista oggi conservata presso il Museo Nazionale di Villa Guinigi, sempre a Lucca.
1640 ca. Attorno a quest'anno fonda la sua “Accademia Lucchese della Pittura e del Disegno”, che contribuirà a formare diversi pittori e a rendere particolarmente vivace l'ambiente artistico lucchese del Seicento. Pietro abbandona quasi del tutto l'attività pittorica per dedicarsi a quella di insegnante.
1650 ca. Termina di dipingere il Convito di san Gregorio Papa, imponente opere realizzata per i canonici lateranensi della chiesa di San Frediano.
1681 L'artista si spegne a Lucca.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allievo di: Angelo Caroselli
Guardò a: Paolo Guidotti - Caravaggio - Guido Reni - Bartolomeo Manfredi - Paolo Veronese - Pietro della Vecchia - Jacopo Ligozzi - Gerrit van Honthorst
Maestro di: Girolamo Scaglia - Simone del Tintore - Pietro Testa - Filippo Gherardi - Giovanni Coli - Giovanni Marracci
Guardarono a lui: Giovanni Martinelli - Giovanni Domenico Lombardi
Principali mecenati e committenti: Repubblica di Lucca - Giulio e Fabio Diodati - Michelangelo Paolini - canonici lateranensi di San Frediano

"La nota" - rubrica a cura di Anselmo Nuvolari Duodo e Giovanni De Girolamo


Il Doppio ritratto con Stefano Coli di Pietro Paolini (di Giovanni De Girolamo) - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!

Immagini


Opere citate durante la trasmissione

Achille tra le figlie di Licomede (1625 ca.; Los Angeles, Getty Museum)
Concerto bacchico (1625 ca.; Dallas, Museum of Art)
Matrimonio mistico di santa Caterina (1633; Roma, Galleria Nazionale di Arte Antica)
Madonna del Rosario (1634 ca.; Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi)
Martirio di san Bartolomeo (1630 ca.; Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi)
Martirio di san Ponziano (1630 ca.; Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi)
Nascita di san Giovanni Battista (1636; Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi)
Adorazione del Santissimo Sacramento (1633 ca.; Lucca, Gattaiola, Sant'Andrea)
La congiura contro Albrecht von Wallenstein: l'uccisione degli ufficiali (1634; Lucca, Palazzo Orsetti)
Giovane che dipinge a lume di candela (1638-41 ca.; Boston, Museum of Fine Arts)
Trinità con i santi Giovanni Battista e Rocco (1640-41; Miasino, San Rocco)
Martirio di sant'Andrea (1635; Lucca, San Michele in Foro)
Convito di san Gregorio Papa (1650 ca.; Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi)
Il pollarolo (1630 ca.; Lucca, Museo Nazionale di Palazzo Mansi)
Il mondinaro (1630 ca.; Lucca, Museo Nazionale di Palazzo Mansi)
Allegoria dei cinque sensi (1630 ca.; Baltimora, Walters Art Museum)


Libri da leggere


Patrizia Giusti Maccari, Pietro Paolini pittore lucchese, 1603 - 1681, Pacini Fazzi, 1987.
Si tratta dell'unica monografia completa su Pietro Paolini, anche se purtroppo è piuttosto datata ed è difficile da reperire in commercio. Potete cercare la biblioteca più vicina che lo possiede sul catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale al sito www.sbn.it.

Mostre e musei da visitare


- Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi
- Lucca, Museo Nazionale di Palazzo Mansi
- Lucca, Palazzo Orsetti (Municipio)
- Lucca, San Michele in Foro
- Lucca (Gattaiola), Sant'Andrea
- Roma, Galleria Nazionale d'Arte Antica
- Miasino (NO), San Rocco
- Ajaccio, Musée Fesch des Beaux-Arts
- Oxford, Ashmolean Museum
- Baltimora, Walters Art Museum
- Rochester, Memorial Art Gallery
- Dallas, Museum of Art
- Los Angeles, Getty Museum






I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.




Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Barocco     Quattrocento     Firenze     Genova     Roma    

Strumenti utili