Recensioni mostre - Finestre sull'Arte


Notturni a lume di candela. Il caravaggismo di Georges de La Tour. In mostra a Milano

Notturni a lume di candela. Il caravaggismo di Georges de La Tour. In mostra a Milano

Uno dei maggiori artisti del Seicento francese, Georges de La Tour (Vic-sur-Seille, 1593 – Lunéville, 1652), è stato riscoperto ben tre secoli più tardi, quando nel 1915 lo storico dell'arte tedesco Hermann Voss attribu&igr...
Leggi tutto...

Canova e Thorvaldsen, l'eterna sfida da cui è nata la scultura moderna. La mostra a Milano

Milano dovette contentarsi d'essere irradiata da un riverbero fulmineo della contesa che oppose i due grandi rivali della scultura neoclassica, Antonio Canova (Possagno, 1757 - Venezia, 1822) e Bertel Thorvaldsen (Copenaghen, 1770 - 1844): qui, i...
Leggi tutto...
Simonino da Trento: il “santo abusivo” costruito dalla propaganda di fine ‘400 per aizzare l'odio antisemita

Simonino da Trento: il “santo abusivo” costruito dalla propaganda di fine ‘400 per aizzare l'odio antisemita

Si potrebbe avvertire una sorta di sgradevole imbarazzo a sapere che sono occorsi quasi quattrocento anni perché la Chiesa cancellasse un culto che, nei secoli, ha alimentato il pregiudizio antisemita, con l'aggravante d'aver sfruttato il corpo ...
Leggi tutto...
Alfonso Lombardi, scultore, in mostra a Bologna

Alfonso Lombardi, scultore, in mostra a Bologna

Riaprono i Musei, e le silenti Mostre possono sollevarsi dalla dormizione del tempo di clausura. Riapre la Galleria Nazionale di Bologna e qui una fervida rassegna, in sé assai ricca di multipli motivi, può rumoreggiare per dignit&agrav...
Leggi tutto...
La preziosa rassegna di Padova al Museo Diocesano: “A nostra immagine. scultura in terracotta del Rinascimento da Donatello a Riccio”

La preziosa rassegna di Padova al Museo Diocesano: “A nostra immagine. scultura in terracotta del Rinascimento da Donatello a Riccio”

Il virus, che ha il superbo nome di "Corona", spegnendo ogni articolazione sociale nel nostro amato Paese ha reso recondite anche alcune mostre che si vorrebbe definire "minori", ma che assolvono sempre alla funzione di rivelare il connettivo delle a...
Leggi tutto...
Un Raffaello d'amore

Un Raffaello d'amore

“Voi che sapete che cosa è amor”... L'accorato, ansioso interrogativo di Cherubino sulla limpida melodia di Mozart non può certo proporsi davanti alla smagliante Mostra di Raffaello alle Scuderie del Quirinale. Essa tuttavia conturba ogni visitatore...
Leggi tutto...

Canova a Carrara è un flop: una mostra senza senso, tra gessi, peep show, riproduzioni mignon e videoproiezioni

Da lunga data andiamo ripetendo, su queste pagine, che il mero consuntivo dei visitatori non dovrebbe essere il metro col quale misurare il buon esito d'una mostra. Allo stesso modo, ci siamo sempre astenuti dal valutare la riuscita d'un'esposizione ...
Leggi tutto...

Ulisse a Forlì: una mostra ricca che vale ritorni ripetuti

Nulla sarebbe ricordato e nulla poi sarebbe stato cantato, ma in un lontano giorno "bello di fati e di sventure baciò la sua petrosa Itaca, Ulisse". Di lì si estese l'immenso mito dell'uomo della "metis", dell'infinitudine della macchinazione m...
Leggi tutto...



Articoli meno recenti... | Ultima pagina
Totale: 21 pagine