Esposto al Museo delle Navi Antiche di Pisa il carro celeste di Populonia


Fino all’1 novembre 2020 sarà esposto al Museo delle Navi Antiche di Pisa il carro cerimoniale etrusco rinvenuto a Populonia nel 1955.

Fino all’1 novembre 2020 è possibile vedere esposto presso il Museo delle Navi Antiche di Pisa il carro “Celeste” di Popolunia: un carro cerimoniale etrusco proveniente dall’area archeologica di San Cerbone a Populonia. 

Fu scoperto nel 1955 insieme allo scheletro di due cavalli e a dettagli in metallo dei finimenti in un’antica fossa dalla forma allungata. La fossa venne definita “Fossa della Biga”, poiché si pensava che i resti ritrovati appartenessero a una biga. Oggi, dopo un accurato esame dell’iconografia antica, è stato scoperto che il carro apparteneva a un tipo di carrozze monoposto, definita “celeste” perché presenta raffigurazioni di serpenti alati che rimandano al mondo ultraterreno

A più di mezzo secolo dalla scoperta, a seguito di un lavoro di studio e della ricostruzione del contesto originale, si è compreso che la fossa era un tumulo monumentale andato distrutto. 

Dopo l’esposizione pisana, il carro etrusco sarà trasferito nella sua sede definitiva, ovvero del Museo Archeologico del Territorio di Popolunia a Piombino. 

Esposto al Museo delle Navi Antiche di Pisa il carro celeste di Populonia
Esposto al Museo delle Navi Antiche di Pisa il carro celeste di Populonia


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Cividale del Friuli, dal cantiere di un edificio riemergono resti dell'antico abitato
Cividale del Friuli, dal cantiere di un edificio riemergono resti dell'antico abitato
Galles, scoperti importanti reperti preistorici grazie... ai conigli!
Galles, scoperti importanti reperti preistorici grazie... ai conigli!
Pompei, terminato il restauro sul grande affresco nel viridarium della Casa dei Ceii
Pompei, terminato il restauro sul grande affresco nel viridarium della Casa dei Ceii
La scoperta eccezionale di Pompei: un “semi-tarocco” per promuovere un documentario francese?
La scoperta eccezionale di Pompei: un “semi-tarocco” per promuovere un documentario francese?
Tibet, scoperte impronte di 200.000 anni fa: forse sono l'opera rupestre più antica al mondo
Tibet, scoperte impronte di 200.000 anni fa: forse sono l'opera rupestre più antica al mondo
La Repubblica Dominicana chiede all'Italia di restituire un rarissimo idolo conservato a Torino
La Repubblica Dominicana chiede all'Italia di restituire un rarissimo idolo conservato a Torino