Galles, scoperti importanti reperti preistorici grazie... ai conigli!


Coniglietti archeologi in Galles: sull’isola di Skokholm sono stati ritrovati importanti reperti nei pressi di una tana scavata dai conigli. 

Conigli archeologi in Galles, sull’isola di Skokholm, dove i piccoli mammiferi hanno... aiutato gli esperti a rinvenire due oggetti preistorici risalenti a due epoche diverse. Ovviamente, scherzi a parte, la realtà è meno poetica: semplicemente, come riporta il Guardian, due guardiani del parco naturale dell’isola, Richard Brown e Giselle Eagle, hanno trovato due oggetti nei dintorni della tana che i conigli avevano scavato in un prato: si tratta di un ciottolo levigato, usato probabilmente dai cacciatori-raccoglitori di 9.000 anni fa per scopi alimentari, e di un frammento di un’urna in bronzo, datata a circa 3.750 anni fa.

Il ritrovamento è importante, ha spiegato al quotidiano inglese l’archeologo Andrew David, perché, ha detto riferendosi al ciottolo levigato, “nonostante questi strumenti siano ben noti sui siti costieri del Pembrokeshire e della Cornovaglia, così come nella Scozia e nella Francia del nord, questo è il primo esempio ritrovato su Skokholm, e la prima evidenza che nel tardo Mesolitico l’isola era abitata”.

Quanto invece al frammento dell’urna in bronzo, si pensa sia il resto di un oggetto legato a riti funebri. Anche in questo caso si tratta di un primo ritrovamento del suo genere per l’isola di Skokholm. Dall’isola, ha spiegato l’archeologo Toby Driver, “stanno emergendo meravigliosi ritrovamenti preistorici. Pare che ci sia stato un tumulo della prima età del bronzo costruito sopra un sito di cacciatori-raccoglitori dell’età della pietra. Questo sito, dove adesso sorge il cottage dell’isola, è stato chiaramente abitato per millenni. A oggi non abbiamo niente di simile neppure per le isole più grandi di Skomer e Ramsey”.

Nella foto: il frammento dell’urna in bronzo, foto di Brown e Eagle 

Galles, scoperti importanti reperti preistorici grazie... ai conigli!
Galles, scoperti importanti reperti preistorici grazie... ai conigli!


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Francia, archeologi scoprono un raro tesoro di decine di oggetti dell'età del bronzo
Francia, archeologi scoprono un raro tesoro di decine di oggetti dell'età del bronzo
Pozzuoli, nessun danno alle strutture dell'Anfiteatro Flavio, ma si metta subito in sicurezza
Pozzuoli, nessun danno alle strutture dell'Anfiteatro Flavio, ma si metta subito in sicurezza
Irlanda, scoperto in una palude un raro idolo pagano in legno di 1.600 anni fa
Irlanda, scoperto in una palude un raro idolo pagano in legno di 1.600 anni fa
Roma, scoperto nuovo tratto di via Latina grazie ai georadar
Roma, scoperto nuovo tratto di via Latina grazie ai georadar
Importante scoperta archeologica: riemerge il più antico monastero cristiano d'Egitto
Importante scoperta archeologica: riemerge il più antico monastero cristiano d'Egitto
Il Parco Archeologico dell'Appia Antica ha acquisito il Mausoleo di Sant'Urbano
Il Parco Archeologico dell'Appia Antica ha acquisito il Mausoleo di Sant'Urbano