Firenze, i salvataggi dei migranti fotografati da Massimo Sestini esposti in mostra permanente al Mandela Forum


Dal 12 febbraio 2019, il Nelson Mandela Forum s’arricchisce d’una mostra fotografica permanente delle opere di Massimo Sestini (Prato, 1963), uno dei più noti e apprezzati fotoreporter italiani, vincitore nel 2015 del secondo premio (categoria General News) al World Press Photo, il più importante riconoscimento mondiale nel settore del fotogiornalismo. La rassegna s’intitola Mediterraneum - Il diritto alla speranza, scatti dal mare ed espone quattordici foto, stampate in formato extra large (5x3 e 3x2), retro-illuminate e poste all’ingresso della struttura: si tratta di scatti realizzati durante le operazioni di soccorso ai migranti della Marina Militare Italiana, tra i quali figura anche la celeberrima fotografia scattata il 7 giugno 2014 che ritrae, dall’alto, una barca affollata di migranti (è lo scatto con cui Sestini si è imposto al World Press Photo).

L’iniziativa conclude l’anno di attività che l’associazione Nelson Mandela Forum ha dedicato al centenario della nascita di Nelson Mandela.

Immagine: Immagine: World Press Photo 2015, general news, 2nd prize singles: rescue from Bergamini ship of italian Navy 07 June 2014 mediterranean sea, Italy © Massimo Sestini

Firenze, i salvataggi dei migranti fotografati da Massimo Sestini esposti in mostra permanente al Mandela Forum
Firenze, i salvataggi dei migranti fotografati da Massimo Sestini esposti in mostra permanente al Mandela Forum

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

Strumenti utili