Maddalena penitente

Autore: Giulio Cesare Procaccini
1620-1625 circa
San Diego, San Diego Museum of Art

Questa Maddalena penitente, nota anche come Vanitas, è un'opera molto discussa, e l'attribuzione è tuttora controversa: ritenuta a lungo opera di José de Ribera (Xátiva, 1591 - Napoli, 1652) e attribuita ai primi anni della sua carriera (questa era la posizione di Nicola Spinosa e Craig Felton, che la consideravano opera giovanile del grande pittore spagnolo, ma napoletano d'adozione: in particolare, si pensava fosse stata realizzata tra il 1609 e il 1610, durante un soggiorno a Parma), in anni più recenti è stata ascritta da molti alla mano di Giulio Cesare Procaccini (Bologna, 1574 - Milano, 1625), in un momento in cui forti erano le assonanze tra l'arte di Procaccini e quella di Ribera.

L'artista emiliano, infatti, aveva potuto studiare le opere di Ribera presenti nella raccolta del loro comune mecenate, il genovese Marco Antonio Doria (Genova, 1572 - 1651), il cui collezionismo ebbe impatti significativi sugli sviluppi dell'arte del tempo. In questo dipinto, l'autore ha proposto un taglio molto ravvicinato, un primo piano di Maria Maddalena che indugia sul suo sguardo pensoso e sofferente, con gli occhi arrossati e umidi che non incontrano quelli del riguardante. La forte emozione traspare anche dal colorito vivo del volto oltre che dal gesto della mano sinistra che accarezza il teschio, simbolo di meditazione, che si contrappone ai gioielli che la Maddalena indossa, simbolo di vanità.

Si tratta di un dipinto che assomma diverse suggestioni, dal naturalismo di Rubens alla maniera parmense del Correggio e del Parmigianino, mentre manca quel realismo popolaresco che avrebbe in seguito caratterizzato molta della produzione di Ribera: questa Maddalena si distingue invece per un'eleganza formale che rimanda più alle realizzazioni di Procaccini, artista che comunque, come detto, si misurò con il realismo di Ribera producendo opere spesso stilisticamente molto simili. L'opera si trovava fino al 2001 presso l'antiquario londinese Matthiesen, e nello stesso anno è stata acquistata dal San Diego Museum of Art, dove si può tuttora ammirare.

2 luglio 2018

Maddalena penitente di Giulio Cesare Procaccini


Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"






Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma