Perché è di gravità inaudita l'affermazione dell'assessore che non vuole migranti nei centri turistici


Anthony Barbagallo, assessore al turismo della regione Sicilia, pensa che i migranti siano un problema per il turismo. Ecco perché queste affermazioni sono di una gravità inaudita.

Ho dovuto rileggere la frase più volte, dacché stentavo a credere che, nell’Italia del 2017, ci fosse davvero un assessore regionale capace di pronunciare una simile mostruosità, un tale concentrato di assenza d’empatia, d’inadeguatezza politica, di mancato controllo delle parole, oltre che un pericoloso precedente al quale si dovrebbe porre rimedio con l’unica soluzione possibile: le dimissioni dell’assessore regionale in grado d’arrivare a tanto. Stiamo parlando di Anthony Barbagallo, assessore al turismo della Regione Sicilia, che nelle scorse ore, in un’intervista a La Sicilia, ha affermato che una delle “emergenze che danneggia le nostre eccellenze è l’immigrazione”, aggiungendo “Non sono razzista e sono per l’accoglienza, ma con alcuni limiti di buon senso. Uno di questi: non distribuire i profughi nei comuni turistici. Non si possono fare Sprar con decine di migranti a Taormina, a Bronte o nel patrimonio Unesco. I migranti vanno distribuiti altrove. Perciò chiedo ai nostri solerti prefetti di esentare dall’obbligo di accoglienza i sindaci dei comuni turistici siciliani”.

Sono affermazioni di una gravità inaudita, del tutto indegne di chi ricopre una carica pubblica dotata di alte responsabilità, di chi rappresenta i cittadini, ed è oltretutto iscritto a un partito fondato su principî democratici e antidiscriminatorî. Per svariati motivi: intanto, alimentano la cultura dell’intolleranza, ed è noto che una società tollerante, nella quale ogni cittadino abbia possibilità d’integrarsi e di sviluppare appieno le proprie potenzialità, sia l’unico modello da perseguire se vogliamo aumentare il grado di coesione sociale e, al contempo, ridurre le disuguaglianze. È talmente ovvio che è quasi imbarazzante doverlo scrivere, ma evidentemente, se c’è qualcuno che pensa che i migranti non siano persone come le altre e non siano degni d’essere ospitati nei comuni a vocazione turistica, occorre continuare a sottolineare che l’unica strada da seguire sia quella dell’integrazione se vogliamo una società giusta e moderna. E vale la pena sottolineare come un provvedimento del genere (che ovviamente non troverà alcuna applicazione pratica: la prendiamo semplicemente come una demagogica boutade estiva dalla quale in molti, presidente della regione compreso, hanno già preso le distanze) sia palesemente anticostituzionale. L’articolo 16 della Costituzione recita infatti: "Ogni cittadino (ndr: sul tema “cittadini, stranieri e libertà civili” cfr. G. Moschella, "Immigrazione e tutela costituzionale dei diritti fondamentali“ in ”Immigrazione e condizione giuridica dello straniero" a cura di Giovanni Moschella e Luca Buscema, Aracne Editrice, 2016) può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza. Nessuna restrizione può essere determinata da ragioni politiche". Quali sono i motivi di sanità o di sicurezza che animano l’indicibile proposta di Barbagallo? Nessuno: se ci fossero veramente motivi di sanità o sicurezza, questi riguarderebbero anche i comuni privi della presunta vocazione turistica cui s’accenna. Ne consegue che si tratta d’una mera ragione politica, inattuabile per il suo evidente contrasto con la carta costituzionale.

Migranti in Sicilia
Migranti in Sicilia. Credit

Ma volendo accantonare per un attimo il piano dei principî per scendere nel contingente: sulla base di quali caratteristiche Barbagallo avrebbe in mente d’individuare la vocazione turistica dei comuni che non dovrebbero accogliere migranti? Se vogliamo, potrebbero anche non esistere, in Sicilia come altrove in Italia, comuni totalmente privi d’attrattori turistici. Le grandi città d’arte, per esempio, non dovrebbero più accogliere migranti, stando alle dichiarazioni di Barbagallo? Semplicemente inconcepibile. E ancora: non esiste alcuno studio serio che metta in relazione la scelta della meta da parte dei turisti con la presenza di centri d’accoglienza. Anzi: si prenda il caso di Lampedusa. In un approfondito libro-intervista pubblicato nel 2013, in cui Marta Bellingreri intervistava Giusi Nicolini, l’allora sindaco di Lampedusa affermava che, in modo apparentemente paradossale, l’attenzione mediatica dedicata agli sbarchi dei migranti sull’isola siciliana aveva contribuito ad alimentarne la fama: “l’accoglienza solidale non è in sé un ostacolo al turismo. Anzi. Lampedusa è stata scoperta dal turismo di massa grazia all’attenzione mediatica seguita all’attacco missilistico di Gheddafi nel 1986. Allo stesso modo l’attenzione sugli sbarchi ha consentito a molti di scoprire l’esistenza di un’isola che si chiama Lampedusa. Paradossalmente, dunque, anche questo tipo di informazione è servito a far crescere il turismo [...]. Tra i turisti che scelgono di passare le vacanze qui c’è chi non vuole vedere né sapere dei migranti; ma una buona parte viene proprio perché Lampedusa accoglie. Tutti. Nel 2011 nel numero ridotto di turisti giunti sull’isola c’è stato, alla fine, proprio un turismo di solidarietà: si è scelto Lampedusa per quello che aveva subito nella primavera precedente, per quello che era stata capace di fare. E ciò anche grazie ad alcune piccole campagne on line lanciate per sostenere il turismo e l’isola”.

La Sicilia, così come l’Italia tutta, ha una lunga tradizione fondata sull’apertura e sull’accoglienza. Affermazioni come quella dell’assessore Barbagallo (al quale occorrerebbe peraltro domandare quale sia la sua idea di turismo, stante anche il fatto che lo stesso credeva che la regione potesse trarre prestigio dall’esposizione di un brutto ritratto neanche vagamente leonardesco come la Tavola Lucana, oppure dallo spostamento scriteriato d’un dipinto da Genova a Palermo) stridono nettamente con tale tradizione, offendono i siciliani, gli italiani e, più in generale, ogni persona dotata di buon senso, evidenziano una mancanza di tatto impropria per un politico ed entrano nel dibattito sui migranti con la stessa delicatezza che una mandria di bovini imbizzarriti potrebbe mostrare nei confronti d’un negozio di cristalli. E soprattutto forniscono, come anticipato, pericolosissimo precedente. In una sua recente pubblicazione intitolata Introduzione alla sociologia delle migrazioni, la sociologa Laura Zanfrini ha ben riassunto tutte quelle forme di razzismo più o meno latente che sopravvivono nella nostra società. C’è un razzismo differenzialista, che "rivendica il diritto alla preservazione della nostra cultura minacciata dalla contaminazione e dall’ibridazione“, c’è il ”razzismo simbolico“ che fa leva sulla discriminazione inversa (per esempio quando si parla degli immigrati come parassiti della società), c’è il ”razzismo culturalista“ che impone gerarchie tra i popoli sulla base del grado di sviluppo raggiunto dagli stessi, e via dicendo. Ecco: affermazioni irresponsabili potrebbero rafforzare tutte quelle forme di razzismo che la società civile cerca con ogni mezzo di combattere: anche per questa ragione, lo ripetiamo, le dimissioni dell’assessore potrebbero rappresentare una mossa più che opportuna. E non ci dovrebbero essere frasi di circostanza (come ”sono stato frainteso“, ”c’è stato un equivoco") che possano fornire giustificazioni.



Federico Giannini

L'autore di questo articolo: Federico Giannini

Giornalista d'arte, ho fondato Finestre sull'Arte nel 2009 con Ilaria Baratta. Sono nato a Massa nel 1986 e ho ottenuto la laurea specialistica a Pisa nel 2010. Oltre che su queste pagine, scrivo su Art e Dossier.

Leggi il profilo completo

Se questo post ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter: niente spam, una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!


Che senso ha spostare due capolavori di Antonello da Messina per un vertice internazionale?
Che senso ha spostare due capolavori di Antonello da Messina per un vertice internazionale?
Se la storia dell'arte deve far da scenografia ai vertici internazionali
Se la storia dell'arte deve far da scenografia ai vertici internazionali
A proposito degli inutili tappeti rossi che stanno invadendo la Liguria
A proposito degli inutili tappeti rossi che stanno invadendo la Liguria


Commenta l'articolo che hai appena letto



Commenta come:      
Spunta questa casella se vuoi essere avvisato via mail di nuovi commenti



1. Tonia Crivello in data 21/08/2017, 00:10:07

Sorvolando sul fatto che da siciliana e da essere umano trovo anch'io inconcepibile la presa di posizione dell'assessore Barbagallo e di comuni quali Taormina; mi trovo un po' a disagio nel veder commenti di coloro che pensano che "politica" non dovrebbe essere accostata all'arte, e vi dicendo. Al di là del fatto che gli argomenti sono, a mio avviso, correlati in quanto "espressioni" dell'animo e dell'intelligenza dell'Uomo, mi chiedo se qualcuno si è mai soffermato, anche solo leggendo un semplice testo di Storia dell'Arte, su quanto la "politica" abbia influenzato l'opera d'arte sia come "committente" che come fonte d'ispirazione!!! E' come se un ateo, in quanto tale, vorrebbe veder cassate tutte le grandi opere ad essa ispirate! Più di 3/4 dell'Italia non esisterebbe!



2. Anna in data 21/08/2017, 06:38:41

Dove pensa di trovare casa e lavoro VERI (non sotto lavori come vendere oggetti contraffatti, che è pure un reato) per integrare seriamente tutti i milioni di poveri che la sia superficialità buonista vorrebbe accogliere in Europa????



3. Anna in data 21/08/2017, 12:19:24

Attendo serenamente una risposta seria al mio quesito posto a 'finestre sull'Arte", visto che siete stra-convinti della vostra posizione. Riformulo la domanda: Dove troverete case VERE e lavoro VERO (intendo regolare e onesto) per tutti i milioni di poveri che volete accogliere in Europa ?? Faccio notare che in Italia, per dire, abbiamo già milioni di persone sotto la soglia di povertà (che farebbero qualunque lavoro) e in aggiunta anche moltissimi senza casa. Grazie



4. Finestre sull'Arte in data 21/08/2017, 12:34:23

Gentile Anna, la Sua domanda non è pertinente al tema dell'articolo, dove si parla di un'uscita in materia di turismo fatta da un assessore regionale al turismo. Per il suo quesito la rinviamo al sito www.integrazionemigranti.gov.it dove in molti si sono già posti la sua domanda e hanno provato a fornire delle risposte.



5. ENas in data 21/08/2017, 15:08:49

Mi viene in mente una vecchia canzone di Mina......."parole, parole, parole".
Buonismo, integrazione, empatia, razzismo ecc.ecc..
PAROLE, parole, parole.

Mi viene in mente anche una famosa citazione "il tempo è galantuomo".
ALLORA, poche PAROLE da buon intenditore, "chi vivrà, vedrà"



6. rossoblu in data 21/08/2017, 16:42:46

Rossoblù .

Non ci siamo, Finestre sull'Arte. Da qualche tempo vi occupate molto di politica, privilegiandola all'arte e
usando spesso toni faziosi. Non è stato così, per fortuna, fino a qualche mese fa.



7. g.m. in data 21/08/2017, 20:25:06

a me pare che invece di politica qui si parli sempre meno!!! e comunque sempre in modo coerente con le tematiche che si trattano su questo sito



8. Anna in data 22/08/2017, 00:10:10

Grazie della (non) risposta; potrebbe cortesemente anticipare a tutti i lettori la soluzione al problema di reperire casa vera e lavoro vero per i milioni di poveri da accogliere, visto che lei ha già letto l'articolo in cui si suggerisce come fare? Anche una sintesi, un paio di punti, un punto solo, un'idea..qualcosina, insomma. Anzi: la prego di inviare il link anche alla nostra Presidenza del Consiglio, dato che finora, in Italia, sono molti gli extracomunitari clandestini che non hanno casa e quindi dormono nelle stazioni o in luoghi non congrui, che di lavoro vendono paccottiglia abusivamente o pezzi contraffatti (un reato) o che delinquono prepotentemente, sono nulla-facenti o spacciano droga (non so se se di questi aspetti si era mai accorto). Presumo che la soluzione data dal suo link sia anche, oltretutto, una ricetta che nulla toglie né mai toglierà alcunché ai già tartassati italiani. Oppure, per contro, siamo ancora alla "nuovissima", "favolosa", sperimentata, stalinistica idea dell'esproprio proletario?



9. Lisa in data 22/08/2017, 00:22:42

Su come trovare lavoro e casa per i migranti "Molti hanno provato a dare risposte". Cioè la risposta, semplicemente, ovviamente, non c'è. Punto. Basta passeggiare nelle nostre citta' grandi e piccole per accorgersene. E ciononostante, accoglienza per tutti sempre e comunque? E di cosa e come vivranno? Non vi ponete questa domanda?



10. Tommy in data 22/08/2017, 02:15:42

Si, anche io non vedo l'ora di recarmi in una città d'arte per ammirare chi orina sui marmi antichi, chi si lava e fa il bucato nelle fontane, chi defeca nelle calli, chi spaccia in pieno giorno, chi chiede l'obolo al parcheggio, sul sagrato delle cattedrali e pure al ristorante, chi vende tutti quei bellissimi oggetti occupando totalmente i marciapiedi e financo gli ingressi dentro i musei (Gallerie dell'Accademia a Firenze: extracomunitari a vendere dentro il museo; se il custode invita gli stessi ad uscire viene insultato e aggredito - fonte: Corriere Fiorentino, pagina regionale del Corriere della Sera). Un gran valore aggiunto ai monumenti, non c'è che dire.



11. Lella in data 23/08/2017, 10:23:35

Questa volta però nn sono d'accordo con Voi !! Capisco la Carta Costituzionale, l'accoglienza, ecc, ma con quel che succede ovunque, direi che è meglio prevenire che curare, visti i risultati nefasri per la nostra cultura e per le nostre vite!! E considerato poi il fatto che dietro questa"grande accoglienza" ci stanno grandi interessi !! Vogliate scusarmi ma non è razzismo, bensì desiderio di conservazione, in tutti i sensi!!!



12. marcos in data 26/08/2017, 18:01:44

Finestre sull'arte addio, mai mai mai più



13. Tonia Crivello in data 27/08/2017, 05:21:05

In risposta a tutti gli indignati, ai coltivatori dei luoghi comuni sugli immigrati che "portano degrado, furti, violenza, sprezzo dei valori e via dicendo...Ma qualcuno che s'indigni per le fontane artistiche usate come piscine e pediluvi, ponti e calli come trampolini da "bianchi e civili occidentali" non c'è?



14. Tomny in data 27/08/2017, 20:06:46

Gentile sig.ra Crivello, io ho parlato di extracomunitari che orinano sui marmi antichi (e fanno pure molto altro, purtroppo) perche l'articolo di loro parlava. Se e quando si parlerà degli occidentali maleducati non esitero' a condannare anche la loro inciviltà (che ovviamente già condanno).Lei ritiene che ciò che ho descritto riguardo il comportamento di alcuni extracomunitari (molti, purtroppo, anche se la cosa non piace sono molti!) non sia vero? Venga a Firenze a vedere. E dopo aver visto parli. Un luogo comune dire che gli extracomunitati (neri, bianchi o gialli) sono maleducati? No: è la verità. Verità che non piace ai radical chic e che quindi negano. Ma verità resta: sotto gli occhi di tutti. Scusi sa, ma per il mero fatto che sono extracomunitari sono naturaliter intoccabili, giustificabili, sempre scusabili? E se uno denuncia il loro comportamento illegale subito viene tacciato di dire luoghi comuni? Allora quando si parla dei terroristi dell'isis lei si indegnera' ugualmente perche' non si rammentano anche i mafiosi e anche i delinquenti occidentali....! Io credo che chi viene nel nostro Paese (bianchi gialli o neri) debba rispettate le regole, le leggi, il patrimonio, e non spadroneggiare impunito. Essere costretti ogni volta a ribadire questa ovvietà e' un luogo comune. Saluti



15. Cristina Rosati in data 03/09/2017, 17:35:47

Sono completamente d'accordo con Federico ma, a parte questo, non capisco proprio la piega che ha preso il dibattito. A parte il fatto che è perfettamente naturale che un editoriale contenga pareri e visioni su determinati problemi, da condividere o meno (e ci mancherebbe che non fosse così, in caso contrario non sarebbe una rivista!), non mi pare che si siano affrontati problemi di politica. Si è commentata l'uscita a dir poco sconcertante e inconcepibile di un amministratore pubblico; inconcepibile dal punto di vista morale e nel contenuto, se pensiamo al mandato istituzionale dello stesso amministratore. Le ricadute politiche di tale presa di posizione sono un altro discorso e non mi sembra interessino l'editorialista.
Vivo a Roma, e lavoro nella Roma monumentale, dunque sono ogni giorno testimone del degrado che soprattutto nell'ultima decina d'anni ha consumato il decoro di una città gioiello come questa: vedo ogni giorno lo scempio che molti post descrivono: sbandati, accattonaggio (arrivato ai massimi livelli), macro e micro criminalità che hanno investito strade e attività commerciali, turisti importunati da abusivi di tutti i tipi sotto gli occhi delle autorità... e queste persone sono sicuramente nella maggior parte immigrati..... ma è dagli amministratori che dobbiamo pretendere soluzioni, sono loro che dobbiamo (scusate) prendere a calci se necessario, loro che hanno la responsabilità di mettere mano a tutto questo. Gli sbandati si accomodano dove c'è un habitat favorevole. Riflettiamo bene allora sull'emigrazione, che non è un'emergenza ma un fenomeno da gestire, e aiutiamo a formare un'opinione pubblica attenta e centrata sulle vere responsabilità.



Commenti dal post ufficiale su Facebook

16.Isabella Mattiello in data 19/08/2017 13:56:55

Date voi una soluzione. La Sicilia è bellissima, ma non può accogliere una massa di persone da sistemare degnamente.



17.Lorenzo Lussana in data 19/08/2017 13:59:23

ma è la verità!! è poi cosa centra con l'arte?? cioè con questa pagina?... dove si fa politica io nn seguo più... finestra sulla propaganda...



18.Sebastiano Stuto in data 19/08/2017 14:03:17

mah... facile fare politica sul pulpito del web quando poi si conosce poco l'emergenza di questa realtà. vi consiglio un giro nelle città siciliane, non nei centri storici dove è tutto pulito e in ordine, ma magari nelle periferie e forse cambierete idea



19. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 15:11:39

L'assessore ha parlato di "comuni". Non ha fatto distinzioni tra centri storici e periferie. Quindi il suo commento è totalmente fuori contesto



20. Francesco Cafeo in data 19/08/2017 15:29:55

Li porti tranquillamente a casa sua. Noi ne abbiamo piene le scatole



21. Angela Cat in data 19/08/2017 15:41:32

Ma qui si dovrebbe parlare solo di arte,come mai sta propaganda?



22. Sebastiano Stuto in data 19/08/2017 17:17:32

Finestre sull'Arte ci sono comuni piccoli dell'interland catanese, solo per fare un esempio, dove è stato prorogato un coprifuoco serale. sono aumentati furti in case e villette private, e molti hanno dimenticato i fatti di palagonia dello scorso anno, quindi forse il vostro articolo è fuori contesto, informatevi bene, ma non nelle solite testate giornalistiche schierate, ma nell'informazione locale dove si leggono fatti di cronaca e ringraziamo le nostre forze dell'ordine se non arrivano in televisione che nonostante i tagli dei vari governi riescono a fare il proprio dovere



23. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 17:30:17

Ma ci vuole spiegare cosa c'entrano i problemi della sicurezza dei "piccoli comuni dell'hinterland catanese" col tema dell'articolo?



24. Sebastiano Stuto in data 19/08/2017 17:35:37

dove sono presenti immigrati c'è poca sicurezza, e l'assessore barbagallo ha ragione, peccato che se ne sia accorto troppo tardi, pensavo che la cosa fosse evidente, ma voi guardate solo la direzione che preferite e non vedete lo squallido paesaggio che c'è intorno. bisogna accogliere in modo dignitoso chi davvero fugge ed è perseguitato, ma chi viene a cazzeg... fuori!



25. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 17:44:41

Va bene, è evidente che lei non vuole entrare nel merito dell'argomento dell'articolo, in cui si parla di turismo. Pazienza...



26. Sebastiano Stuto in data 19/08/2017 17:51:20

siete voi che non capite l'emergenza che c'è invece, ma visto che il discorso è a senso unico è inutile perdere tempo, buona serata



27. Enza Alario in data 19/08/2017 18:15:49

Finestre sull'Arte Vada a vedere la scalinata che raggiunge "Isola bella" nota E bellissima riserva naturalistica di Taormina. A destra e sinistra completamente occupata da merce di venditori abusivi sino a raggiungere il mare. Da italiana mi sono vergognata di offrire ai turisti stranieri, che sono la maggioranza, uno spettacolo del genere...



28. Zeno Cosini in data 20/08/2017 06:29:18

Noto in questo intervento fuori luogo, tanta becera ostinazione e tanta faziosità. Sono davvero tentato di togliere il like



29. Davide Tirelli in data 20/08/2017 07:30:58

E infatti io lo tolgo



30.Konstantin Mitroshenkoff in data 19/08/2017 14:03:30

Chi danneggia il patrimonio storico, artistico e culturale della Sicilia sono proprio loro: assessori regionali, assessori provinciali, assessori comunali e tutto quell'esercito di parassiti burocratici, mafiosi ed ecclesiastici...



31.Monica Fantacci in data 19/08/2017 14:16:46

Ma si tratta di una pagina che parla di arte o di una pagina politica? In quest'ultimo caso ditelo, così chi non è interssato, come me, potrà tranquillamente togliersi. Grazie.



32. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 15:14:52

Pregiata amica, dal momento che il turismo ha un certo impatto sulle nostre città, sul loro patrimonio artistico e sulla fruizione di quest'ultimo, la nostra rivista da sempre si occupa anche di turismo e di politiche a esso associato. Anzi, di recente qualcuno ha anche deciso di chiamare "Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo" il dicastero preposto. Dal momento che questo articolo parla di turismo e di politica è del tutto coerente con gli obiettivi del nostro spazio. E questo senza minimamente entrare nel tema "arte e politica"...



33. Roberto Grassi in data 19/08/2017 15:18:08

Io trovo che questo post sia uscito dal seminato, peccato mi è scaduto, non è più arte neppure per me !!!!!



34. Stefano Bacco in data 19/08/2017 15:54:23

Finestre sull'Arte no, no. State facendo politica. Punto.



35. Monica Fantacci in data 19/08/2017 17:00:59

Pregiata pagina "Finestre sull'Arte" l'articolo da voi riportato contiene già un giudizio nel titolo: l'obiettività richiederebbe di trascrivere la notizia ed eventualmente aprire una discussione in merito tra i membri. In questo caso sembra già stabilito che la verità stia solo nelle affermazioni di carattere prettamente politico e, ahimé, anche molto banali dell'autore dell'articolo. Inoltre trovo sia inutile arrampicarsi sugli specchi: nell'articolo l'argomento "turismo" è un banale pretesto per fare propaganda politica e, dato che l'interesse dei membri di questa pagina è l'arte, trovo inevitabile che molti non abbiano gradito. Per quanto mi riguarda, per il momento continuerò a seguirvi, riservandomi di uscire dalla pagina al prossimo post simile a questo.



36. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 17:47:18

È un editoriale, non è una notizia. Quindi la sua lezione di giornalismo lascia un po' il tempo che trova...



37. Roberto Grassi in data 19/08/2017 17:55:08

Finestre sull'arte perché tanta arroganza?? Forse avete la coda di paglia... io ho letto tutti commenti civili ed intelligenti, siete caduti molto in basso e le risposte sono intolleranti scomposte e aggressive... sempre più giù...



38. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 19:35:55

Beh, abbiamo anche ricevuto insulti. Quindi che proprio "tutti" i commenti fossero civili e intelligenti è quanto meno dubbio. Non riteniamo di aver valicato alcun limite: c'è stato chi ci ha addirittura scritto cosa dobbiamo pubblicare e come dobbiamo farlo, eppure non ci pare di aver trasceso in alcun modo.



39. Roberto Grassi in data 19/08/2017 19:39:54

Gli insulti non li ho letti, ma se ci sono li condanno !! Però non mi aspettavo queste drastiche ed aggressive prese di posizione



40. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 19:45:04

Non riteniamo d'esser stati in alcun modo aggressivi (certo: è una presa di posizione e la difendiamo perché ne siamo convinti), e se abbiamo dato questa percezione ce ne scusiamo.



41.Maria Gabriella Pettigiani in data 19/08/2017 14:18:31

???



42.Rossella Bernardi in data 19/08/2017 14:26:04

Perché questa affermazione e di una gravità inaudita???



43. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 15:23:22

Legga l'articolo...



44. Rossella Bernardi in data 19/08/2017 15:35:42

L'ho letto, è non mi sembra che l'affermazione sia grave. Peccato, la pagina mi piaceva...



45.Loredana Torelli in data 19/08/2017 14:35:02

Sono stata in Sicilia e ad es. a Pozzallo mi sono trovata benissimo,a Palermo non ho potuto visitare la KUba xche alla cassa non avevano il resto di ?20, il biglietto costava ?2 e quindi....



46.Emanuela Ferrighi in data 19/08/2017 14:36:52

Ma iniziate anche voi a far politica? ?¡?¡?¡?¡?¡



47. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 15:25:58

"Iniziate"? Guardi, sulla nostra rivista abbiamo 24 paginate di articoli sul tema "politica e beni culturali": https://www.finestresullarte.info/tag/politica-e-beni-culturali.php



48.Michele Ostalier in data 19/08/2017 14:50:02

Pardon de vous dire que je suis une habituée de Gênes..et que l'an passé j'ai pris peur..j'ai été menacée par un Africain car je faisais des photos d'un palais...dessous il y avait deux prostituées à lui...partout des arabes et des Africains..j'ai une réservation pour les Rolli days,mais je ne compte pas m'aventurer au-delà de la via Garibaldi seule......Si en Juin j'avais dû supporter celà à Palerme nous n'aurions pas le projet d'y retourner bientôt!!!vincenza c'est aussi l'Afrique....ne parlons pas de sanremo et Vintimille...je pense que les centres historiques doivent être épargnés par l'invasion si non plus de touristes....



49.Anna Invernizio in data 19/08/2017 14:52:48

Questa affermazione non è di una gravità inaudita......è la pura verità!! Detto questo chiedo ma siamo su una pagina che parla d'arte o di politica?



50.Giuseppe Zizi in data 19/08/2017 15:01:50

Se anche qui si fa politica ...tolgo subito il disturbo



51.Bruno Giovannini in data 19/08/2017 15:07:45

Fine delle trasmissioni!



52.Ginevra Zelaschi in data 19/08/2017 15:12:24

Una pagina d'arte e cultura può discutere di argomenti politici, se come in questo caso riguardano anche l'aspetto culturale, però rimanendo sempre obiettivi e neutrali, altrimenti si fa solo politica.



53.Rossella Calzati in data 19/08/2017 15:17:30

La Politica non è una cosa immonda da cui fuggire.La Politica siamo Noi,la realtà che ci circonda,di cui fa parte l'arte.La difesa della cultura è Politica.Chi dice che non seguirà più questa pagina sbaglia.



54.Rita Sotgiu in data 19/08/2017 15:20:02

Questa è na pagina di arte o di opinioni politiche? Magari targate PD? Oltretutto chiamiamo le cose con il loro nome, si tratta di immigrati clandestini.



55.Angelo Afnarak in data 19/08/2017 15:25:13

Mmm... come si può fare a dimostrare, dati alla mano, che un surplus di clandestini possa danneggiare (o non danneggiare) le industrie locali? Certo... se vedo quello che è successo a Lampedusa non faccio proprio salti di gioia.



56. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 15:29:12

Nell'articolo si parla anche di Lampedusa infatti



57. Angelo Afnarak in data 19/08/2017 15:46:21

Giorni fa leggevo di simili criticità anche a Fiuggi, in cui una sproporzionata presenza di clandestini avrebbe portato a un calo di presenze ed altri danni.



58. Isabella Ceciliot in data 21/08/2017 07:15:57

Ma e' piu' che logico che ha ragione l' assessore! Basta con leIDEOLOGIE!!



59.Monica Lotto in data 19/08/2017 15:27:27

Perché inaudita ? Chi è già gravato di dover garantire la doppia sicurezza e decoro pubblico proprio per il triplicato afflusso di turisti cosa fa ? Si prende anche i profughi ???? Ma ragionate ?



60.Giulia Macchi in data 19/08/2017 15:28:06

È un'assurdità selezione per reddito: tappeti rossi agli stranieri ricchi, sotto il tappeto gli stranieri poveri. Sono d'accordo con voi, è grave



61. Barbara De Antoni in data 20/08/2017 12:39:26

Secondo lei chi è che porta soldi e di conseguenza fa girare economia in Italia? Il turista? Extracomunitario che arriva e si fa mantenere? Non è già abbastanza nella c....a l'italia



62.Francesco Cafeo in data 19/08/2017 15:33:10

Arrivederci non è stato per niente un piacere



63.Serenella Lamponi in data 19/08/2017 15:35:41

Complimenti. Mai pentita di seguirvi



64. Roberto Marelli in data 20/08/2017 06:40:50

Hahahahaha



65.Serenella Lamponi in data 19/08/2017 15:39:38

Bravi. Mai pentita di seguirvi



66.Alejandra Álvarez Suárez in data 19/08/2017 15:40:23

Concordo con voi sulla gravità delle affermazioni, ma questa non sarebbe, a mio parere, la pagina per parlare di ciò. Questa è una pagina d'arte



67.Angela Cat in data 19/08/2017 15:40:39

Ha ragione l'assessore al turismo



68.Osvaldo Ponzetta in data 19/08/2017 15:43:15

Nel film "Johnny Stecchino" il personaggio che era in macchina con Benigni spiegava che la piaga di Palermo era il "trafficco"!!! https://youtu.be/0MveTkhbvwc







69.Riccardo Armini in data 19/08/2017 15:45:50

In effetti, vivendo in una cosiddetta città d'arte, ho potuto notare negli ultimi tempi un discreto aumento di migranti, richiedenti asilo, clandestini o in qualunque modo si vogliano chiamare, che stazionano di fronte a luoghi artistici, si fanno il bagno in fontane del 500 e soprattutto chiedono elemosina all'ingresso di chiese gotiche o barocche. Avete ragione, tutti questo non fa che aumentare la scenografia per i turisti che vengono in visita, ritrovandosi con figure tipiche dei tempi andati che corredano ancora i nostri luoghi storici, come nel Medioevo, per esempio. Soprattutto i richiedenti oboli ai visitatori delle cattedrali aumentano di molto l'appeal e il senso di pittoresco.



70.Romina Tasso in data 19/08/2017 15:46:13

sono d'accordo con lui



71.Giorgio Ronzani in data 19/08/2017 15:49:49

L'assessore al turismo ha ragione i migranti non sono profughi sono accattoni che vivranno di stenti in Italia per anni senza fare nulla e senza capire il loro futuro cosa che lItalia è la Sicilia di certo non necessita in questo momento di grave crisi . A Padova sono falliti e chiusi tre alberghi storici della città ! Pensate ai proprietari e alle famiglie dei dipendenti non a uno che viene dalla Costa D'Avorio e vuole solo elemosina e magari tra dieci anni ci ringrazia con due coltellate perché siamo infedeli !!! Rendiamoci conto che queste non sono politiche migratorie questo è casino totale !



72.Anna Celant in data 19/08/2017 15:53:03

Arte e non politica, Please!



73.Andrea Jacono in data 19/08/2017 15:54:58

Barbagallo, lei ha avuto il coraggio di dire quello che molti turisti pensano. Vada per la sua strada, i Siciliani prima e i Turisti dopo la ringrazieranno.



74.Enrico Ghignoli in data 19/08/2017 16:36:56

Pienamente daccordo con il suo pensiero



75.Alessandra Maraviglia in data 19/08/2017 16:51:21

Non ha mica tutti i torti... è l ora di finirla con questo buonismo



76.Michele Poppy in data 19/08/2017 17:02:32

Si meglio togliere il mi piace tolto



77.Laura Giani in data 19/08/2017 17:07:14

Meglio che parliate di arte...



78.Paola Albanesi in data 19/08/2017 17:16:22

ma ha ragione .



79.Stella Mischiatti in data 19/08/2017 17:24:01

Mi piace questa pagina. Ma qui si sta parlando di immigrazione clandestina e incontrollata. Atra cosa , come in certi paesi, dove l'immigrazione è integrazione. Non è il caso dell'Italia. Impera l'illegalità.



80.Roberto Goldone in data 19/08/2017 17:45:53

Ha ragione da vendere, perché la maggioranza non scappa da nulla.



81.Manuela Carla Monica Pizzamiglio in data 19/08/2017 17:48:35

Ha ragione!!!! Quale gravità, ma scherziamo????????



82.Sara Rosa in data 19/08/2017 18:00:14

Chi rimuove la realtà lo fa spesso con le "migliori buone intenzioni". O lo fa per coltivare una splendida immagine di sè a scapito di altri ?



83.Massimo Pighetti in data 19/08/2017 18:10:13

Vengono dall estero per ammirare i nostri extracomunitari, si sa



84.Sandra Baracchi in data 19/08/2017 18:35:01

Giannini la stimo come divulgatore di storia dell'arte ma se ci addentriamo in questioni politiche non ci sto'.ognuno ha diritto di opinione ma non in queste pagine.vediamo che non succeda piu'.



85.Massimiliano Arcidiacono in data 19/08/2017 18:38:47

L'art. 16 della costitizione cita giusto appunto i "cittadini"...



86. Finestre sull'Arte in data 19/08/2017 19:32:30

Esiste un lungo dibattito in merito al termine burocratico "cittadino" così come ci sono sentenze della Corte Costituzionale che estendono anche agli stranieri alcune libertà fondamentali. Rimandiamo a una lettura in materia di immigrazione e tutela delle libertà, scritta dal professor Giovanni Moschella, ordinario di Diritto Pubblico a Messina: http://www.aracneeditrice.it/pdf/9788854886988.pdf



87. Massimiliano Arcidiacono in data 20/08/2017 14:33:33

Credo proprio che i nostri padri costituenti non avessero intenzione, nel 1946, di dare adito all'apertura di successivi dibattiti di natura "burocratica" ; lascerei tale forma di disquisizioni ai salotti politico-filosofici



88.Paolo Camaiora Architetto in data 19/08/2017 18:41:19

La politica lasciala a chi la sa fare interessati di arte che già li sei parziale e a pensiero unico....



89.Leone Venticinque in data 19/08/2017 18:41:48

ha detto solo che non vuole smettere di mangiare dal Cara di Mineo e simili, ma che ristoratori e albergatori hanno i loro interessi da difendere. Mai sentito parlare di Apartheid? La segregazione serviva proprio a questo...



90.Roberto Bartolomucci in data 19/08/2017 19:47:08

Siamo sicuri? Io lo farei decidere al popolo e le sorprese potrebbero essere tante



91.Raffaele Franz Di Terlizzi in data 19/08/2017 19:48:19

Concordo nel dire che 200.000 persone immigrate e che ci costano 4 dico 4 miliardi di euro all'anno tolgono risorse anche all'arte. Non solo al turismo.



92.Umberto Papini in data 19/08/2017 20:10:41

Per favore, almeno qui evitiamo questo scontro



93.Tiziana De Mondi Liberale in data 19/08/2017 21:04:15

Si,in effetti non vedo l'ora di andare in vacanza vicino ad un centro di accoglienza con i profughi,clandestini e quant'altro che gironzolano dappertutto. Siamo un Paese che vive di turismo e le due realtà non possono convivere.Sostenere questa tesi è suicida



94.Jodice Tina in data 19/08/2017 21:14:16

Dove sta la meraviglia?



95.Mariano Cardillo in data 19/08/2017 22:50:30

Fa bene. Arte e clandestini non vanno d'accordo.



96.Mariano Cardillo in data 19/08/2017 22:53:26

Ps. Inviterei gli amministratori a lasciar perdere argomenti di calibro politico.. in caso contrario inviterei tutti ad abbandonare questa pagina.



97. Roberto Marelli in data 20/08/2017 06:43:45

Me ne vado immediatamente



98.Miranda Bernardi in data 20/08/2017 00:21:37

L'assessore ha ragione , chi risarcisce tutti coloro che vivendo di turismo non lavorano più?



99.Niccolò Barbagli in data 20/08/2017 02:47:55

Arte e politica sono legate da un filo sottile, il primo a dirlo fu Platone. Se non lo avevate notato non siete osservatori attenti. Non lasciate la pagina applicatevi!



100. Roberto Marelli in data 20/08/2017 06:43:02

Applicatevi a farvi indottrinare dal kapò di turno eletto vate da quattro pezzenti



101. Niccolò Barbagli in data 20/08/2017 06:58:56

Si puo'seguire una pagina anche senza essere della stessa opinione politica di chi la gestisce. Si puo'controbattere senza offendere. Anzi, volevo vedere se qualcuno opponeva fatti, citava studi o autori e dimostrava la distanza dell'Arte dalla Politica. In fondo alla fine delle offese non cambia niente, alla fine di una discussione vi e'sempre una crescita, non credi?



102. Isabella Ceciliot in data 21/08/2017 07:18:29

Appena entrata e gia' vi saluto. Ciao



103. Niccolò Barbagli in data 21/08/2017 07:49:24

Isabella Ceciliot ciao



104.Maurizio Gobetti in data 20/08/2017 03:02:34

Siete voi che vivete fuori dal mondo,ha fatto bene ad evidenziare il degrado.



105.Romina Belé in data 20/08/2017 05:30:20

onestamente la sicurezza sta anche nell'avere gente identificabile con ducumenti validi: e gli immigrati non ne hanno. Per la sanità... be' adesso non fanno nemmeno andare a scuola i bambini non vaccinati... ma gli immigrati, clandestini, senza documenti (al loro paese non esistono? strano... a me non risulta), senza alcun tipo di controllo sanitario possono andare ovunque? ma anche no, e me ne frego se mi dare della razzista, anzi...



106.Bruno Amore in data 20/08/2017 05:51:02

La Sicilia, io sono siciliano, è stata sempre meta di turisti estremamente coraggiosi e non per la questione dei migranti, che è un fenomeno recente.



107.Roberto Marelli in data 20/08/2017 06:48:37

Finestrella, mi sa che avete fatto una bella cazzata con questa faccenda. Credevate di fare i fenomeni buonisti e invece avete ottenuto l'esatto contrario. Complimenti !! Non avete capito che la gente è stufa e se anche tardi inizia a capire tante cose che ancora a voi sfuggono. Io abbandono questo insulso spazio. Bye bye e mi raccomando, un paio di risorse portatevele in studio così scoprirete che di essere integrati non gliene fotte niente



108.Alessandro Zuppaldi in data 20/08/2017 06:49:16

Dunque anche voi vi siete dovuti allineare...bye bye



109.Davide Tirelli in data 20/08/2017 07:36:40

Un post a " gamba tesa " che vanifica il lavoro svolto , anteponendo la polemica politica al valore formativo del nostro patrimonio ,mi spiace ma lascio la pagina e tolgo il like



110.Mario Rossetti Morano in data 20/08/2017 07:47:54

"La cottura della pizza napoletana avviene sempre ed esclusivamente tramite l'utilizzo del forno a legna"..... no perche dato che tanti scrivono cagate che non c'entrano uncazzo con l'articolo, sparo frasi a caso anch'io



111.Giulio Gasperini in data 20/08/2017 08:11:19

Ed è del PD.



112.Natale De Luca in data 20/08/2017 09:04:45

Quindi se poi si vedono clandestini nudi che si fanno il bagno dentro le fontane o che defecano lungo il corso principale o si accoltellano tra loro .... Si dovrebbe accettare tutto questo ?!? Uguale uguale a come lo si è accettato a Capalbio o Cernobbio



113.Colomba Anelli in data 20/08/2017 09:14:03

Sì. Mettiamoli in spiaggia sulle sdraio sotto gli ombrelloni. E i turisti dietro in piedi ad aspettare il turno



114.Andrea Skohn in data 20/08/2017 10:21:43

Io sinceramente dissento con questo articolo. Non credo che i turisti siano contenti di arrivare nelle stazioni ferroviarie e vedere moltitudini di "risorse" spacciare, urinare, elemosinare, bivaccare, defecare e altro. Anche intorno ai centri storici... Stiamo parlando di migranti clandestini e come detto dal ministero dell'interno, solo il 15% riceve lo status di rifugiato o di asilo politico. L'assessore tutti i torti non ce li ha...



115.Rinelli Sabino in data 20/08/2017 13:11:11

Ditelo ai salottieri democratici di Capalbio che neanche è luogo storico protetto. Buonisti inebetiti , sveglia. Leggete Ida Magli o Roberto Sartori. Qui, a a Venezia, fanno i loro bisogni negli angoli dei monumenti che neanche vedono o riconoscono o nella prima calle in ombra e vuota, perché cosi si fa da loro al paesello . Scusate lo sfogo. Ma questo "accoglionismo" becero mi procura conati di vomito e nulla più oramai.



116.Simona Ruffoni in data 20/08/2017 23:55:33

Il signor sindaco delira tutta l'Italia è praticante un centro turistico.....



117.Giuseppe D'Elia in data 21/08/2017 09:24:27

Alt! C'è una generale non-coerenza tra principi, proclami, afflati d'umanità... e fatti. La recente "rimpatriata" dei potenti della Terra in quel di Taormina ed in pieno "traffico" delle Ong, fu blindata. Ogni sbarco bloccato. Una pax mediterranea, una tregua osservata da scafisti e negrieri, per non disturbare con schiamazzi e disordine... lor signori. Al che si capisce bene che quando si è voluto e si vuole... l'esodo epocale è meno biblico di quanto si vuole far credere per coprire il lucro dei finti benefattori. Detto q.sto, non si capisce perchè il comune cittadino e/o turista... non debba vivere e visitare luoghi... in ordine, come le belle e spesso citate città del Nord Europa... così asettiche. Del resto se il sistema dell'accoglienza fosse efficiente, e non un baraccone messo in piedi solo a scopo di lucro e mestiere (anziché missione...), i migranti non dovrebbero proprio stare a bivaccare tra ponti, stazioni e giardini e monumenti. Perchè... sia chiaro: bivaccare non è proprio una vita degna per un qualsiasi essere umano, sia esso di qualunque colore e provenienza. No?



118.Giuseppe Trovato in data 22/08/2017 11:33:28

Sono perfettamente d'accordo con l'assessore.





Torna indietro



Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Barocco     Cinquecento     Quattrocento     Genova     Firenze     Novecento     Riforme     Settecento    

Strumenti utili