Modica, Adrian Paci reinterpreta il rito della Madonna Vasa Vasa con una toccante performance


A Modica, la scorsa settimana il grande artista albanese Adrian Paci ha reinterpretato il tradizionale rito pasquale della Madonna Vasa Vasa con una performance toccante, che si è svolta nel più stretto riserbo e senza pubblico.

S’intitola U ’ncuontru (L’incontro) la performance che Adrian Paci (Scutari, 1969) ha tenuto all’alba dello scorso 7 aprile a Modica (Ragusa): con la sua opera, l’artista albanese ha reinterpretato il tradizionale rito della Madonna Vasa Vasa, festività religiosa tipica della Pasqua modicana, lungo le vie laterali che dalla chiesa di Santa Maria di Betlem conducono ai lati della scalinata della chiesa di San Pietro. Qui, in un’atmosfera ovattata e surreale, la statua della Vergine ha incontrato e abbracciato quella del Cristo risorto, senza pubblico. Infatti, oltre all’artista, erano presenti solo un gruppo di componenti dell’Associazione Portatori di Santa Maria di Betlem e alcuni operatori per le riprese video. L’evento, che si è tenuto nel più stretto riserbo, è stato reso noto solo poche ore dopo la sua conclusione.

Il progetto è stato realizzato dalla galleria Laveronica Arte contemporanea e sostenuto dal vescovo di Noto, monsignor Antonio Staglianò, da don Antonio Maria Forgione, parroco di Santa Maria di Betlem e dall’Amministrazione comunale di Modica, nel rispetto delle norme anti-Covid.

“Ogni anno, nella giornata di Pasqua a mezzogiorno in punto, ”spiega il gallerista Corrado Gugliotta di Laveronica, "le statue del Cristo risorto e della Madonna vestita a lutto, dopo un percorso di ricerca si incontrano in piazza Monumento, dove avviene la tradizionale ’vasata’ e dove la statua della Madonna, alla vista del Risorto, in segno di gioia, abbandona il suo manto nero e comincia ad allargare le braccia simulando il gesto dell’abbraccio e poi quello del bacio. Adrian Paci ha partecipato in passato diverse volte ai riti della Pasqua modicana rimanendo affascinato dalla partecipazione umana, dall’atmosfera festiva, dai gesti e dal ritmo della processione. In tempo di pandemia le processioni sono state annullate, ma Adrian ha immaginato un incontro notturno e ’clandestino’. Lontano dalle luci e dall’entusiasmo della folla. Un incontro silenzioso e intimo tra madre e figlio, tra una donna velata di nero che toglie il mantello e abbraccia il figlio creduto morto".

Paci ha dunque dato vita a una processione silenziosa diversa da quella che di solito accompagna il rito della Madonna vasa vasa (la locuzione significa “bacia bacia” e fa riferimento al momento in cui la statua di Maria e quella di Gesù si uniscono in un metaforico bacio), accompagnata dalla banda musicale, dallo scoppio di mortaretti e da enormi folle, ma che proprio per questo si carica di nuovi significati. Se la segretezza e la clandestinità del rito richiamano quella delle prime comunità cristiane, il silenzio e la solitudine rivelano il volto umano di Madre e Figlio, favoriscono la riscoperta dei significati essenziali e autentici della Pasqua, spogliati dalle esteriorità e dal folklore, in un’alba di speranza e rinascita.

Il video dell’evento sarà prodotto nelle prossime settimane. Dal 6 aprile al 31 luglio nei locali della galleria Laveronica, in via Clemente Grimaldi 93, sarà possibile visitare una personale di Adrian Paci dal titolo The Encounter. In mostra il video e una serie di foto tratte dalla celebre omonima performance che si è svolta a Scicli nel 2011, nata sempre dalla collaborazione tra la galleria ed il grande artista albanese e di cui U ’ncuontru, a dieci anni di distanza, ha rappresentato una prosecuzione ideale. Da Laveronica Arte contemporanea un “grazie” particolare va al capo di gabinetto della Prefettura di Ragusa Gabriele Barbaro, al funzionario della Prefettura Rosario Caccamo, all’assessore comunale ai Lavori pubblici e urbanistica Giorgio Linguanti e al cantautore Giovanni Caccamo, che hanno reso possibile l’evento.

Per tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 0932 1881704 oppure mandare una mail a info@gallerialaveronica.it.

Modica, Adrian Paci reinterpreta il rito della Madonna Vasa Vasa con una toccante performance
Modica, Adrian Paci reinterpreta il rito della Madonna Vasa Vasa con una toccante performance


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma