Planet or Plastic? In Santa Maria della Vita a Bologna una mostra sull'inquinamento da plastica


Genus Bononiae. Musei nella Città e la Fondazione Carisbo insieme a National Geographic, presentano presso il complesso museale di Santa Maria della Vita, la mostra Planet or Plastic?, nell’ambito dell’omonima campagna internazionale lanciata da National Geographic, che vede anche Marco Mengoni impegnato come ambasciatore per l’Italia.

Otto i grandi temi affrontati: dalla quantità di plastica prodotta nel mondo all’impatto sull’ambiente e sulla catena alimentare, dal riuso all’educazione individuale e collettiva.

L’esposizione, curata da Marco Cattaneo, Direttore di National Geographic Italia e dalla redazione con la collaborazione della scrittrice e documentarista Alessandra Viola, alterna fotografie dei grandi reporter del National Geographic all’originale lavoro artistico di Mandy Barker, pluripremiata artista britannica, che da anni indaga insieme a scienziati e ricercatori sugli effetti devastanti della plastica. Straordinarie e sconvolgenti sono le immagini del suo progetto fotografico Soup, letteralmente zuppa, che ha come obiettivo quello di provocare una forte reazione nello spettatore, tra l’attrazione estetica e l’inquietante consapevolezza dei danni provocati dalla plastica dispersa negli oceani.

Completa il percorso la proiezione del documentario di National Geographic Punto di non ritorno del regista premio Oscar Fisher Stevens e dell’attore premio Oscar e Messaggero della Pace per conto dell’ONU Leonardo Di Caprio: un affascinante resoconto sui drammatici mutamenti che si verificano oggi in tutto il mondo a causa dei cambiamenti climatici.

La plastica prodotta dalla sua invenzione fino ad oggi viene riciclata solo in minima parte e si sta accumulando nell’ambiente: dal giorno della sua invenzione sono stati prodotti 8,3 miliardi di tonnellate, di cui 6,3 sono diventati rifiuti che rimangono nell’ambiente anche per più di 400 anni. La plastica che finisce in mare mette in pericolo la vita degli animali marini, si accumula in grandi isole galleggianti, e con il tempo si rompe in pezzi sempre più piccoli- microplastiche- che vengono ingeriti da pesci, cetacei, uccelli.

Planet or Plastic? accompagna lo spettatore in un percorso che vuole far riflettere  sul materiale che è diventato ormai sinonimo di degrado e distruzione del pianeta. Perché ognuno di noi attraverso piccoli gesti nel quotidiano, può essere parte del cambiamento. La mostra è aperta fino al 22 settembre.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale di Genus Bononiae.

Nell’immagine, una foto di Jordi Chias che ritrae una tartaruga intrappolata in una rete di plastica.

Planet or Plastic? In Santa Maria della Vita a Bologna una mostra sull'inquinamento da plastica
Planet or Plastic? In Santa Maria della Vita a Bologna una mostra sull'inquinamento da plastica

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Barocco     Quattrocento     Genova     Roma    

Strumenti utili