Caravaggio e caravaggeschi in Olanda: tutta la Roma d'inizio Seicento è in mostra a Utrecht


Dal 16 dicembre 2018 al 24 marzo 2019 è in programma al Centraal Museum di Utrecht, nei Paesi Bassi, una grande mostra che porta in terra olandese la Roma d’inizio Seicento: Utrecht, Caravaggio and Europe è il titolo della mostra che intende approfondire il periodo 1600-1630, quando nella capitale dello Stato Pontificio erano registrati 2.700 artisti, 572 dei quali stranieri. Tutti visitarono le stesse chiese e videro le stesse collezioni, conversarono tra loro, e ovviamente dipinsero, esprimendosi sugli stessi temi, sulle stesse fonti iconografiche, producendo però opere molto diverse. La mostra intende esaminare, nello specifico, le diversità tra i seguaci europei di Caravaggio, presentando le loro opere su base tematica.

La rassegna si svilupperà attorno a un capolavoro di Caravaggio in prestito dai Musei Vaticani, la Deposizione dipinta tra il 1602 e il 1604 per la chiesa di Santa Maria in Vallicella a Roma (e che sarà visibile a Utrecht solo per un mese). Di Caravaggio ci sarà anche il San Girolamo dal Museo di Montserrat (che in Italia avevamo visto alla grande mostra su Caravaggio di Palazzo Reale): un’altra opera del maestro lombardo mai esposta prima nei Paesi Bassi. Accanto a queste due opere, la mostra porterà a Utrecht capolavori di caravaggeschi da tutta Europa: dall’Italia Bartolomeo Manfredi, Cecco del Caravaggio, Giovanni Antonio Galli (lo Spadarino), Orazio Borgianni e Orazio Gentileschi, oltre all’italo-spagnolo José de Ribera, dalla Svizzera Giovanni Serodine, dalla Francia Nicolas Régnier, Nicolas Tournier, Simon Vouet e Valentin de Boulogne, dalle Fiandre Gerard Seghers e Theodoor Rombouts. Le opere arrivano in prestito da importanti collezioni pubbliche e private europee e americane: ci sono prestiti dagli Uffizi, dal Louvre, dalla National Gallery di Londra e da quella di Washington, oltre che da chiese romane.

Una sezione sarà poi riservata ai caravaggeschi olandesi, come Gerrit van Honthorst, Dirck van Baburen, Hendrick ter Brugghen e altri. Questi artisti, esattamente come Caravaggio, dipinsero gli aspetti più crudi della realtà, con ter Brugghen che è considerato, sottolinea la presentazione della mostra “il pittore che ha dipinto il più brutto ma anche il più realistico bambino del diciassettesimo secolo”.

Il Centraal Museum di Utrecht suggerisce di acquistare i biglietti prenotandoli in anticipo sul sito: a questo link (in inglese) è possibile trovare tutte le informazioni.

Immagine: Hendrik ter Brugghen, San Sebastiano curato da sant’Irene, dettaglio (1625; olio su tela, 149 x 119,4 cm; Oberlin, Allen Memorial Art Museum)

Caravaggio e caravaggeschi in Olanda: tutta la Roma d'inizio Seicento è in mostra a Utrecht
Caravaggio e caravaggeschi in Olanda: tutta la Roma d'inizio Seicento è in mostra a Utrecht

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Barocco     Quattrocento     Genova     Roma    

Strumenti utili