La liberazione di Bologna dagli austriaci in una mostra al Museo del Risorgimento del capoluogo emiliano


Il 12 giugno 1859 (giusto 160 anni fa) in seguito alle sconfitte subite a Palestro e Magenta ad opera delle truppe franco-piemontesi, le truppe austriache che a Bologna sostenevano il vacillante governo pontificio dovettero sgomberare anche la città. Di lì a pochi mesi, in un rapido succedersi di avvenimenti, l’intera Emilia-Romagna si sarebbe unita alla monarchia costituzionale di Vittorio Emanuele II, futuro Re d’Italia. Si compiva in tal modo per Bologna il processo di Unificazione nazionale che era iniziato alcuni decenni prima, e che nella battaglia dell’8 agosto 1848 trova l’episodio di maggior rilievo.

La mostra Bologna da quel momento fu libera. Episodi, aspetti e memoria del 12 giugno 1859, in corso dal 18 maggio al 14 luglio 2019 al Museo del Risorgimento di Bologna, ripercorre episodi e aspetti di quel periodo, attraverso l’esposizione di cimeli e documenti originali, normalmente non visibili al pubblico: la battaglia dell’8 agosto, il predominio degli Austriaci sulla città nel decennio 1849-1859, la giornata del 12 giugno e il rapido succedersi dei governi provvisori, il formarsi di un esercito e della Guardia nazionale, la memoria celebrativa del 12 giugno nei decenni successivi. Con uno smarthphone e grazie a un codice QR presente nelle diverse vetrine, sarà possibile accedere al portale www.storiaememoriadibologna.it, che conterrà notizie e approfondimenti relativi ai diversi oggetti esposti, in modo da apprezzarne pienamente la storia e il significato.

Ingresso biglietto museo (€ 5,00 intero / € 3,00 ridotto). Per gli abbonati alla Card Musei Metropolitani Bologna ingresso gratuito. Info 051225583 museorisorgimento@comune.bologna.it La mostra fa parte della rassegna Bologna da quel momento fu libera. Bologna 1848-1859. Rievocazione storica, a cura di Associazione 8cento in collaborazione con Museo civico del Risorgimento | Istituzione Bologna Musei, dedicata alla rievocazione storica delle vicende che a partire dal 1848 portarono al giugno 1859, storica data che vide la definitiva partenza dalla città delle truppe imperiali austriache e del Cardinale Legato.

Per tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 051 347592, mandare una mail a museorisorgimento@comune.bologna.it oppure visitare il sito www.museibologna.it/risorgimento

Nell’immagine: Antonio Muzzi, La cacciata degli Austriaci da Porta Galliera l’8 agosto 1848 (1849; olio su tela, 82x65 cm; Bologna, Museo civico del Risorgiment)

La liberazione di Bologna dagli austriaci in una mostra al Museo del Risorgimento del capoluogo emiliano
La liberazione di Bologna dagli austriaci in una mostra al Museo del Risorgimento del capoluogo emiliano

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

Strumenti utili