Ottocento - Finestre sull'Arte

Quando Angelo Morbelli dipingeva l'abbandono e la disperazione degli anziani del Pio Albergo Trivulzio

Quando Angelo Morbelli dipingeva l'abbandono e la disperazione degli anziani del Pio Albergo Trivulzio

Quando s'ammira un quadro i cui protagonisti sono anziani segregati in un ospizio, quello che si contempla non è "un aspetto per così dire normale della nostra cultura", scriveva qualche anno fa lo storico dell'arte Michael F. Zimmermann parlando...
Leggi tutto...
Arte al balcone nell'Ottocento, da Francisco Goya a Umberto Boccioni

Arte al balcone nell'Ottocento, da Francisco Goya a Umberto Boccioni

Stare al balcone per affacciarsi sul mondo o per parlare con persone con cui si desidera interloquire per scambiare idee e passare il tempo: sia che si scruti l'orizzonte da soli in silenzio o che ci si riunisca in compagnia dei nostri cari, il b...
Leggi tutto...
L'amore secondo Francesco Hayez. Da quello romantico a quello segreto, cinque opere del grande pittore

L'amore secondo Francesco Hayez. Da quello romantico a quello segreto, cinque opere del grande pittore

Forse l'artista che l'immaginario collettivo associa all'amore più di chiunque altro è Francesco Hayez (Venezia, 1791 - 1882), il più celebre tra i romantici italiani. I suoi dipinti hanno celebrato l'amore in diverse forme e raccontando le storie ...
Leggi tutto...
Una meteora attraversa i cieli d'Europa: Giuseppe De Nittis

Una meteora attraversa i cieli d'Europa: Giuseppe De Nittis

La morte prematura non ha impedito al pittore Giuseppe De Nittis di solcare, agli esordi, i cieli dell’Italia del Sud, né di brillare poi nelle due capitali dell’arte: Londra e soprattutto Parigi. Nonostante la breve carriera...
Leggi tutto...
“Canova. Eterna bellezza”. L'atteso ritorno del maestro veneto nell'Urbe

“Canova. Eterna bellezza”. L'atteso ritorno del maestro veneto nell'Urbe

Nel 1787, commentando il mausoleo di papa Clemente XIV che Antonio Canova aveva appena concluso nella Basilica dei Santi Apostoli a Roma, il dotto scrittore e teorico del neoclassicismo Francesco Milizia scriveva in una lettera: “il Canov...
Leggi tutto...

“Sono sicuro che sarò il suo continuatore”: Van Gogh e Adolphe Monticelli, il pittore che ispirò i suoi girasoli

Se ci si fa caso, c'è un preciso momento a partire dal quale la produzione di Vincent van Gogh (Zundert, 1853 - Auvers-sur-Oise, 1890) si riempie di straordinarie nature morte che hanno per protagonisti dei coloratissimi bouquet di fiori: l'estat...
Leggi tutto...
Quando gli artisti europei sognavano il Giappone. Il giapponismo nell'arte dell'Ottocento in mostra a Rovigo

Quando gli artisti europei sognavano il Giappone. Il giapponismo nell'arte dell'Ottocento in mostra a Rovigo

Fu l'artista francese Philippe Burty (Parigi, 1830 - 1890) il primo a coniare, nel 1872, un termine in seguito destinato a identificare quella mania per il Giappone che, da almeno un ventennio a quella parte, s'era impossessata di molti pittori...
Leggi tutto...
A Palazzo Antinori, la mostra sull'immagine di Firenze secondo Giovanni e Telemaco Signorini, due generazioni di grandi artisti

A Palazzo Antinori, la mostra sull'immagine di Firenze secondo Giovanni e Telemaco Signorini, due generazioni di grandi artisti

Il rinvenimento, nel 2008, d'un importante carteggio tra Telemaco Signorini (Firenze, 1835 - 1901), uno dei principali pittori del secondo Ottocente e nome di punta del movimento dei macchiaioli, e suo padre Giovanni (Firenze, 1810 - 1862), ...
Leggi tutto...



Articoli meno recenti... | Ultima pagina
Totale: 12 pagine