Finestre sull'Arte - Settima puntata

Francesco Francia

Francesco Francia
"Uomo savio e regolatissimo"

Puntata 7 - 8 luglio 2009
Durata: 27'37"



Clicca qui per il download diretto


La settima puntata del podcast è dedicata a Francesco Francia, uno dei massimi esponenti del Rinascimento bolognese. Nato come orefice, divenne poi pittore e lavorò a Bologna per tutta la sua carriera. Pittore di corte finché Bologna fu governata dai Bentivoglio, Francesco Francia iniziò sotto l'influenza della scuola ferrarese ma fu poi l'incontro con il Perugino a cambiare in modo radicale il suo modo di fare pittura. Ilaria e Federico ci guidano quindi attraverso l'arte di uno dei pittori più raffinati del Quattrocento.

Immagine: Madonna con Bambino e san Giovannino tra i santi Francesco e Caterina d'Alessandria (particolare), 1504; tempera su tavola, 196x154 cm; Vienna, Kunsthistorisches Museum.



Approfondimenti

Francesco Raibolini detto "il Francia" (Bologna, 1450 - 1517)

Biografia


1450 Francesco Raibolini nasce a Bologna. Non si sa bene da dove derivi il soprannome, forse è un omaggio al suo primissimo maestro, un orefice di nome Duc detto “il Francia” (Francesco è prima orefice che pittore), oppure potrebbe essere un diminutivo dialettale di “Francesco”.
1479 È menzionato come aurifex, ovvero come orefice. Della sua produzione orafa però non è rimasto alcunché.
1482 Risulta iscritto alla Corporazione degli Orafi di Bologna.
1484 Nasce il figlio Giacomo che diventerà pittore di una certa rilevanza.
1485 ca. Dopo le sue esperienze da orefice si avvicina alla pittura: è forse allievo di Marco Zoppo e di sicuro studia con Lorenzo Costa.
1490 ca. Realizza la Pala Felicini conservata alla Pinacoteca Nazionale di Bologna: si tratta di una delle sue prime prove sicure da artista. Il committente è Bartolomeo Felicini, persona molto vicina ai Bentivoglio, signori di Bologna per i quali Francesco aveva già lavorato da orefice. I Bentivoglio vedendo l'opera decidono di avvalersi di Francesco anche in qualità di pittore.
1494 Dipinge la Madonna in trono con santi per la cappella Bentivoglio nella chiesa di San Giacomo Maggiore a Bologna.
1497 Forse conosce il Perugino che quest'anno soggiorna a Bologna. Certo è che a partire da questa data Francesco sarà molto influenzato dall'arte del pittore umbro.
1498 Per Anton Galeazzo Bentivoglio (figlio del signore di Bologna Giovanni II Bentivoglio) dipinge la famosa Pala Bentivoglio che si trova nella Pinacoteca Nazionale di Bologna.
1503 È iscritto alla Corporazione delle Quattro Arti.
1504 Sempre per i Bentivoglio inizia a decorare l'oratorio di Santa Cecilia con affreschi che hanno per tema episodi tratti dalla vita della santa.
1510 Dipinge la Madonna col Bambino e san Francesco della Pinacoteca Nazionale da Bologna.
1511 Esegue l'Immacolata concezione conservata nella chiesa di San Frediano a Lucca.
1515 Francesco Francia termina le sue attività attorno a quest'anno: Vasari racconta che la causa si deve allo smacco subito a opera di Raffaello in quanto dopo aver visto l'Estasi di Santa Cecilia è costretto a riconoscere la superiorità del giovane urbinate ed entra in crisi depressiva. Non sappiamo però quanto questo aneddoto sia vero.
1517 Scompare a Bologna il 5 gennaio.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allievo di: Marco Zoppo? - Lorenzo Costa
Guardò a: Ercole de' Roberti - Perugino
Maestro di: Amico Aspertini - Marcantonio Raimondi - Timoteo Viti - Giulio Raibolini
Guardarono a lui: Marco Palmezzano - Innocenzo da Imola - Alessandro Araldi - Boccaccino Boccaccio
Principali mecenati e committenti: Giovanni II Bentivoglio - famiglia Gonzaga

"La nota" - rubrica a cura di Ambra Grieco


Francesco Francia nelle Vite di Giorgio Vasari - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!


Immagini


Opere citate nella trasmissione (facendo clic si apriranno in una pagina nuova):

Pala Felicini (1490 ca.; Bologna, Pinacoteca Nazionale)
Madonna in trono e santi (1494; Bologna, San Giacomo Maggiore)
Affreschi di Santa Cecilia: Sposalizio di santa Cecilia e san Valeriano - Sepoltura di santa Cecilia (1504-06; Bologna, Oratorio di Santa Cecilia)
Pala Bentivoglio (1498-99; Bologna, Pinacoteca Nazionale)
Madonna con Bambino tra i santi Francesco e Caterina d'Alessandria (1504 ca.; Vienna, Kunsthistorisches Museum)
Madonna con Bambino e San Francesco (1510 ca.; Bologna, Pinacoteca Nazionale)


Altre immagini:

Web Gallery of Arts:
http://www.wga.hu/frames-e.html?/html/f/francia/index.html
Altre immagini sono disponibili sul sito della Pinacoteca Nazionale di Bologna, www.pinacotecabologna.it.

Libri da leggere


- Emilio Negro, Francesco Francia e la sua scuola, Artioli, 1998*.
*Si tratta di un libro piuttosto difficile da reperire. Attualmente non esistono libri su Francesco Francia pensati per un pubblico vasto.

Mostre e musei da visitare


- Bologna, Pinacoteca Nazionale
- Bologna, San Giacomo Maggiore
- Bologna, Galleria comunale
- Firenze, Uffizi
- Verona, Museo di Castelvecchio
- Milano, Museo Poldi Pezzoli
- Vienna, Kunsthistorisches Museum
- Budapest, Szépművészeti Múzeum (Museo di Belle Arti)
- Pasadena, Norton Simon Museum





I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.




Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Seicento     Rinascimento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Firenze     Novecento     Quattrocento     Genova     Roma     Riforme    

Strumenti utili