Come stata ideata l'Ultima Cena di Leonardo? Una mostra al Cenacolo Vinciano lo racconta


Presso il Museo del Cenacolo Vinciano di Milano verrà allestita dall’11 ottobre 2018 al 13 gennaio 2019 la mostra "Leonardo da Vinci. Prime idee per l’Ultima Cena".

Saranno esposti dieci disegni provenienti dalle collezioni reali della Regina Elisabetta II, ovvero dalla Royal Collection, che vennero compiuti in preparazione di uno dei più grandi capolavori di Leonardo: L’Ultima Cena.
Sette di questi sono senza dubbio opera del genio, uno è attribuito a Francesco Melzi, mentre gli altri due sono attribuiti da tradizione a Cesare da Sesto, ma in questa sede sono assegnati al Maestro.

I visitatori avranno la possibilità di ammirare i dieci disegni citati di fronte all’Ultima Cena stessa, in un confronto tra la prima idea e il capolavoro concluso: dal primo schizzo ai successivi studi fino a giungere all’accurata resa di materia e luce.
In particolare, i disegni presentati in mostra si potrebbero suddividere in due gruppi: il primo con schizzi più rapidi a penna, dove l’artista studia la composizione nel suo complesso, il secondo con disegni a matita rossa o nera che evidenziano dettagli di volti, di gesti.

L’esposizione è organizzata dal Polo Museale Regionale della Lombardia ed è inclusa nel biglietto d’accesso al Museo del Cenacolo Vinciano.

Per info: http://www.polomuseale.lombardia.beniculturali.it

Come  stata ideata l'Ultima Cena di Leonardo? Una mostra al Cenacolo Vinciano lo racconta
Come stata ideata l'Ultima Cena di Leonardo? Una mostra al Cenacolo Vinciano lo racconta

Se questo articolo ti piaciuto o lo hai ritenuto interessante, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter: niente spam, una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novit!








Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Cinquecento     Novecento     Barocco     Quattrocento     Firenze     Genova     Roma    

Strumenti utili