Presentato a Pistoia il progetto di studio e di restauro del pulpito di Giovanni Pisano


Presentato a Pistoia il progetto di studio e di restauro del pulpito della chiesa di Sant’Andrea, capolavoro di Giovanni Pisano realizzato tra il 1297 e il 1301.

Il celebre monumento necessita di un intervento di restauro a causa dell’instabilità e dell’erosione delle strutture metalliche di supporto: nei prossimi mesi quindi l’opera sarà oggetto di una serie di indagini e successivamente di interventi di rifacimento grazie ai finanziamenti dell’associazione non profit Friends of Florence. Le indagini vennero avviate tra il 2007 e il 2008 dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e oggi possono essere completate grazie alla collaborazione dell’Università degli Studi di Firenze

La presidente dell’associazione, Simonetta Brandolini D’Adda, ha dichiarato: “Con Friends of Florence siamo stati qui, nella chiesa di Sant’Andrea quasi dieci anni fa. Abbiamo visto la condizione precaria anche allora del pulpito, adesso abbiamo trovato il finanziamento per andare avanti a lavorare su questo bellissimo monumento, un esempio stupendo di Giovanni Pisano in tutto il mondo. Lo studio approfondito e il restauro hanno un’importanza vitale per conservare questo magnifico capolavoro e offrire alle future generazioni la stessa opportunità che oggi abbiamo noi di poterlo vedere, studiare e fruire secondo i valori che la cultura occidentale ci insegna attraverso l’arte”. 

Presentato a Pistoia il progetto di studio e di restauro del pulpito di Giovanni Pisano
Presentato a Pistoia il progetto di studio e di restauro del pulpito di Giovanni Pisano

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter: niente spam, una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!








Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Arte antica     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Barocco     Cinquecento     Quattrocento     Firenze     Genova     Roma    

Strumenti utili