Il Codacons invia un esposto al Tribunale della Città del Vaticano per l'eccessivo affollamento dei Musei Vaticani


In questi giorni è stato presentato un esposto dal Codacons al Tribunale della Città del Vaticano per l’eccessivo affollamento dei Musei Vaticani.

Sui media un’infinità di commenti, positivi e negativi, appare ogni giorno relativamente alle visite ai principali musei e monumenti italiani di turisti sia italiani che stranieri.

In particolare sono state raccolte dal Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) le numerose critiche, accompagnate da fotografie, mosse contro uno dei musei più visitati d’Italia: i Musei Vaticani.

Il Codacons ha presentato in questi giorni un esposto al Tribunale della Città del Vaticano, dove si afferma che “la gestione dei visitatori, secondo molti, sarebbe inadeguata, rendendo difficile godere delle tante opere d’arte che il sito offre e sollevando preoccupazioni sul fronte della sicurezza, considerato che la normativa italiana stabilisce come la densità massima in luoghi chiusi debba essere di 1,2 persone per mq”.

Secondo quanto detto, si procederà alle relative verifiche.

Tuttavia negli ultimi anni i Musei Vaticani hanno adottato misure sia per tutelare le opere d’arte che per disciplinare i flussi di persone in visita ai Musei.

Photo Credit: la scala a spirale dei Musei Vaticani

Il Codacons invia un esposto al Tribunale della Città del Vaticano per l'eccessivo affollamento dei Musei Vaticani
Il Codacons invia un esposto al Tribunale della Città del Vaticano per l'eccessivo affollamento dei Musei Vaticani


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER