Amatrice, inaugurata la statua bronzea di Alfiero Nena, donata dall'artista alla città


Ad Amatrice è stata inaugurata la statua ’Mucca con vitello nel paesaggio’, donata da Alfiero Nena alla città in segno di solidarietà.

Nella giornata di ieri, 10 giugno, alle ore 12, è stata inaugurata la scultura in bronzo “Mucca con vitello nel paesaggio” di Alfiero Nena. L’opera è stata collocata presso il Campo Zero di Amatrice come dono da parte dell’artista in segno di solidarietà nei confronti degli allevatori ed agricoltori che vivono nelle zone colpite dal terremoto dell’agosto del 2016.

A posizionare la statua ci hanno pensato l’associazione di promozione sociale IL FORO di Roma e all’Associazione Terra di Amatrice, che si è occupata di realizzare un basamento al monumento con le pietre degli edifici crollati. “Bisogna tenere in vita le attività, senza le quali non c’è ripresa. Voglio sostenere gli agricoltori e gli allevatori che non hanno abbandonato bestiame e terreni” ha dichiarato Nena all’inaugurazione.

“Quest’opera è un simbolo. Amatrice è viva e vivrà”, ha detto Azelio Marsicola, assessore all’agricoltura e al turismo. Nato a Treviso, Alfiero Nena ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Roma sotto la guida di Emilio Greco del quale diviene prezioso e stimato collaboratore in opere di grande impegno. La basilica di S.Maria del Popolo a Roma, Villa Jovis sul Monte Tiberio a Capri e le Sacre Grotte Vaticane sono alcuni dei luoghi dove si possono trovare le sue opere a cui, adesso, si aggiunge Amatrice.

Fonte Ansa

Amatrice, inaugurata la statua bronzea di Alfiero Nena, donata dall'artista alla città
Amatrice, inaugurata la statua bronzea di Alfiero Nena, donata dall'artista alla città


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma