Roma, Musei Capitolini mezzi chiusi per una sfilata di Gucci. L'istituto diventa merce?


Un laconico avviso sul sito dei Musei Capitolini di Roma avvisava che, nella giornata di martedì 28 maggio, il Palazzo Nuovo e il Tabularium (in pratica, metà del percorso dei musei) avrebbero chiuso al pubblico per un non meglio specificato “evento”, e che i visitatori avrebbero potuto accedere ai musei con il biglietto ridotto. L’evento era una sfilata di moda della casa Gucci, che ha trasformato le sale delle collezioni antiche di Palazzo Nuovo in una location dove si è svolto il tutto.

L’intento della maison era quello di fare un omaggio a Roma, e non si è trovato modo migliore che far sfilare le modelle tra le statue antiche. “Da piccolo”, ha spiegato Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, “venivo a visitare i Musei Capitolini con mio padre. Non mi piacevano i luna park. Sono sempre stato attratto e ossessionato dall’antico e Roma rimane per questo la mia fonte d’ispirazione. Capto le vibrazioni anche dalle colonne che trovi pure al supermercato”. Così è nato il progetto: “volevo tornare nei luoghi dell’infanzia portandoci la mia moda. Facendola entrare in posti come questo dov’è molto difficile mettere in scena uno show della moda”.

Dunque, nelle strette sale di Palazzo Nuovo, il pubblico (tra cui anche celebrities come Elton John, Renato Zero, Naomi Campbell, Matteo Renzi, e ovviamente non è mancata la sindaca Virginia Raggi) si è accalcato accanto alle statue per far passare le modelle tra i corridoi. Gli organizzatori fanno sapere che l’evento è stato finalizzato a sostenere il restauro della Rupe Tarpea, che sarà eseguito nei prossimi due anni.

Non mancano però le proteste e i malumori: Tomaso Montanari, sul suo profilo Twitter, commenta lapidario “ne penso tutto il peggio”, sui social sono molti gli utenti che parlano di una svendita dei musei ai privati e di una mercificazione dell’arte, e il Corriere della Sera riporta che ci sono anche malumori in giunta. In particolare Gemma Guerrini, assessore alle pari opportunità, avrebbe dichiarato che “questo è ciò che sul nostro programma elettorale è espressamente osteggiato e contro cui ho fatto la campagna elettorale. L’autore o gli autori di questa iniziativa dovrebbero essere cacciati a calci. E la sindaca dovrebbe prendere posizione”.

Nell’immagine, un momento della sfilata di Gucci ai Musei Capitolini.

Roma, Musei Capitolini mezzi chiusi per una sfilata di Gucci. L'istituto diventa merce?
Roma, Musei Capitolini mezzi chiusi per una sfilata di Gucci. L'istituto diventa merce?

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Barocco     Quattrocento     Genova     Roma    

Strumenti utili