Una squadra di calcio indosserà una maglia con un'opera di Brancuși


Una squadra di calcio rumena indosserà, per questa stagione, una maglia che riproduce un’opera del grande artista Constântin Brancuși.

L’arte sbarca nel mondo del calcio. E in particolare, sulle magliette di una squadra che gioca nella serie A della Romania, il Clubul Sportiv Universitatea Craiova, che gli appassionati italiani quest’anno hanno visto alle prese con il Milan nei preliminari di Europa League. I dirigenti del club hanno infatti deciso di far riprodurre, per la nuova stagione agonistica, una versione stilizzata della Colonna senza fine di Constântin Brancuși. Si tratta di una delle opere più celebri dello scultore rumeno, uno dei vertici della sua produzione ispirata all’arte totemica e alle figurazioni primitive: è una grande colonna alta più di trenta metri, che fu terminata nel 1938 e che si trova nella città di Târgu Jiu (città ubicata a pochi chilometri dal borgo natale di Constântin Brancuși, Peștișani).

Un portavoce del club ha riferito a The Art Newspaper che la figura sulla maglia è stata ispirata sia dalla Colonna dello scultore amico di Modigliani che dai pilastri dei portici delle case tradizionali dell’Oltenia, ai quali a sua volta Brancuși si era ispirato. La figura rappresenta, per il Craiova, “la verticalità come rigore del nostro comportamento comune, alte aspirazioni e perfezione”.

Fonte: The Art Newspaper

Immagine: la Colonna senza fine di Brancuși e un giocatore con la maglia che la riproduce. Credit

Una squadra di calcio indosserà una maglia con un'opera di Brancuși
Una squadra di calcio indosserà una maglia con un'opera di Brancuși


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER