Pistoia, riapre la mostra su Sebastićo Salgado, con proroga fino al 26 luglio


A pistoia riapre la mostra ’Exodus. In cammino sulle strade delle migrazioni’, monografica di Sebastião Salgado.

La Fondazione Pistoia Musei riapre le porte per la mostra fotografica Exodus. In cammino sulle strade delle migrazioni e la proroga fino al 26 luglio.

La mostra, interrotta fino ad oggi a causa dell’emergenza sanitaria, è curata da Lélia Wanick Salgado ed espone le fotografie di Sebastião Salgado (Aimorés, 1944) che raccontano le migrazioni e ci mostrano le tragedie e i drammi che i profughi devono affrontare.

Nel 1999, il fotografo scrisse: “Oggi più che mai, sento che il genere umano è uno. Vi sono differenze di colore, di lingua, di cultura e di opportunità, ma i sentimenti e le reazioni di tutte le persone si somigliano. Noi abbiamo in mano la chiave del futuro dell’umanità, ma dobbiamo capire il presente. Queste fotografie mostrano una porzione del nostro presente. Non possiamo permetterci di guardare dall’altra parte”.

La mostra è allestita al Palazzo Buontalenti di Pistoia e per entrare è assolutamente necessario prenotare telefonando al numero 0573 974267, (orari: tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

Per altre informazioni potete visitare il sito ufficiale della Fondazione Pistoia Musei.

Nell’immagine: Sebastião Salgado, The beach of Vung Tau, formerly named Cap Saint Jacques, from where the majority of boat people left. Southern Vietnam. 1995

Pistoia, riapre la mostra su Sebastićo Salgado, con proroga fino al 26 luglio
Pistoia, riapre la mostra su Sebastićo Salgado, con proroga fino al 26 luglio


Se ti č piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE







Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

Strumenti utili