Inger sulla spiaggia

Autore: Edvard Munch
1889
Bergen, Kunstmuseum

Questo dipinto, Inger sulla spiaggia, noto anche come Notte d'estate, è uno dei capolavori giovanili di Edvard Munch, che nasceva il 12 dicembre 1863 a Løten, in Norvegia. Protagonista dell'opera è la sorella del pittore, Inger, all'epoca ventenne, seduta sugli scogli della spiaggia di Åsgårdstrand, cittadina turistica sulle coste sud del paese e luogo dove l'artista si recò spesso in villeggiatura. Il dipinto, firmato e datato nell'angolo in basso a sinistra, è nettamente diviso in due registri (uno occupato dalle acque del mare, l'altro dagli scogli) e ci mostra Inger vestita di bianco, con un cappello di paglia tra le mani, assorta nei suoi pensieri con sguardo malinconico.

Si tratta di un dipinto fondamentale nella carriera di Munch perché in questi anni l'artista comincia a maturare la sua poetica espressionista attraverso la quale sonderà il profondo dei sentimenti: questo stesso dipinto, che all'apparenza può sembrare un realistico ritratto della sorella dell'artista in una serata estiva del luglio norvegese, racconta in realtà uno stato d'animo e ogni particolare nel dipinto concorre a comunicare le sensazioni di solitudine, angoscia esistenziale, tristezza che sembrano pervadere la mente della giovane. La calma delle acque del mare, che spinge alla riflessione (riflessione a cui rimanda, peraltro, anche il bianco della veste di Inger), i colori sulla gamma del grigio, l'atmosfera crepuscolare sono tutte caratteristiche che rendono questo dipinto una sorta di descrizione di un carattere, più che un paesaggio (benché stilisticamente l'opera richiami i paesaggisti nordici dell'Ottocento la cui produzione abbondava di opere i cui protagonisti erano uomini o donne sulle rive delle spiagge dei mari del nord). Stilisticamente, si potrebbero avanzare anche analogie con le figure di Manet, artista che Munch conosceva molto bene.

L'opera fu realizzata nel 1889, ma quando fu presentata al pubblico la critica, in particolar modo quella più conservatrice, la accolse in modo tutt'altro che positivo, col pittore che venne accusato di superficialità tecnica e mancanza di sensibilità. Oggi la si può ammirare al Kunstmuseum di Bergen, in Norvegia.

12 dicembre 2016

Inger sulla spiaggia di Edvard Munch

Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"






Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Quattrocento     Firenze     Riforme     Genova     Novecento     Settecento    

Strumenti utili