Il Labirinto della Masone apre per la prima volta il giardino dove tutto ebbe inizio


Torna al Labirinto della Masone la manifestazione annuale interamente dedicata al bambù. E per l’occasione sarà aperto per la prima volta al pubblico il giardino dove il sogno del Labirinto ebbe inizio. 

Il Labirinto della Masone torna a ospitare, per la sua ottava edizione, Under the Bamboo Tree, la manifestazione annuale interamente dedicata al bambù. Per due intere giornate, sabato 14 e domenica 15 ottobre 2023, il labirinto più grande del mondo celebra la pianta che lo compone. E in occasione della manifestazione, aprirà per la prima volta al pubblico un secondo parco, oggi sede della Fondazione Franco Maria Ricci, per far scoprire il luogo dove il sogno del Labirinto della Masone ebbe inizio. Questo spazio verde, solitamente chiuso al pubblico e cui si accede mediante una piccola galleria fatta di bambù, ospitò infatti gli incontri tra Franco Maria Ricci e Jorge Luis Borges. È qui infatti che, nel 1977, durante una delle loro usuali passeggiate, Ricci promise allo scrittore argentino che avrebbe dato vita al labirinto più grande del mondo. Ed è qui che si trova la prima grande lussureggiante piantagione intrapresa da Franco Maria Ricci col bambù. Le molte specie di bambù presenti in quest’area del parco, più addomesticate in alcuni punti e più selvatiche in altri, fanno di questo giardino un vero tesoro botanico.

Per Franco Maria Ricci il Labirinto era la sua personale folie, da intendersi come il luogo che nel Settecento rappresentava la proprietà di campagna destinata a feste e ritrovi sfarzosi, per abbellire la quale i signori spesso si rovinavano fino al lastrico. Questa passione ha avuto origine da tre diversi amori: il primo è quello per la sua terra, Parma e l’Emilia, alla quale ha voluto lasciare e dedicare un monumento così straordinario; il secondo è quello per i labirinti, una passione riaccesa grazie allo scrittore argentino Jorge Luis Borges; e infine, l’innamoramento per il bambù, pianta che adorò in tutta la sua vita matura e che era presente anche nel giardino della sua casa di Milano.

In occasione di Under The Bamboo Tree 2023, non mancherà inoltre, nella corte della piramide, l’allestimento di un grande giardino effimero ad opera dei Vivai Michelucci, realtà di Pistoia specializzata nella produzione e coltivazione di bambù e graminacee perenni. All’interno del labirinto sarà possibile poi sostare e riposare sotto la grande struttura in bambù ideata e realizzata in modo sostenibile ed ecocompatibile dal collettivo Arundo Art.

La partecipazione alla manifestazione Under the bamboo tree è inclusa nel biglietto giornaliero del Labirinto della Masone. Si consiglia di prenotare l’ingresso su www.labirintodifrancomariaricci.it

Il Labirinto della Masone apre per la prima volta il giardino dove tutto ebbe inizio
Il Labirinto della Masone apre per la prima volta il giardino dove tutto ebbe inizio


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020