Au lit: le basier

Autore: Henri de Toulouse-Lautrec
1892
Collezione privata

Questo dipinto di Henri de Toulouse-Lautrec, intitolato Au lit: le basier ("A letto: il bacio") fu realizzato nel 1892, nello stesso periodo in cui l'artista lavorava al ciclo di dipinti destinati a decorare gli ambienti del bordello di rue d'Amboise a Parigi, che il pittore frequentava e nel quale poi sarebbe andato ad abitare: ne avevamo già parlato quando abbiamo discusso l'opera Le lit, eseguita proprio nella stessa occasione. Anche in questo caso, il soggetto del dipinto sono due prostitute lesbiche ritratte in un momento d'intimità, mentre si scambiano un bacio a letto, con molto trasporto. Che il bacio sia molto appassionato ci viene suggerito dal loro abbraccio, che, assieme al punto di vista adottato dal pittore, contribuisce ad accrescere questa dimensione di intimità.

Attraverso i ritratti delle prostitute, Toulouse-Lautrec ebbe modo di approfondire in maniera sostanziale la sua poetica degli affetti, che in questi dipinti raggiunge vette di inaspettata umanità. Toulouse-Lautrec guardava con grande simpatia alle prostitute per una sorta di affinità di condizioni: le prostitute costrette a vendere il loro corpo e quindi ai margini della società, Toulouse-Lautrec affetto da gravi menomazioni fisiche, e quindi anch'egli rifiutato. L'attenzione per l'omosessualità potrebbe essere spiegata proprio come reazione e protesta contro la società di fine Ottocento. I colori forti e l'impasto denso sono considerati come una sorta di anticipazione dell'espressionismo, che può aver suggestionato diversi artisti, a cominciare da Egon Schiele, anch'egli attratto dalle coppie di amanti, anche omosessuali.

Il dipinto, acquistato nel 1893 dal pittore Charles Maurin, passò attraverso diverse collezioni private (inclusa quella del critico d'arte francese Roger Marx per poi finire in asta da Sotheby's nel febbraio del 2015: l'opera è stata venduta a un collezionista privato per oltre dieci milioni di sterline (circa quattordici milioni di euro).

6 luglio 2015

Au lit: le basier di Henri de Toulouse-Lautrec


Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"






Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER