Quattro ragazze

Autore: August Macke
1912-1913
Düsseldorf, Kunstpalast

Quest'opera del pittore espressionista tedesco August Macke, intitolata Quattro ragazze, risente dei due viaggi che l'artista compì nel 1907 e nel 1912 a Parigi, dove entrò in contatto con la pittura degli impressionisti: a seguito di tale esperienza, riuscì a conferire alla propria arte un senso di maggior immediatezza e soprattutto rese più vivace e nitida la propria tavolozza facendolo diventare uno dei più "rilassati" tra i pittori espressionisti.

Questo vale anche per le Quattro ragazze, che raffigura semplicemente quattro belle giovani intente a conversare tra di loro in un rigoglioso giardino che, con i suoi alti alberi, serve anche per inquadrare la scena. Le forme compatte e quasi geometriche delle ragazze, caratterizzate da colori molto nitidi, risentono anche dell'influenza del cubismo orfico di Robert Delaunay, altro artista a cui Macke guardò quando soggiornò a Parigi, in particolare durante il viaggio del 1912 (l'influenza di Delaunay fu determinante per gli sviluppi dell'arte di Macke, che tuttavia sarebbe scomparso di lì a poco, nel 1914, mentre combatteva nella prima guerra mondiale). Da notare gli sguardi delle ragazze, leggermente malinconici, che comunicano comunque un grande senso di tranquillità, in armonia con il paesaggio che le circonda.

Quattro ragazze di August Macke

Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"






Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Barocco     Cinquecento     Quattrocento     Firenze     Genova     Novecento     Riforme     Settecento    

Strumenti utili