Bacco fanciullo

Autore: Guido Reni
1620 circa
Firenze, Palazzo Pitti, Galleria Palatina

Il cosiddetto Bacco fanciullo è un dipinto di Guido Reni che raffigura il dio del vino da bambino, ritratto con i suoi consueti attributi iconografici (la corona con grappoli d'uva e foglie di vite, e oggetti connessi al vino, come la fiasca, la brocca e la coppa) ed è accompagnato da un putto che gli regge una brocca in maiolica finemente decorata. Lo sguardo del dio è allegro, già mosso da una lieve ebbrezza che è un'altra caratteristica tipica dell'iconografia di Bacco.

Benché lo stile del dipinto sia improntato a un sereno e raffinato classicismo e la qualità dell'opera sia molto alta (non solo per intelligenza della composizione, finezza di segno e morbidezza della stesura cromatica, ma anche per la grandissima cura del dettaglio, con guizzi di luce che rendono particolarmente viva la corona di Bacco), la paternità a Guido Reni non è un anime: tra gli altri, studiosi importanti del Seicento bolognese come Evelina Borea e Richard Spear hanno dubitato dell'attribuzione a Guido Reni.

Occorre infatti evidenziare che non ci sono documenti che attestino l'autore del dipinto, né la sua destinazione. Il Bacco fanciullo compare citato per la prima volta in un inventario del 1698 di Palazzo Pitti, e la prima attribuzione a Guido Reni è di poco successiva (nel 1713, nell'inventario dei beni del principe Ferdinando de' Medici). L'opera fu esposta nel 1954 a Bologna, alla grande mostra su Guido Reni che "consacrò" definitivamente il pittore emiliano alla grande storia dell'arte: nella rassegna, curata da Cesare Gnudi, al dipinto veniva riconosciuta la paternità reniana. L'opera, conservata a Palazzo Pitti, è poi uscita dalla Galleria Palatina in altre tre occasioni, l'ultima delle quali nel 2015, per una mostra sul binomio "arte e vino" a Verona.

2 gennaio 2018

Bacco fanciullo di Guido Reni

Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"






Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Quattrocento     Firenze     Novecento     Genova     Roma     Riforme    

Strumenti utili