Paesana toscana

Autore: Cristiano Banti
1875
Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Questa Paesana toscana è uno dei pochi capolavori che Cristiano Banti (Santa Croce sull'Arno, 1824 - Montemurlo , 1904) espose in uno spazio pubblico (si trattava della Galleria Lega e Borrani): Banti proveniva infatti da una famiglia benestante, non aveva bisogno di dipingere per vivere e, per quanto fosse stato uno dei più aggiornati pittori di quadri a soggetto storico della sua epoca, realizzava le sue opere principalmente per diletto. La Paesana toscana è, tra i suoi quadri, uno di quelli più affini alla poetica macchiaiola, alla quale Banti fu molto vicino (lo notiamo dalla rapidità delle pennellate che costruiscono la veste della protagonista, dalle fronde degli alberi dipinte come a dar l'impressione del vento che le muove, dalla luce che colpisce le abitazioni creando netti contrasti tra luce e ombra).

Realizzato nel 1875 e subito esposto nella Galleria che due grandi pittori del tempo, Silvestro Lega e Odoardo Borrani, avevano aperto in piazza Santa Trinita a Firenze nello stesso anno (ricevendo anche il supporto economico dello stesso Banti), il dipinto raffigura la figlia dell'artista, Adelaide, nelle vesti di una paesana della Toscana, terra d'origine del pittore. La bellissima ragazza, che all'epoca aveva vent'anni, è raffigurata con le eleganti proporzioni allungate tipiche di Banti e si trova sulla terrazza di un'abitazione mentre si distrae dal suo lavoro di cucito perché il gattino sopra il tavolo, a destra, sta giocando con il gomitolo: la giovane rivolge quindi uno sguardo sorridente al felino, dimostrando simpatia nei suoi confronti. Si tratta di un brano di vita quotidiana, ammantato di grande tenerezza: le ricerche dei pittori più aggiornati del tempo erano tese a indagare il vero e la realtà, come ben dimostra questo dipinto.

Il dipinto è firmato e datato (sul vaso di fiori tra la ragazza e il gatto) e nel 1914 si trovava presso la Galleria Pisani di Firenze: nello stesso anno fu acquistato dalla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma dove lo si può tuttora ammirare.

5 giugno 2018

Paesana toscana di Cristiano Banti


Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"






Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Arte antica     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Barocco     Cinquecento     Quattrocento     Firenze     Genova     Roma    

Strumenti utili