Garavaglia: “Un premio a chi visita più siti Unesco nel minor tempo possibile”


La proposta del ministro Garavaglia per far ripartire il turismo in Italia: un premio a chi visita più siti Unesco nel minor tempo possibile.

In visita al Parco Archeologico del Colosseo con la presidente del Senato Elisabetta Casellati, la direttrice del Parco Alfonsina Russo e la sindaca di Roma Virginia Raggi, il ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha lanciato la sua proposta per far ripartire il settore del turismo, fortemente colpito dalle misure restrittive imposte causa Covid-19. Un settore che ha risentito molto delle restrizioni della pandemia per l’impossibilità di spostarsi tra le regioni, per gli italiani, e tra stati, per i turisti. Molte tra le più belle città d’arte d’Italia si sono viste letteralmente vuote, provocando gravi perdite soprattutto per quelle realtà estremamente legate al turismo. 

"Abbiamo tantissimi siti Unesco, cinquantacinque come la Cina che è parecchio più grande di noi, gli italiani e gli stranieri non li conoscono tutti. Per cui pensiamo di mettere un premio per chi ne visita il più possibile nel più breve tempo possibile". Il turismo potrebbe trasformarsi dunque in una gara a chi “pianta più bandierine” nei siti Unesco italiani. 

Obiettivo è comunque far ripartire, almeno per l’estate, il settore turistico, a fronte anche di un’Italia che riapre in sicurezza, come lo slogan che campeggia sul sito dello stesso Ministero del Turismo, grazie a una campagna vaccinale che prosegue e che sta aprendo a tutte le fasce di età. 

Immagine: Veduta di una delle Cinque Terre, Vernazza, Patrimonio Unesco.  Ph.Credit Luca Casartelli

Garavaglia: “Un premio a chi visita più siti Unesco nel minor tempo possibile”
Garavaglia: “Un premio a chi visita più siti Unesco nel minor tempo possibile”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE