Sorpresa per Franceschini: Stephen King si complimenta per il Bonus Cultura


Anche quest’anno ci sarà il Bonus Cultura rivolto ai neodiciottenni. E Stephen King si complimenta per l’iniziativa italiana. 

Anche quest’anno i neodiciottenni potranno usufruire del Bonus Cultura, ovvero un contributo di 500 euro da spendere in libri, musica, cinema, teatro, musei, danza, monumenti e parchi, eventi culturali, corsi di musica, corsi di teatro o lingua straniera, prodotti dell’editoria audiovisiva. E novità di quest’edizione, anche in abbonamenti ai quotidiani.

Lo ha annunciato il Ministero della Cultura: la nuova edizione di 18app, questo il nome dell’iniziativa, partirà dall’1 aprile e i ragazzi nati nel 2002 potranno registrarsi all’apposito sito www.18app.italia.it fino al 31 agosto 2021 per ricevere il Bonus Cultura. È possibile spendere la cifra entro il 28 febbraio 2022. 

L’iniziativa è nata nel 2016 con l’intento di avvicinare i giovani alla cultura. Per registrarsi è necessario soltanto richiedere la propria identità digitale (SPID) e accedere attraverso il sito per poter usufruire del portafoglio digitale con un credito di 500 euro da spendere esclusivamente per i beni sopra citati entro il termine previsto. 

La sorpresa di questa mattina per il ministro della Cultura Dario Franceschini è arrivata con il tweet dello scrittore Stephen King che, complimentandosi per l’iniziativa, ha scritto: “A culture bonus! Now there, ladies and gentleman, boys and girl, is a CIVILIZED IDEA!”. E Franceschini ha ringraziato. 

Sorpresa per Franceschini: Stephen King si complimenta per il Bonus Cultura
Sorpresa per Franceschini: Stephen King si complimenta per il Bonus Cultura


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma