Musei, adesso si parla del 18 maggio come data della riapertura (forse)


Si parla del 18 maggio come possibile data di riapertura dei musei. Ma ancora non ci sono notizie certe.

Non c’è ancora chiarezza su quando riapriranno i musei nella cosiddetta “Fase 2” dell’emergenza coronavirus. Oggi il ministro dei beni culturali Dario Franceschini, in un’intervista a Repubblica, ha detto che “a maggio, non dal 4 ma più avanti, potranno riaprire quei musei e siti archeologici in grado di rispettare le prescrizioni di sicurezza indicate dal comitato scientifico”.

Al momento dunque mancano tante informazioni all’appello: quali sono le prescrizioni medico sanitarie indicate dal comitato tecnico-scientifico, quali saranno i musei in grado di rispettarle, in quali regioni apriranno (se apriranno su base regionale e non su base nazionale, ovviamente), qual è la data esatta. Sempre stamattina, alcuni quotidiani (il Corriere della Sera e il Messaggero in particolare) si spingono a ipotizzare il 18 maggio come ipotetica data di ripartenza per i musei: forse un’anticipazione, magari anche da fonti affidabili, ma per adesso sui musei e sulla cultura vige ancora l’incertezza più totale.

Ciò a maggior ragione vale per cinema, teatri e concerti: “stiamo discutendo con gli esperti”, ha detto Franceschini, “ma gli ultimi saranno inevitabilmente i luoghi in cui tante persone dovrebbero stare in uno spazio limitato, al chiuso o all’aperto. Vorrei fosse comunque chiaro che nessun teatro, nessun cinema, nessun artista, verrà lasciato solo. Siamo partiti con le prime risorse straordinarie proprio dai più indifesi, quelli con i redditi più bassi”. Ancora però nessuna certezza sulle date.

Nella foto: la tribuna degli Uffizi

Musei, adesso si parla del 18 maggio come data della riapertura (forse)
Musei, adesso si parla del 18 maggio come data della riapertura (forse)


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Per il suo decennale il MAXXI si regala una nuova sede a L'Aquila
Per il suo decennale il MAXXI si regala una nuova sede a L'Aquila
Ritrovati i labari fascisti rubati all'Archivio Centrale: sequestrati a un collezionista
Ritrovati i labari fascisti rubati all'Archivio Centrale: sequestrati a un collezionista
Più di mezzo milione di euro per il restauro dell'abbazia di San Giusto a Carmignano
Più di mezzo milione di euro per il restauro dell'abbazia di San Giusto a Carmignano
Assembramenti ai Musei Vaticani, cos'è successo davvero? Un probabile episodio limitato
Assembramenti ai Musei Vaticani, cos'è successo davvero? Un probabile episodio limitato
Presto nelle sale italiane Gauguin: Voyage to Tahiti. Vincent Cassel interpreta il pittore
Presto nelle sale italiane Gauguin: Voyage to Tahiti. Vincent Cassel interpreta il pittore
Eike Schmidt: “Agli Uffizi nessuno ha perso il lavoro, e le mostre saranno riprogrammate. Per Raffaello faremo il possibile”
Eike Schmidt: “Agli Uffizi nessuno ha perso il lavoro, e le mostre saranno riprogrammate. Per Raffaello faremo il possibile”