Il premier Conte ribadisce: “conservazione e valorizzazione dei beni culturali saranno obiettivo primario del governo”


Il pemier Conte nel suo discorso alla Camera di stamani ha ribadito la necessità da parte del paese di investire in cultura.

Questa mattina il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, intervenuto alla Camera per presentare il programma del governo M5S-Pd-LeU nel giorno in cui la Camera voterà la fiducia al governo, ha ribadito la necessità di investire in cultura. Durante il suo discorso (che con un’ora e mezza di durata è stato il più lungo della storia della repubblica), il premier ha ricordato le linee guida già incluse dai partiti nel programma: “occorre promuovere i multiformi percorsi del turismo, anche attraverso il recupero e la valorizzazione del nostro patrimonio naturale, storico, artistico e culturale, con attenzione particolare alle specificità di alcuni territori, come quelli alpini. Obiettivi prioritari dell’azione di governo dovranno essere la conservazione e la valorizzazione dello straordinario patrimonio artistico e culturale racchiuso nei nostri territori”.

Conte ha poi aggiunto: “dobbiamo investire anche nelle imprese che si fondano sulla creatività e generano cultura, ampliando l’accesso ai consumi culturali. Da questi investimenti l’intera società ne trarrà beneficio, anche in termini di maggiore ricchezza e più ampia occupazione”. E ancora, un ulteriore passaggio: “anche sul terreno culturale dovremo, con ancor più determinazione, promuovere l’Italia nel mondo, anche valorizzando, attraverso gli Istituti di cultura, lo studio e la diffusione della lingua italiana, preparandoci nel modo migliore a celebrare il VII centenario della morte di Dante Alighieri, nel 2021”.

Il premier Conte ribadisce: “conservazione e valorizzazione dei beni culturali saranno obiettivo primario del governo”
Il premier Conte ribadisce: “conservazione e valorizzazione dei beni culturali saranno obiettivo primario del governo”


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Quanto ne sanno di storia dell'arte i francesi? Lo stato lo ha scoperto con un quiz
Quanto ne sanno di storia dell'arte i francesi? Lo stato lo ha scoperto con un quiz
Franceschini: “Ragionevole e inevitabile lo stop del passaggio delle grandi navi a Venezia”
Franceschini: “Ragionevole e inevitabile lo stop del passaggio delle grandi navi a Venezia”
I ragazzi dei licei di Firenze spiegano le opere dei musei per l'Alternanza Scuola Lavoro
I ragazzi dei licei di Firenze spiegano le opere dei musei per l'Alternanza Scuola Lavoro
Palazzo Odescalchi a Roma, restauri selvaggi e collezione dispersa. Il caso in Parlamento
Palazzo Odescalchi a Roma, restauri selvaggi e collezione dispersa. Il caso in Parlamento
Il ministro Bonisoli: “I musei autonomi resteranno all'interno dello Stato”
Il ministro Bonisoli: “I musei autonomi resteranno all'interno dello Stato”
Ci lascia Paolo Villaggio
Ci lascia Paolo Villaggio