Il governo rinnova il bonus da 500 euro per i diciottenni. Ma i fondi calano


Il governo Pd-M5S-Iv-Leu ha rinnovato il bonus cultura da 500 euro riservato ai diciottenni. Lo stanziamento è stato inserito nella manovra per il 2020: 18app (questo il nome del bonus) era finanziato solo fino al 2019, ma si è trovato l’accordo tra le forze di governo per rinnovarlo di un altro anno. Così, anche i nati nel 2002, il prossimo anno, potranno fruirne.

Calano però i fondi destinati a questo provvedimento: da 240 si passa a 160 milioni di euro (la scelta probabilmente dovuta al fatto che negli anni passati non tutti i diciottenni hanno sfruttato il bonus). Il valore del bonus (500 euro) rimarrà tuttavia invariato, stando a quanto finora è trapelato. Il voucher potrà essere spero per acquistare libri, biglietti di musei, teatri e concerti, musica e diversi tipi di prodotti culturali.

Il governo rinnova il bonus da 500 euro per i diciottenni. Ma i fondi calano
Il governo rinnova il bonus da 500 euro per i diciottenni. Ma i fondi calano


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma