Modena torna capitale mondiale dell'arte antica per una settimana: via all'edizione XXX di Modenantiquaria


Parte l’edizione 2019 di Modenantiquaria, la numero 33 della storia fiera d’alto antiquariato di Modena: si terrà dal 9 al 17 febbraio 2019.

Tutto pronto per una nuova edizione di Modenantiquaria, la numero 33 della storica fiera d’alto antiquariato di Modena, che quest’anno si terrà per otto giorni dal 9 al 17 febbraio 2019 a ModenaFiere. Un anno record per Modenantiquaria, che prosegue il progetto ambizioso e ricercato impostato dal direttore di ModenaFiere, Paolo Fantuzzi, quattro anni fa. “Forte di uno staff d’eccellenza, della preziosa consulenza di Pietro Cantore, Presidente Associazione Antiquari Modenesi e di un comitato scientifico di alto valore che vede coinvolti tra gli altri Marco Riccomini, Andrea Bacchi e Anna Orlando”, afferma il direttore, “siamo riusciti pienamente nell’intento”.

Modenantiquaria vuole essere oggi il “grande Salotto dell’Antiquariato”, un luogo d’incontro di collezionisti d’arte, appassionati, arredatori, designer ed esperti alla ricerca di pezzi per le grandi collezioni internazionali e per i più famosi Musei del mondo. “Con nostra grande soddisfazione”, prosegue Fantuzzi, “Modenantiquaria è diventata la manifestazione di riferimento per chi cerca e ama l’Eccellenza, per chi desidera ardentemente acquistare o anche semplicemente ammirare un Guercino o un Carracci dalla sacralità profonda e toccante o per chi vuole immergersi nel fascino e nella raffinatezza di Giovanni Boldini e le sue signore di charme, per chi cerca il colore e la vivacità di Andy Warhol e via dicendo in un articolarsi di grandi nomi e grandi opere d’arte che sapranno soddisfare ogni singola esigenza”.

Tante le gallerie prestigiose che parteciperanno all’edizione 33 di Modenantiquaria: da Altomani a Fondantico, da Bottegantica a Cesare Lampronti, da Art studio 800 a Argo Fine Art, da Longari Arte alla Galleria Quadrifoglio e ancora la Galleria Arte Cesaro, Cantore Galleria Antiquaria e Galleria Romigioli, Maurizio Nobile, Robilant Voena e Robertaebasta, Mirco Cattai, Studiolo Fine Art e Verdini C. Antichità.

Queste solo alcune delle Gallerie più importanti presenti a Modenantiquaria. Da non dimenticare per la grande importanza le new entry di questo anno: Romano Fine Art di Firenze specializzata in disegni antichi, Salamon di Milano, Miriam Di Penta Fine Arts e Paolo Antonacci di Roma e Callisto Fine Art di Londra. L’Associazione Antiquari sarà presente in un raffinato stand collettivo all’inizio del percorso. Undici le Gallerie presenti: Alessandra Di Castro, Riccardo Bacarelli, Donatella Balzaretti, Bruno Botticelli, Enrico Frascione, Carlo Orsi, Fabrizio Moretti, Piva & C, Roberto Caiati, Walter Padovani, Maurizio Brandi. Ognuno di loro selezionerà un preziosissimo capolavoro a icona dell’alto valore delle loro rispettive Gallerie.

Proprio Fabrizio Moretti e Carlo Orsi saranno protagonisti di due simposi culturali coordinati da Leonardo Piccinini e Marco Carminati del Sole 24 ore. Si preannunciano interessanti gli incontri dell’edizione 2019 dei talk di Modenantiquaria: la prima occasione, sabato 9 febbraio, vedrà i protagonisti del sistema dell’arte italiana a confronto per discutere sulle tendenze, novità museali e legislative, problemi e opportunità di un mondo in continuo cambiamento. Con inizio alle 18.00, nello Spazio Incontri, intorno al tema ll magico mondo dell’arte, si confronteranno Martina Bagnoli, direttrice delle Gallerie Estense, Enrico Frascione, Presidente della Associazione Antiquari d’Italia, Fabrizio Moretti, Segretario Generale Biennale di Antiquariato di Firenze (che quest’anno festeggerà i suoi primi 60 anni di storia) e Giulio Volpe, avvocato esperto nella circolazione delle opere d’arte.

Il secondo appuntamento è in calendario per domenica 10 febbraio, con inizio sempre alle 18.00, avrà come tema Ottocento, che passione! Mostre, libri, collezionismo. Se il Novecento è stato il Secolo breve, la modernità dell’Ottocento, con le sue innovazioni sociali, politiche, culturali, artistiche, è di lunghissima durata e ci continua a coinvolgere con numerose mostre, pubblicazioni ed eventi di successo. Il più recente dei quali si sarà appena aperto al San Domenico di Forlì, dove è appunto al suo via la grande rassegna Ottocento. L’Arte dell’Italia tra Hayez e Segantini. Un successo che trova conferma anche a ModenaFiere che, nell’ambito di Modenantiquaria, allestisce una sezione, EXCELSIOR, dedicata all’arte dell’Ottocento e del Novecento felicemente giunta al suo ventennale appuntamento. Chiamati a confrontarsi in questa tavola rotonda sono Alberto Mattioli, giornalista de La Stampa, colto saggista musicale e gran conoscitore dell’Ottocento, Fernando Mazzocca, storico dell’arte tra i più noti e curatore scientifico della grande mostra di Forlì, l’antiquario Marco Voena, e Pietro Cantore, Presidente della Associazione Antiquari modenesi. Entrambi gli incontri saranno moderati da Leonardo Piccinini.

Notevole interesse desterà anche il terzo dei talk, dall’emblematico titolo Dalla galleria alle Gallerie, esplicitato dal sottotitolo che recita: Le recenti acquisizioni di opere d’arte dal mercato antiquariale alle istituzioni pubbliche (appuntamento alle ore 18 di sabato 16 febbraio). Cecilie Hollberg, Direttore delle Gallerie dell’Accademia di Firenze, Paola Marini, già Direttore delle Gallerie dell’Accademia di Venezia e ora Presidente della Fondazione Roi, Carlo Orsi, antiquario, moderati da Marco Carminati del Domenicale del Sole 24 Ore, discuteranno intorno alle recenti acquisizioni compiute da musei ed istituzioni italiane attingendo al mercato antiquariale. Un’attività che, nonostante le difficoltà economiche, continua, spesso anche grazie al supporto di privati. Ed è meno marginale di quanto comunemente si pensi. L’ingresso ai tre incontri è libero per chiunque, antiquario o visitatore, sia presente in Modenantiquaria.

Modenantiquaria apre lunedì, martedì e mercoledì dalle 15 alle 20, giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 10:30 alle 20. I biglietti costano 15 euro l’intero e 12 euro il ridotto. Per tutte le info è possibile visitare il sito www.modenantiquaria.it.

Nell’immagine, una foto dell’edizione 2018 di Modenantiquaria.

Modena torna capitale mondiale dell'arte antica per una settimana: via all'edizione XXX di Modenantiquaria
Modena torna capitale mondiale dell'arte antica per una settimana: via all'edizione XXX di Modenantiquaria


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER