Angela e Barbero alleati per raccontare Enrico VIII dal punto di vista delle sue mogli


Sarà un Alberto Angela contro la violenza di genere quello che andrà in onda domani sera alle 21:25 su Rai1: il popolare divulgatore racconterà infatti la storia di Enrico VIII dal punto di vista delle sue mogli, in una puntata con la consulenza di Alessandro Barbero.

Domani sera, su Rai1 alle 21:25, il popolare divulgatore Alberto Angela porterà tutti nell’Inghilterra del Cinquecento con una puntata di Ulisse, il piacere della scoperta dedicata al re Enrico VIII. Durante la puntata, intitolata Sei Regine per Enrico VIII, Angela farà anche un collegamento con la pandemia di oggi attraverso le lettere autografe del re, custodite nella Biblioteca Apostolica Vaticana, che raccontano dettagliatamente la vita sua e di Anna Bolena durante una delle ondate della “malattia del sudore inglese” che mise in ginocchio l’Inghilterra cinquecento anni fa. Non sono tuttavia l’unico elemento di attualità nell’oscura vicenda del sovrano inglese. La puntata racconta infatti il punto di vista delle sue sei mogli, due delle quali ripudiate, due fatte decapitare e una deceduta in seguito al parto.

Sei regine che hanno cercato di reagire, ciascuna a suo modo, alla violenza maschile della quale sono state vittime, in un’epoca in cui le donne non potevano far altro che subire il destino tracciato per loro dagli uomini. Sei storie tutte segnate da una tragica fine, che però le ha rese immortali e che tanti artisti e scrittori hanno narrato. Alla fine, a ereditare la corona d’Inghilterra sarà proprio una donna, una delle più grandi regine della Storia: Elisabetta I. Per molti, la sua ascesa e il suo regno rappresentano il riscatto al sacrificio di quelle sei donne che subirono le prevaricazioni del loro tempo. Alberto Angela cercherà anche di fare luce sulle tante gravidanze interrotte e sulle tante morti premature tra i figli generati da Enrico VIII. Una ricerca americana ha infatti ipotizzato una spiegazione scientifica alla difficoltà del re e delle sue mogli a mettere al mondo dei maschi sani.

La puntata, realizzata con la consulenza storica del professor Alessandro Barbero, vuole essere anche un viaggio nel Cinquecento inglese, dove le vicende private del re e delle sue mogli diventano eventi di importanza storica. E sarà anche un omaggio a Gigi Proietti, nella prima serie di Ulisse realizzata senza la partecipazione del grande attore da poco scomparso. Molte scene sono state infatti girate nel “suo” teatro a Roma, costruito sul modello dell’antico Globe Theatre di Londra nel quale Shakespeare rappresentava i suoi capolavori. E proprio la figlia di Gigi, Carlotta Proietti, apparirà in un cameo nei panni della regina Caterina d’Aragona.

Angela e Barbero alleati per raccontare Enrico VIII dal punto di vista delle sue mogli
Angela e Barbero alleati per raccontare Enrico VIII dal punto di vista delle sue mogli


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma