La vita di Artemisia Gentileschi diventa una serie tv americana


Artemisia Gentileschi sarà protagonista di una serie tv americana. La produzione comincerà nel 2021.

La vita di Artemisia Gentileschi diventerà una serie tv americana, che sarà sviluppata da ViacomCBS International Studios e vedrà come produttrice esecutiva la messicana Frida Torresblanco, conosciuta per i suoi lavori con Alfonso Cuarón e Guillermo del Toro (in particolare, è nota per aver prodotto il film Il labirinto del fauno, vincitore degli Oscar 2007 per la miglior fotografia, la miglior scenografia e il miglior trucco). Ad affiancare Torresblanco nella produzione ci sarà Jill Offman, direttrice della casa di produzione 66 Media.

“Mi affascina molto”, ha detto Torresblanco, “dare una voce ad Artemisia e portare la sua storia sullo schermo. La sua vita e la sua arte ci dànno un’ispirazione che è necessaria oggi più che mai. Ci sono infatti forti legami tra l’attualità e questa donna giovane e coraggiosa che ha superato un abuso e lo ha trasformato nell’eredità di un genio”. La serie, ha anticipato, sarà un prodotto “femminista e contemporaneo che sarà allo stesso tempo provocatorio e trasgressivo, e invocherà lo spirito della nostra attualità in una maniera eloquente ed elegante”.

“Sono ossessionata da Artemisia fin da quanto ho visto una sua opera in Italia”, ha aggiunto Jill Offman. “Piena di passione, fiera, talentuosa: il lavoro di Artemisia parla per la sua esperienza di vita, l’esperienza di un’artista donna nell’Italia del Rinascimento che rimane rilevante ancora oggi”.

Dalle anticipazioni si sa che la serie tv sarà tratta dalla biografia di Artemisia scritta dalla storica dell’arte Mary Garrard nel 1989 (Artemisia Gentileschi. The image of the female hero in Italian Baroque Art): la studiosa è nota per la sua interpretazione femminista dell’opera della pittrice di origini toscane. La produzione, fa sapere ViacomCBS, comincerà nel 2021. La storia di Artemisia Gentileschi è già andata diverse sullo schermo, con il celebre film Artemisia del 1997 che vedeva, nei panni della pittrice, una giovanissima Valentina Cervi, mentre Orazio Gentileschi era interpretato da Michel Serrault, Agostino Tassi da Miki Manojlović e Cosimo Quorli da Luca Zingaretti. Si tratta però della prima volta che la sua vita diventa una serie televisiva.

Nell’immagine: Simon Vouet, Ritratto di Artemisia Gentileschi, dettaglio (1623 circa; olio su tela, 90 x 71 cm; Pisa, Palazzo Blu)

La vita di Artemisia Gentileschi diventa una serie tv americana
La vita di Artemisia Gentileschi diventa una serie tv americana


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER